• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Manuela Fragale

Nuovo Iscritto
Agevolazioni fiscali per la vendita della prima casa, la prova dell'uso abitazione spetta al contribuente


(11/11/2009)

Corte di cassazione, sentenza n. 20094 del 18 settembre 2009


La Corte di Cassazione con sentenza n.20094 del 18 settembre 2009, ha sancito la possibilità per il contribuente di usufruire della agevolazione fiscali previste per chi vende, entro il primo quinquennio dall’acquisto di un immobile, qualora questi ottemperi all’onere della prova, posto a suo carico, di aver adibito a propria abitazione o dei propri familiari, l’immobile de quo. Risulta consequenziale la non tassabilità della plusvalenza derivante della vendita dell’immobile stesso.

(fonte: condominioweb.com, 11 novembre 2009)
 

StLegaleDeValeriRoma

Membro Assiduo
Professionista
Ovviamente e come sempre vige l'onere della prova, la sentenza indicata tuttavia non è particolarmente chiara e va confrontata con altre che hanno deciso in materia.
Avv. Luigi De Valeri:daccordo::daccordo:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto