• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

sjg

Membro Attivo
Un proprietario del nostro condominio ha trasformato la sua soffitta in un appartamento indipendente con cucina, soggiorno, bagno, due camere e grandi Velux senza ottenere il permesso dal comune e senza notificare l'amministratore condominiale. La soffitta risulta ancora censita come tale e perciò il proprietario contesta la nuova tabella millesimale che attribuisce un valore più alto alla sua proprietà. Ha ragione?
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Basta fare la segnalazione di abuso edilizio, ad esempio sul sito del comune di Roma c'è una pagina dedicata, alla quale si può accedere dopo essersi autenticati con lo SPID: ovviamente la segnalazione NON E' ANONIMA.

Poiché il postante scrive da Verona, dovrà verificare quali sono le modalità di segnalazione degli abusi edilizi al comune di Verona, magari partendo dal sito ufficiale.
 

sjg

Membro Attivo
La denuncia in Comune delle irregolarità edilizie sarà fatta, ma il problema urgente è che il proprietario rifiuta di accettare l'attribuzione di una quota millesimale più alto sostenendo che "se scelgo di abitare nella mia soffitta questo non vuol dire che diventi un'appartamento". Ha gia minacciato di far causa.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
La denuncia in Comune delle irregolarità edilizie sarà fatta, ma il problema urgente è che il proprietario rifiuta di accettare l'attribuzione di una quota millesimale più alto sostenendo che "se scelgo di abitare nella mia soffitta questo non vuol dire che diventi un'appartamento". Ha gia minacciato di far causa.
Avete deliberato le nuove tabelle millesimi in assemblea ?
 

sjg

Membro Attivo
Poiché i documenti catastali non corrispondono alla situazione attuale, l'architetto che ha stilato la nuova tabella ha dovuto visitare la proprietà. La tabella da lui stilata è stata approvata in assemblea (assente il proprietario interessato) che poi è stato impugnata dallo stesso proprietario.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
"se scelgo di abitare nella mia soffitta questo non vuol dire che diventi un'appartamento"
L'utilizzo di una soffitta come appartamento comporta dei rischi a livello condominiale che non ci sarebbero se venisse usato come soffitta: allagamento, corto circuito, scoppio, e così via.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
La tabella da lui stilata è stata approvata in assemblea (assente il proprietario interessato) che poi è stato impugnata dallo stesso proprietario.
Intanto smontategli il castello di carte che si è costruito da solo, segnalando l'abuso non solo al comune ma anche ai vigili che visiteranno e daranno disposizione di sgombero immediatamente esecutiva.
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
La tabella da lui stilata è stata approvata in assemblea (assente il proprietario interessato) che poi è stato impugnata dallo stesso proprietario.
La conseguenza della sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione n. 18477/2010,è che, in base a tale sentenza, anche per la tabella A – generale, prima detta anche della proprietà, non sarà più necessario, per approvare modifiche o variazioni alla ripartizione dei millesimi, il consenso unanime dei condomini, essendo sufficiente la maggioranza qualificata di cui all’articolo 1136, secondo comma, c.c. e cioè la maggioranza dei presenti in assemblea che raggiungano 500/1000.
Ora se allo stato di fatto nella mansarda che magari era catalogata C2 (magazzino, luogo di deposito), ed aveva ottenuta la abitabilità come C2, ora c'è un appartamento, se questo rispecchia i criteri (altezze e ampiezze dei locali, e loro rapporti aeroilluminanti) di abitabilità comunali, o i criteri di recupero dei sottotetti, il vostro consulente ha fatto bene a calcolarlo come nuova abitazione altrimenti ha sbagliato.
 

sjg

Membro Attivo
È pacifico che uno non deve convertire una soffitta non abitabile in appartamento. Ma questo l'ha fatto e minaccia anche cause se pretendiamo che paga le spese come abitazione.
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
una soffitta non abitabile
i sottotetti abitabili si chiamano Mansarde
i sottotetti non abitabili si chiamano Soffitte
Mansarde e Soffitte hanno la loro abitabilità specifica: nelle Mansarde le persone possono soggiornare "ad libitum", cioè ci possono vivere, nelle Soffitte le persone ci possono stare per il tempo necessario per sistemare le cose che possono esservi poste, quindi è una abitabilità limitata.
Negli anni scorsi tutti i Comuni d' Italia hanno fatto dei piani di recupero e quindi l'abitabilità abitativa dei sottotetti modificando i requisiti essenziali per l'abitabilità.
Se l'appartamento costruito dal condomino rientra in questo piano di recupero l'appartamento avrà i suoi millesimi di proprietà, altrimenti no rimarrà una soffitta non abitabile.
Voi, condominio, potete solo segnalare la situazione all'ufficio abusi edilizi della Polizia Municipale la quale confermerà la abitabilità o la non abitabilità dei locali e, potrebbe, imporre la demolizione di bagni e cucina, se emergesse che la soffitta è data in affitto.
La non abitabilità dei locali non impedirà al condomino di andarci ad abitare.
 

sjg

Membro Attivo
La soffitta non ha e non avrà l'abitabilità. Il proprietario ci abita. La tabella millesimale nuova che valuta l'immobile come appartamento visto i miglioramenti elencati sopra è invalida?
 

sjg

Membro Attivo
Il proprietario ha tentato inutilmente di vendere la soffitta nello stato sopra descritta e in mancanza dei prerequisiti di legge ha deciso di viverci. Nel redigere la nuova tabella millesimale il tecnico ha segnalato la non abitabilità della proprietà ma tenendo conto dello stato attuale ha applicato i parametri di una abitazione 'normale'. Il proprietario minaccia causa per l'aumento millesimale.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Il proprietario minaccia causa per l'aumento millesimale.
La nuova tabella approvata in assemblea fa legge. Se non paga in base ai nuovi parametri subirà decreto ingiuntivo. E se vuole intentare una causa destinata al (suo) fallimento, fatelo fare. Di sicuro una soffitta non può essere trasformata in appartamento, e lui lo sa bene, e non solo per i rischi (elettrici, idrici, ...) in più che si corrono a livello condominiale. E' chiaro, il proprietario sta "abbaiando" nel tentativo di spaventarvi, ma se davvero decidesse di denunciarvi, risponderete per le rime con l'avvocato del condominio (sicuramente ne avrete almeno uno di riferimento, se non è l'amministratore stesso).
Nell'attesa, segnalate ai vigili del fuoco che verranno in "visita di cortesia", sanzionandolo e intimandogli di sbaraccare quanto prima.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Principia ha scritto sul profilo di Gianco.
Giaco ho letto che sei professionista che lavoro fai? Potrei contattarti telefonicamente se sei in tecnico?
Alto