1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. andrea26001

    andrea26001 Nuovo Iscritto

    Salve avrei un problema da porvi,

    l'anno scorso ho avuto una perdita da un tubo interno alla parete del bagno, la signora che abita sotto il mio piano chiamo' l'amministratore che mi avverti' ed io tornai a casa immediatamente per chiudere l'acqua fermando la perdita.
    Subito dopo mi chiamo' l'amministratore e mi disse che mi mandava l'idraulico del condominio per riparare il danno e che era di competenza del condominio perche' avevamo stipulato la polizza Globale fabbricati. L'idraulico fece il lavoro e se ne ando' senza farmi firmare nulla.
    Circa un anno dopo ricevo la comunicazione del condominio di pagare 200 euro perche' dall'assicurazione avevano ricevuto 400 euro mentre la fattura era 600 euro...e quindi mi chiedono la differenza.
    La fattura del idraulico cita: "Sopralluogo per verifica perdita e successivo intervento causa infiltrazione sottostante.Rotto sulla parete in direzione di diramazione acqua gruppo vasca, sostituito tratto tubazione, curve e giunti per ricollegare il gruppo vasca, ripristino come in origine"

    Ho bisogno di un consiglio per capire cosa posso fare, deve pagare il condominio?meta' e meta'? tutto io?

    Tra l'altro nella riunione di condominio precedente nel punto dell'ordine del giorno su "approvazione consuntivo...ecc" era stato scritto "dovra' esser verificata la competenza della fattura dell'idraulico, qualora risultasse a carico del condominio l'importo verra' posto a carico del proprietario della tubazione interessata alla riparazione"
    E' possibile fare passare una cosa di questo genere che non c'entra nulla con ODG?

    Aspetto notizie...vi ringrazio in anticipo...

    Cordiali Saluti,
    Andrea.
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Il punto della questione è che l' amministratore non ti ha spiegato il problema in modo esaustivo.

    Quando si verifica una perdita si apre un rapporto giuridico tra il soggetto che provoca la perdita e il soggetto che la subisce.

    Il fatto che esista un' assicurazione che copra il danno, non cambia il rapporto giuridico suddetto.

    Tu hai fatto male a non incaricare un idraulico di tua fiducia per eseguire i lavori nell' impianto idraulico del tuo immobile privato.

    Di fatto hai dato incarico di eseguire il lavoro di tua competenza all' idraulico di fiducia dell' amministratore.

    L' assicurazione ha rimborsato quanto ha ritenuto di rimborsare, e a questo punto nasce la questione interessante:

    L' amministratore ti ha fatto accettare per iscritto il rimborso erogato dell' assicurazione?

    Se tu non hai firmato nulla, perchè l' amministratore ha accettato il rimborso che, di fatto, è servito per rimborsare il danno che il condominio ti ha addebitato?

    Pertanto: Da una parte tu sei tenuto a pagare il lavoro che l' idraulico ha fatto a casa tua.
    Dall' altra parte, se l' amministratore ha accettato il rimborso a te spettante, senza la tua autorizzazione, ha sbagliato.
     
    A andrea26001 piace questo elemento.
  3. andrea26001

    andrea26001 Nuovo Iscritto

    No...l'amministratore non mi ha mandato nulla da firmare...!
    Mi ha mandato un assegno di 400 euro per il danno e addebitato sulla quota condominio i 600!
    Ma dopo un anno e' possibile contestare questo rimborso dell'assicurazione?
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Ormai i buoi sono tutti scappati dalla stalla!

    Cio che puoi fare è definire bene il problema (ossia ci sono 200 euro che ballano, e tu, amministratore, hai accettato il rimborso senza la mia autorizzazione).

    Tieni conto che i contratti di assicurazione possono prevedere delle franchigie; pertanto è possibile che l' amministratore abbia presentato la fattura dell' idraulico all' assicurazione, e che l' agenzia abbia rimborsato il danno effettivo (ossia l' intero costo dell' idraulico) diminuito della franchigia.

    Se è andata così, allora i duecento euro li devi pagare, perchè è difficile attaccarsi ad un adempimento formale, che poi sostanzialmente non avrebbe cambiato nulla.

    Se invece il contratto di assicurazione con il condominio non prevede franchigie, allora la palla si rimette al centro, e tu, in teoria, hai la possibilità di chiedere all' amministratore di contribuire al rimborso dei 200 euro.

    L' importante è tenere bene da conto che il condominio, in questa fattispecie, non c' entra nulla.

    I 200 euro che ballano li devi pagare tu, oppure li puoi chiedere all' amministratore, se si è sbagliato.

    La compagnia di assicurazione, ormai, è fuori dalla mischia.
     
    A andrea26001 e fiorello64 piace questo messaggio.
  5. andrea26001

    andrea26001 Nuovo Iscritto

    Diciamo che ormai sono fregato :shock:) !
    Posso solo risolvere la cosa con l'amministratore...il condominio e l'assicurazione non centrano nulla...corretto?

    Allora mi faro' dare le carte per capire il rimborso del assicurazione perche' non copre tutta la somma.

    Quindi per le prossime volte o per chiunque legge se non ho capito male conviene:
    Chiamare l'amministratore cosi apre la pratica di sinistro con l'assicurazione, farsi dare la copia dell'assicurazione per capire bene cosa copre, dopo di che chiamare un idraulico di fiducia e farsi riparare il danno...poi?
     
  6. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Per chiunque legge, per le prossime volte devi:

    Inviare una raccomandata di denuncia del danno; l' amministratore aprirà la pratica presso l' agenzia dell' assicurazione, la quale manderà un perito e liquiderà il danno al danneggiato (ossia il privato).

    Successivamente il liquidatore erogherà il rimborso al condominio, e l' amministratore girerà al condòmino quanto di sua competenza.
     
    A piace questo elemento.
  7. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Concordo col Guru.
    Verosimilmente esiste una globale con franchigia.
    Si tratta di esaminare presso l'Amm.re la polizza (con un esperto ovviamente) onde chiarire:
    -se effettivamente c'è la franchigia (e la darei per scontata)
    -se l'importo lo deve pagare in proprio il condòmino o va ripartito col condominio.
    Soltanto con l'esame delle condizioni di polizza è possibile dare una risposta fondata.
    Gatta
     
  8. paolo ferraris

    paolo ferraris Nuovo Iscritto

    ma...scusate!!!...porca di quella paletta!!!!!...uno mi risolve il problema!...mi da anche buona parte dei soldi per risolverlo (AVRESTI DOVUTO PAGARE TUTTO E ANCHE I DANNI PROVOCATI!)...e dopo tutto ciò vado pure a lamentarmi...la franchigia per spese di ricerca e riparazione del danno cè sempre e varia da 150 a 250 euro!...direi che l'amministratore ha fatto tutto ciò che è in suo potere!...
     
  9. andrea26001

    andrea26001 Nuovo Iscritto

    Si paolo, hai ragione.
    Pero' se l'amministratore ti dice c'e' una polizza, stai tranquillo e' tutto coperto e ci penso a tutto io...immagino che non ci devo piu' pensare...invece un anno dopo devo pagare 200 euro...chiedevo se era ammissibile che succedesse questo...
    Comunque mi faro' dare i documenti e la risposta della compagnia di assicurazioni e vi aggiorno.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina