• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Aidualc

Membro Attivo
Professionista
Ciao a tutti!
2 quesiti. Appartamento in condominio, all'inquilino arriva una mega bolletta acqua (1800 euro). Si scopre che i tubi dal contatore all'appartamento (quindi non competenza del fornitore di zona) perdono.
L'inquilino inizia a pagare il fornitore rateizzando. L'amministratore manda l'idraulico a riparare i tubi, riparazioni che si ripetono 4 volte in 1 anno, perché l'inquilino ormai è attento a ogni traccia di bagnato e appena ne vede una allerta proprietario e amministratore.
Amministratore e proprietario si rimpallano responsabilità, anche perché pare che vada rifatto l'intero impianto idrico del condominio (8 app.), quindi il proprietario crede sia queste spese extra siano di competenza condominiale.
L'amministratore risponde per i costi dell'idraulico ma dice che l'assicurazione non copre i danni derivati dalla perdita ingente di acqua.
1. è normale ciò? O l'assicurazione di condominio (cui non ho modo di accedere, anche perché ora l'amministratore è in ferie) potrebbe/dovrebbe coprire in tutto o in parte?
2. se l'assicurazione condominiale non fosse tenuta a coprire, le spese per i consumi in più sono tutti a carico del proprietario?

Grazie
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Rispondo in base ad un caso analogo che mi è capitato: rottura di un tubo dell'acqua a valle del contatore condominiale, quindi non di competenza del Fornitore, e danni in un appartamento di mia proprietà locato ad un inquilino. Oltre che in un altro appartamento di un condòmino.

1) L'assicurazione del condominio ha risarcito i danni causati dallo spargimento di acqua (muri bagnati da ritinteggiare, qualche suppellettile dell'inquilino danneggiata) e il costo della ricerca ed eliminazione guasto da parte dell'idraulico; ma non la maggior spesa in bolletta dovuta al consumo anomalo.

2) In quel condominio la spesa per l'acqua viene ripartita in base al numero di persone che occupano le singole unità immobiliari.
Mi sono accollata l'onere della maggior spesa relativa al mio appartamento, addebitando all'inquilino una somma calcolata in base agli importi dei trimestri precedenti (le bollette del Fornitore sono trimestrali).

Aggiungo che l'amministratore ha ottenuto dal Fornitore uno sconto sulla bolletta di quel trimestre, in base ad una specie di assicurazione contratta tra il condominio e il Fornitore che però non so bene come funziona.
 

Aidualc

Membro Attivo
Professionista
Grazie @uva !
In effetti è proprio quello che si pensava con l'inquilino.
Nel ns caso purtroppo nessuno sconto possibile in bolletta, solo dilazioni, perché la bolletta arriva direttamente all'inquilino, non è condominiale.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non capisco cosa centri il Condominio o l'amministratore se il guasto è di tubi a valle di un contatore ad uso del locatario.
Nemmeno la polizza dovrebbe coprire i costi spiegati.

Per quanto riguarda i fornitore alcuni gestori includono nelle bollette una polizza a copertura (parziale) delle perdite "occulte" a valle del contatore.
 

Aidualc

Membro Attivo
Professionista
Speravo intervenissi, @Dimaraz ! I tubi passano nel cortile comune, fra il contatore a terra sul confine su strada e gli 8 appartamenti. Mi chiariresti perché dici che il condominio in quel tratto non c'entra? Grazie
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Perché parli di un guasto a valle di un contatore "privato".

Questione diversa se vi fosse un unico contatore condominiale ed il gestore/fornitore emettesse bolletta direttamente ad ogni singola unità grazie a qualche "artifizio" contabile di riparto.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Non capisco nemmeno perché l’amministratore paga i costi dell’idraulico, su parte privata.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Nel ns caso purtroppo nessuno sconto possibile in bolletta, solo dilazioni, perché la bolletta arriva direttamente all'inquilino, non è condominiale.
ecco una ragione per farsi una assicurazione personale sull'appartamento che contempli la rifusione delle spese per la ricerca e la riparazione del danno e il rimborso dei danni propri e a terzi. Oggi le banche propongono ai propri correntisti delle assicurazioni sulla casa di proprietà con addebito mensile sul c/c.
 

Aidualc

Membro Attivo
Professionista
Dopo alcune telefonate ecco la situazione chiarita:
un anno fa gli abitanti si accorgono che 3 contatori su 8 giravano senza che in casa fossero aperti rubinetti, quindi venne chiamato l'amministratore, che mandò il tecnico per la ricerca dei tubi, che tra l'altro sono molto in profondità nel cortile comune non solo immersi in terriccio, ma anche in scarti di lavorazione dell'immobile e quindi soggetti a subire smottamenti di pietrisco.
Le perdite si ripetono, all'uno o all'altro contatore. L'assicurazione condominiale paga la ricerca del guasto e la riparazione.
Anche il fornitore per fortuna paga la metà del consumo in eccesso in bolletta, quindi alla fine la spesa viva per l'inquilino è stata sui 900 euro. Ora il proprietario rifonderà il conduttore.

PS l'inquilino ha l'assicurazione rischio locativo, ma in questo caso non è responsabilità sua il guasto nè il danno conseguente.

Grazie a tutti!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
buonasera..allo stato attuale abito con mia madre ..sono disoccuppata.
Quando mia madre sarà defunta questa casa dovrò dividerla con mio fratello.
Mio fratello percepisce una pensione di invalidità e ha un amministratore di sostegno.
Nel corso di questi anni mia madre ha accumulato debiti e quindi in caso di successione si ripercuoterà sugli eredi.
io posso decidere di pensarci se accettare l'eredità?quanto tempo?
Alto