• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

U

User_57909

Ospite
Buongiorno, io e il mio compagno stiamo cercando di comprare una casa. Siamo riusciti a firmare la proposta d'acquisto dopo un po' di compromessi. La casa è bifamiliare, abbiamo dovuto firmare con il venditore, il vicino usufruttuario e il proprietario dell'altra unità per la divisione dell'esterno. Siamo giunti ad un accordo. Firmato e fatto noi un assegno. Adesso dopo 6 giorni dalle firme il venditore ci comunica che il vicino ci ha ripensato sulla divisione. Può tirarsi indietro anche se ha firmato? Se a noi non va bene il cambiamento dopo le firme dovremo rinunciare. Non c'è un vincolo per il venditore sulla proposta? L'assegno ci torna indietro così o deve raddoppiarlo? Ancora non lo ha incassato.
 

Fift@

Membro Assiduo
Professionista
Impossibile rispondere senza sapere cosa avete firmato. Le promesse a voce ricorda che non hanno nessun valore
 
U

User_57909

Ospite
Non è stato fatto a voce. Hanno firmato anche sulla piantina con la divisione.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Non è stato fatto a voce. Hanno firmato anche sulla piantina con la divisione.
Come detto sul forum “gemello” , non si capisce perché hai dovuto firmare tu un accordo con il vicino, per una cosa che riguarda il venditore.
Se il venditore ti ha promesso qualcosa che non è più in grado di vendere sarà inadempiente, e, se non ci sono condizioni sospensive, dovrebbe renderti il doppio della caparra, anche se non ha incassato l’assegno, ma l’ha solo solo ricevuto.
Naturalmente per rispondere compiutamente bisognerebbe leggere quanto firmato.
 

Fift@

Membro Assiduo
Professionista
Buongiorno, io e il mio compagno stiamo cercando di comprare una casa. Siamo riusciti a firmare la proposta d'acquisto dopo un po' di compromessi. La casa è bifamiliare, abbiamo dovuto firmare con il venditore, il vicino usufruttuario e il proprietario dell'altra unità per la divisione dell'esterno. Siamo giunti ad un accordo. Firmato e fatto noi un assegno. Adesso dopo 6 giorni dalle firme il venditore ci comunica che il vicino ci ha ripensato sulla divisione. Può tirarsi indietro anche se ha firmato? Se a noi non va bene il cambiamento dopo le firme dovremo rinunciare. Non c'è un vincolo per il venditore sulla proposta? L'assegno ci torna indietro così o deve raddoppiarlo? Ancora non lo ha incassato.
Chiedilo su un altro forum, come i gratta e vinci, prima o poi vinci
 

Fift@

Membro Assiduo
Professionista
Se non sappiamo cosa hai firmato e con chi, quali risposte vuoi avere? I dubbi non potevi chiarirli prima di impegnarti?
 

Marcuse1948

Nuovo Iscritto
Professionista
Bisogna leggere la proposta d'acquisto. In genere le agenzie fanno sottoscrivere una proposta irrevocabile fino ad una certa data, trascorsa la quale il compratore se non c'è l'accettazione scritta del venditore può tirarsi indietro.
 

BJMAKER

Nuovo Iscritto
Professionista
Bisogna leggere la proposta d'acquisto. In genere le agenzie fanno sottoscrivere una proposta irrevocabile fino ad una certa data, trascorsa la quale il compratore se non c'è l'accettazione scritta del venditore può tirarsi indietro.
Certo, nel frattempo chi ha aperto la discussione si è allegramente cancellato
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Alto