• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Fift@

Membro Attivo
Professionista
L'intervento conviene di più se hai una classe E F G PERCHÉ in teoria basta cambiare la caldaia le valvole termostatiche e i cassoni delle tapparelle per salire di 2 classi. Se hai un immobile classe A B C, l'intervento è molto più costoso
 

marco.1987

Membro Junior
Conduttore
Già ci hanno pensato. Prima rifanno l'APE "casualmente" scendendo di 2 classi, poi chiamano la Fata Madrina e.... bibbidi, bobbidi bu, detrazione come vuoi tu!
questa però sarebbe una truffa, dubito che un singolo vada a rischiare di fare 60/90 mila eur di lavori con il rischio che con un controllo gli arrivi una multa che gli portan via la casa... tanto meno un condominio farà mai una cosa del genere..
Se uno pensa solo alle possibili truffe non farà mai niente...
 

marco.1987

Membro Junior
Conduttore
..... e le aziende edili secondo voi faranno investimenti per recuperare in 5 anni solo un 10% in più dell’importo dei lavori ?
Il problema delle aziende edili è che mettiamo accettano 1.000.000 di eur di crediti di imposta da detrarre in 5 anni, nessuno gli assicura che nei prossimi 5 anni hanno dei lavori per poter utilizzare questi crediti.. perciò è chiaro e normale che nessuno li accetti e intanto fornitori e dipendenti vanno pagati...
Fanno proprio bene a non accettarli, solo aziende come enel ecc ecc sanno che comunque questi crediti li possono detrarre con certezza...
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Grazie di aver risposto :)
è che sul limite di spesa se uno fa i lavori "complementari" come ad esempio gli infissi, non sono riuscito a trovar nessuna risposta
Pur non essendoci alcuna circolare mi pare di capire che con questo super bonus hanno preso il 65% per l’efficienza energetica ed il vecchio 90% per le facciate. Hanno fatto un papocchio con di tutto e di più senza dare effettivamente questi limiti, a parer mio saranno quelli del 65% e per la quota di spesa eccedente tale limite paghi tu stesso.

certo avere dei chiarimenti e delle FAQ aiuterebbe moltissimo a dipanare molti dubbi.

l’unica certezza pare essere solo quella delle due classi energetiche perché anche la definizione “edificio unifamiliare” ad oggi, pur essendo definita dal Regolamento edilizio tipo, non è stata recepita da tutte le regioni e quando viene recepito il RET dalle Regioni capita che nei Comuni non venga ancora recepito causando casini a non finire:
... e' che il legislatore fa sempre i conti con i soldi degli altri ! La cessione del credito e' una formula giusta perche' garntisce un principio di equita' ovvero che gli incapienti possano usufruire degli stessi vantaggi di quelli che hanno capienza (presumibilmente piu' facoltosi). Lo Stato non puo' obbligare le aziende o gli istituti di credito ad accettare la cessione per lo stesso principio di equita'. E quindi il gatto si morde la coda !!!
Scusami, per qual’è strano motivo l’azienda DEVE essere obbligata a cedere il credito? Mica è una banca. Al limite dovrebbe essere il condominio a preoccuparsi di avere una Banca che accetti la cessione del crredito, dato che sarebbe nel suo stesso interesse!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Il problema delle aziende edili è che mettiamo accettano 1.000.000 di eur di crediti di imposta da detrarre in 5 anni, nessuno gli assicura che nei prossimi 5 anni hanno dei lavori per poter utilizzare questi crediti.. perciò è chiaro e normale che nessuno li accetti e intanto fornitori e dipendenti vanno pagati...
Fanno proprio bene a non accettarli, solo aziende come enel ecc ecc sanno che comunque questi crediti li possono detrarre con certezza...
Anche perché ENEL avrà sicuramente le sue finanziarie che l’appoggiano nell’operazione, oppure ci sono le varie EsCO (anche con Enel) che faranno questi lavori.

scordatevi però il rapporto fiduciario con le più piccole imprese, se poi c’è un problema sui lavori e contestazioni, provate a citare ENEL...vediamo come va Finire 😄😄😄
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
L'intervento conviene di più se hai una classe E F G PERCHÉ in teoria basta cambiare la caldaia le valvole termostatiche e i cassoni delle tapparelle per salire di 2 classi. Se hai un immobile classe A B C, l'intervento è molto più costoso
Non sono convintissimo di questo pur trattandosi di una classe G
Premesso che già solo sostituire un generatore condominiale da 200.000 Kw vai a spendere anche 40.000€ e copri poi una ventina di alloggi o poco più per fatto.
Tieni conto che con gli ultimi aggiornamenti sui calcoli una classe E attuale come APE qualche anno fa era una D (ho avuto un esempio io di questo) per cui le attuali norme sulle trasmittanze sono più restrittive. Se fino a pochi fa un cappotto da 10 ti portava anche in B oggi saresti in C se non più basso per cui bisogna stare attenti anche a questo fattore!

concordo assolutamente che per migliorare le classi energetiche A, B ,C sia veramente problematico! Peggio che peggio con le attuali restrizioni come già detto sopra!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Pur non essendoci alcuna circolare mi pare di capire che con questo super bonus hanno preso il 65% per l’efficienza energetica ed il vecchio 90% per le facciate. Hanno fatto un papocchio con di tutto e di più senza dare effettivamente questi limiti, a parer mio saranno quelli del 65% e per la quota di spesa eccedente tale limite paghi tu stesso.

certo avere dei chiarimenti e delle FAQ aiuterebbe moltissimo a dipanare molti dubbi.

l’unica certezza pare essere solo quella delle due classi energetiche perché anche la definizione “edificio unifamiliare” ad oggi, pur essendo definita dal Regolamento edilizio tipo, non è stata recepita da tutte le regioni e quando viene recepito il RET dalle Regioni capita che nei Comuni non venga ancora recepito causando casini a non finire:

Scusami, per qual’è strano motivo l’azienda DEVE essere obbligata a cedere il credito? Mica è una banca. Al limite dovrebbe essere il condominio a preoccuparsi di avere una Banca che accetti la cessione del crredito, dato che sarebbe nel suo stesso interesse!
Chiedo venia non avevo visto il non!
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
Non sono convintissimo di questo pur trattandosi di una classe G
Premesso che già solo sostituire un generatore condominiale da 200.000 Kw vai a spendere anche 40.000€ e copri poi una ventina di alloggi o poco più per fatto.
Tieni conto che con gli ultimi aggiornamenti sui calcoli una classe E attuale come APE qualche anno fa era una D (ho avuto un esempio io di questo) per cui le attuali norme sulle trasmittanze sono più restrittive. Se fino a pochi fa un cappotto da 10 ti portava anche in B oggi saresti in C se non più basso per cui bisogna stare attenti anche a questo fattore!

concordo assolutamente che per migliorare le classi energetiche A, B ,C sia veramente problematico! Peggio che peggio con le attuali restrizioni come già detto sopra!
Se il riscaldamento è autonomo si può fare tranquillamente. Anche solo con lo sconto in fattura del 50 % te la togli con 2 o 3000 euro mettendo un'ottima caldaia di marca, termovalvole e cassoni in un giorno di lavoro
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Se il riscaldamento è autonomo si può fare tranquillamente. Anche solo con lo sconto in fattura del 50 % te la togli con 2 o 3000 euro mettendo un'ottima caldaia di marca, termovalvole e cassoni
Per esperienza una caldaia di marca montata sono circa 3.000/3.500€ se vuoi le ternovalvole da 90€ cadauna +IVA a salire
Il cassone dipende ma su questo particolare sono meno ferrato sugli altri 2 per fatto te lo confermo.
Questo anche perché la condensazione comporta sempre il mettere una controcanna (anche in materiale plastico) all’interno della canna fumaria esistente.

Solo cambiare una caldaia e rifare una canna con lo scarico della condensa ti parte una giornata di lavoro, correndo!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Se il riscaldamento è autonomo si può fare tranquillamente. Anche solo con lo sconto in fattura del 50 % te la togli con 2 o 3000 euro mettendo un'ottima caldaia di marca, termovalvole e cassoni in un giorno di lavoro
Non ci sono mica tanti condomini termoautonomi, senza contare una altri tipi di riscaldamento che c’è nella mia città il TLC (Teleriscaldamento)!
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
Dal 2000 in poi sono quasi tutti termoautonomi, vivere in un condominio con il centralizzato è una zappa sui piedi come spese. Qui a Venezia te li tirano dietro e non riescono a venderli.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Dal 2000 in poi sono quasi tutti termoautonomi, vivere in un condominio con il centralizzato è una zappa sui piedi come spese. Qui a Venezia te li tirano dietro e non riescono a venderli.
Dubito che ne abbiano costruiti tanti di edifici condominiali nel 2.000.

se mi parli di villette unifamiliari o schiere ti do ragione al 100% condomini penso pochini pochini. Qui a Biella ne abbiamo forse 4 o 5 costruiti in quel periodo il resto sono condomini che quando nuovi sono metà anni 90 (pochini). La maggior parte qui è edilizia storica!
 

marco.1987

Membro Junior
Conduttore
Si è perso un pò il filo del discorso, anche se stanno emergendo un sacco di argomenti interessanti ma i principali sono:
_se le piccole aziende edili ed artigiane non riescono a cedere il credito alle banche si trasformerà in un'operazione a favore di sole grosse compagnie come era accaduto con lo sconto in fattura l'anno scorso..
_mettere d'accordo interi condomini su lavori importanti e costosi non sarà affatto facile anche avendo lavori "gratuiti" fatti dalle grandi compagnie
_fare lavori per aumentare di 2 classi comporta, se non "basta" il cambio caldaia e magari sostituzione infissi (trainante se cambi caldaia), dei lavori più importanti che una persona non vuole andar ad affrontare poichè vivrebbe coi lavori in corso a casa e i relativi disagi (cosa non da poco).
Tutto questo sempre se sono cedibili/detraibili al 110% anche gli altri lavori come infissi, schermature opache ecc ecc
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
Ti riassumo
1 ancora non c'è il decreto attuativo
2 la cessione del credito sarà soggettiva di ogni ditta e da questo punto di vista la vedo dura
3 più la classe energetica è dispendiosa (E F G) più è semplice ed economico salire di 2 classi
4 chi vivrà vedrà
5 anche lo sconto del 50% sarebbe un'ottima cosa
 

marco.1987

Membro Junior
Conduttore
Ti riassumo
1 ancora non c'è il decreto attuativo
2 la cessione del credito sarà soggettiva di ogni ditta e da questo punto di vista la vedo dura
3 più la classe energetica è dispendiosa (E F G) più è semplice ed economico salire di 2 classi
4 chi vivrà vedrà
5 anche lo sconto del 50% sarebbe un'ottima cosa
con il punto 5 torni al punto 2 :D
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
Il discorso di fondo è che le ditte hanno bisogno di liquidità non di cedere crediti a non si sa chi. Ricordando che banche e assicurazioni non sono obbligate ad accettare
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto