1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In questi giorni i media stanno ritornando alla carica con l'argomento sul riconoscimento delle coppie omosessuali e delle coppie eterosessuali di fatto. Mentre per le coppie omosessuali sono convinto sia un atto dovuto, mi lascia perplesso il riconoscimento delle coppie eterosessuali. Queste hanno a disposizione l'istituto del matrimonio civile se non sono cristiani cattolici credenti e l'istituto del matrimonio religioso concordatario se sono credenti, che in questo caso è anche un Sacramento. Con l'avvento del divorzio breve, che libera in tempi brevi le persone già sposate, non vedo la necessità di annotare e quindi registrare dal punto di vista civilistico le coppie eterosessuali. Io vedo che la maggior parte dei giornalisti si danno da fare per enfatizzare questo nuovo istituto sopratutto per far accedere al superstite ai benefici della pensione, della eredità, dell'affitto della casa ecc... ecc... . Ma non si fa prima ad abolire il matrimonio? Diciamo dalla data di abolizioni del matrimonio le coppie etereosessuali che decidono di vivere assieme, passano in comune presso lo sportello dell' Ufficiale di Stato civile per dichiarare che loro sono una coppia e che fanno una famiglia: una formalità come per fare la carta di identità. Tanto per il riconoscimento della paternità oggi c'é il DNA e poi con l'abolizione della differenza tra figli legittimi e figli illegittimi, con tutto quello che ne consegue dal punto di vista ereditario, non c'é più bisogno dell' istituto del matrimonio.
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non sono d'accordo per l'abolizione del matrimonio, perché è pur sempre un giorno importante per chi lo desidera. Purtroppo sovente lo si affronta con immaturità, anche perché cambiando idea è relativamente facile interrompere l'effetto civile. Io sono quasi divorziato, ma ricordo con piacere la cerimonia e la festa con parenti ed amici, tornando indietro lo rifarei. Per chi vuole optare si sta procedendo all'istituzione del registro delle unioni civili, che risolverà tutti i problemi in sospeso per chi non vuole percorrere la strada tradizionale. Il mio parere: che grigiore!
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sono completamente d'accordo.
    Io credo che abbiamo più o meno la stessa età. Mi sembra che siamo passati "dallo scasso al lasso". Una volta, diciamo prima del divorzio, mi ricordo con quale circospezione si parlava delle coppie conviventi: ed a quei tempi le donne non lavoravano. Se veniva a mancare il maschio, la signora, se non era stata protetta con una assicurazione o con un testamento, si veniva a trovare con il sedere per terra. E questo era il meno; il carico glielo davano i parenti del defunto e tutti i parenti della tapina che biasimavano la scelta di vivere "more uxorio" di vivere nel peccato secondo la Chiesa e nell' illegalità secondo la legge repubblicana.
    Praticamente oggi quasi tutti i giovani fanno l'esperienza della convivenza: si era partiti con il dire "beh in fondo è giusto che provino come si vive il vero rapporto di coppia"; poi si è andati avanti fino al primo figlio. Adesso queste famiglie di fatto vogliono gli stessi diritti delle famiglie che sono state civilisticamente omologate. Qualcuno mi deve spiegare che differenza c'é tra il matrimonio civile etero che è una cerimonia che dura 10/15 minuti (dipende dal numero delle celebrazioni) ed il recarsi allo sportello comunale per presentare una autodichiarazione di convivenza, con tutti gli annessi e connessi che richiede un atto che pretende di assumere gli stessi valori di efficacia del matrimonio civile. Diverso è il discorso per le coppie omo.
     
  4. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    burocraticamente scrivendo, secondo me la differenza è notevole.
    nella cerimonia civile c'è sempre un funzonario in sostituzione del sindaco che ricorda i DOVERI coniugali, e poi voui mettere la preparazione della festa, l'ansia per il giorno che cambierà veramente la vita di coppia, la preparazione con l'elenco degli invitati, il menu della sala ricevimentti, ecc. ecc.
    vi ricordate quando si andava a denunciare la nascita di un figlio all'anagrafe? un distratto impiegato che scriveva sottodettato, due testimoni trovati per caso fuori dell'ufficio, finti auguri per la nascita e poi a casa. ecco così io vedo l'autodichiarazione di convivenza. una botta e via.
    noi umani viviamo anche di ansie, attese, aspettative, ricerca di un qualcosa che abbiamo già ma che cerchiamo da un'altra parte, altrimenti come dice Gianco che grigiore......e non solo.:triste:
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io proprio non capisco: se si vogliono i diritti e si accettano i doveri del matrimonio basta perdere 15 minuti in comune e sposarsi. se non lo si fa secondo me è perchè non si vogliono diritti e soprattutto doveri e allora perchè imporglieli?
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ecco queste sono accessori ed in quanto tali non indispensabili. Si può essere più morigerati. Non so se hai letto la mia risposta ad un tuo intervento sulla ricchezza del Nord e del Sud Italia nella quale raccontavo del sopravvissuto a due matrimoni ed ad una comunione. Circa 7 anni fa mi trovavo a Mosca nei giardini prospicenti il Cremlino: in mezzo ai fiori c'erano tante coppie in abito da cerimonia che facevano le foto di rito vicino alle fontane ed all'equivalente del nostro Altare della Patria. Mi ha colpito il fatto che i parenti, per la verità non molti, tutti tirati a lucido con i fagotti in mano pranzavano all'aperto in mezzo ai turisti. Io non dico di fare uguale; ci sarà una via di mezzo.
    Non ci si sposa per mangiare: lo dice uno che pesa 130 kg.
     
    A arciera piace questo elemento.
  7. arcore

    arcore Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Bene tutti avete detto la vostra circa il non fare un matrimonio in caso di conviventi ,ma solo una dichiarazione di convivenza questo passi,non capisco invece l'omologazione delle coppie gay alle coppie etero,questo è una stortura dell'essere umano,se due vogliono stare insieme non chieda privilegi se non sono etero ,stiano insieme e la smettano di pavoneggiare che è uno strazio questo continuo parlare di gay....
     
    A Rosario1955 piace questo elemento.
  8. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    In merito ho eseguito, rovinandole, due canzoni polacche:

    1.

    2.
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ma io non detto di equiparare le coppie gay a quelle etero. Nel voler lasciare in essere l'anagre delle coppie di fatto solo per loro si separerebbero le funzioni: matrimonio solo per gli etero e registro coppie di fatto solo per gli omo.
     
    A arciera piace questo elemento.
  10. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Bene alle nozze gay, anzi diciamo "Auguri e figli maschi!", ma teniamo in considerazione il fatto che in tal modo il numero delle pensioni di reversibilità aumenta e l'INPS potrebbe avere problemi di solvibilità.
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Scusa se un gay che ha lavorato tutta una vita muore perché non può lasciare la reversibilità della sua pensione al suo compagno? Lui ha versato i contributi che gli danno diritto alla pensione; se fosse un etero sposato alla moglie spetterebbe la reversibilità. Forse l' INPS deve sparagnare su queste situazioni per riconoscere pensioni a coloro che non versato i contributi, ma grazie a perverse regole, vanno in pensione con il trattamento pensionistico del grado superiore.
    Pensa invece alle migliaia di immigrati lavoratori in nero, che non hanno mai versato un centesimo di contributo, ma che quando avranno 70 anni busseranno cassa per avere una pensione sociale. Quelli si che metteranno in crisi l' INPS; l'unica cosa che mi consola e che io penso, anzi mi auguro, di essere già passato a miglior vita.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    io sono per il riconosciumento delle coppie omo di fatto; ma però mi fermo lì: niente figli in adozione o naturali ottenuti tramite madri surrogate o, per le lesbiche, attraverso inseminazioni eterologhe.
    Non dimentichiamoci che noi apparteniamo al mondo animale; in questo mondo ci si riproduce prevalentemente per via sessuale: cioè attraverso un atto sessuale che prevede l'utilizzo di un organo donatore di liquido seminale ed uno recettore che mette a disposizione delle uova da fecondare. L'atto sessuale provoca piacere nella razza umana che lo pratica tanto è vero che lo si fa anche, e prevalentemente, per non avere prole. Anzi si sono sviluppati metodi per non avere figli.
    Le coppie omo non possono avere figli perché il loro atto sessuale è sterile provoca solo piacere.Per questo motivo ritengo che le coppie omo non possano avere figli, anche se ci sono tecniche che possono consentire a costoro di avere figli attraverso una semplice triangolazione: per i gay trovano un utero in affitto; per le lesbiche fanno l'inseminazione artificiale eterologa.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  13. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    questa è sicuramente una buona idea, non da proporre e basta, ma da realizzare.
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il fatto di propendere per una convivenza piuttosto che per un matrimonio, spesso risiede in una scelta consapevole e ponderata delle parti, diretta proprio ad evitare di sottomettersi alle norme giuridiche previste in materia di matrimonio.
    Anche qua potrebbe esserci una spiegazione economica.
    Giusto poter dare la possibilità agli omosessuali di vedersi riconosciuta la loro normalità. (entrare nella norma) Certo non dovrebbe chiamarsi "matrimonio" parola che per loro è paradossale, sia per due maschi che per due femmine. (una sola madre)
    [DOUBLEPOST=1403713203,1403713134][/DOUBLEPOST]
    io no. Io appartengo al mondo spirituale. Credo sia questo che ci distingue dal mondo delle bestie
     
    Ultima modifica: 25 Giugno 2014
  15. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    infatti gli accessori ci aiutano a rendere unica la festa.
    il matrimonio è un'altra storia.
     
  16. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Per passare a miglior vita devi darti da fare.
     
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    eh lo spirito......bella invenzione. Io purtroppo appartengo alla categoria dei materialisti.
     
  18. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    La fisica dice che c'è anche l'antimateria. E Arciera è antimaterialista!
     
  19. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Infatti chi mi tocca si smaterializza. Criscuolo, mio bel materialone, sotto la scorza dell' adipe batte un buon cuore. Quel cuore si contrae per scintille di luce. Ti piace più chiamarla energia. Luce, e' identica. Quella luce che nel sanscrito si chiama "deva" , il divino, noi possiamo capirla. e' una forza, lo spirituale.
     
  20. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    A Roma ci sono delle deve bone, ma così bone (sarà la leggerezza ed esiguità dei vestiti estivi) che ridanno la vista ai ciechi - tanto che lavorano h24 all'oftalmico di Piazzale degli Eroi - e alla luce tanti pargoli (per la Patria).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina