• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

presti

Nuovo Iscritto
sono proprietario e residente in un appartamento acquistato come prima casa e con agevolazioni fiscali (scarico interessi passivi , ICI). Volendolo affittare senza perdere le agevolazioni fiscali, è possibile affittare solo una stanza con uso servizi a studenti o lavoratori ? E, in caso positivo, quale tipo di contratto fare e quale durata? Ci terrei ad essere in regola con il fisco.
Tommy
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
A mio parere:
La legge, in linea di principio, non prevede la “locazione parziale”, tuttavia, qualora il locatore trattenga l’uso di uno o più vani dell’appartamento oggetto della locazione, può stipulare il contratto a canone libero e senza poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste per i casi di cui all’art.5 comma 2 della legge 431/98.

Ai fini fiscali (cautelativamente e secondo mia interpretazione restrittiva ) l’immobile, non costituisce più esclusiva dimora abituale del proprietario-locatore, il reddito di fabbricati dovrà essere dichiarato nel quadro B del modello 730, compilando la colonna 5, e indicando l’85% del canone. Com’è evidente non si usufruirà, della riduzione del 30%,ma solo del 15% del relativo reddito. Cautelativamente anche gli interessi passivi non potrebbero essere dedotti
Per ICI invece opterei per la esenzione ( ma dovrei fare un approfondimento leggendo il testo letterale
della nuova norma ultima che l' ha tolto per la prima casa)- Magari chiedere in Comune che in genere in tema di ICI ha potestà autonoma
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto