1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. affitto

    affitto Membro Junior

    Buongiorno a tutti, vorrei un vostro consiglio su quanto di seguiro riportateo.

    Ho stipulato un contratto di locazione transitoria di 12 mesi. Dopo 6 mesi il conduttore ha smesso di pagarmi.
    Inoltre non paga le utenze (acqua, corrente e gas) intestate a me.

    Tenendo conto di quanto riportato nel contratto d'affitto:

    "Per quanto riguarda il rimborso delle spese relative ai consumi di energia elettrica, acqua e gas, le cui utenze sono intestate ai locatori, il conduttore conferisce fin d’ora mandato irrevocabile ai locatori di provvedere al pagamento in nome e per conto del conduttore stesso, obbligandosi a rimborsare ai locatori in contanti o con bonifico bancario, contestualmente ai canoni d’affitto, le fatture a lui fatte pervenire in copia e senza sollevare alcuna eccezione o riserva, pena la cessazione delle utenze."​

    .....
    Inoltre nel contratto è riportato anche quanto segue:

    "Tutte le clausole del presente contratto hanno carattere essenziale e quindi il mancato rispetto anche di una sola di esse ne comporterà la sua risoluzione ipso iure salvo i danni. In particolare le parti pattuiscono che per far valere qualsiasi diritto derivante dal presente contratto il conduttore dovrà essere in regola con il pagamento del canone di locazione e di quant’altro dovuto anche per oneri accessori e che deve ritenersi inadempimento grave, tale quindi da giustificare l’immediata risoluzione del contratto, il mancato versamento nei termini previsti anche di una sola mensilità del corrispettivo pattuito."​



    e che tali clausole sono state sottoscritte anche ai sensi dell’art. 1341 C.C (cioè, hanno carattere essenziale e vengono perciò, previa lettura, singolarmente approvate dai contraenti).

    Dopo aver sollecitato più volte con sms e verbalmente il pagamento di quanto dovuto posso realmente procedere al distacco delle utenze?
    Legalmente è lecito?

    Vi ringrazio anticipatamente
    Cordiali saluti
     
  2. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    posso solamente risponderti (senza tu ti offenda ) che oggi gli inquilini agli articoli di legge ,sms,cause legali,rimborsi e sfratti rispondono tutti in una unica maniera...:risata::risata::risata::risata::risata::risata::risata::risata::risata::risata:...e togliere le utenze non serve a nulla,se hanno la residenza,perche' si sottoscrivono un nuovo contratto a loro stessi intestato: sei fortunato ,come locatore, se ancora pagano le eventuali spese condominiali.....
     
    A piace questo elemento.
  3. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Mai lasciare intestate a se stessi come locatori le utenze dell'immobile locato. Purtroppo quanto leggo è vero per il comportamento di molti inquilini ma ciò non toglie che si possa e debba contestare subito l'inadempimento ed avviare, ovviamente con il contratto registrato regolarmente, la procedura per liberare l'immobile.;)
     
  4. affitto

    affitto Membro Junior

    Preciso che l'inquilino non ha la residenza nel mio appartamento e che il contratto è regolarmente registrato.
     
  5. affitto

    affitto Membro Junior

    Secondo lei, visto il contratto, posso interrompere le utenze?
    Potrei ad esempio iniziare a chiudere il contatore del gas che ha un rubinetto con chiave. Il gas non dovrebbe nemmeno rientrare nei servizi essenziali. Magari potrebbe essere un segnale per l'affittuario per accelerare il suo "addio".
    Grazie
     
  6. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo con l'avv. DeValeri. Mai lasciare le utenze intestate a se stessi. Per un solo motivo, semplice ed intuibile. L'affittuario se ne andrà tranquillamente lasciandoti tutto il resto da pagare. Enel-Gas-Acqua e forse anche TARSU. Ciò in quanto difficilmente la fatturazione di tali incombenze coincide con le date di rilascio degli immobili. Se già adesso non ti paga l'affitto ed i consumi.....figurati se si presenterà per pagare le bollette alla scadenza dell'affitto!!!
    Dai la disdetta delle utenze e .....mettiti sulla riva del fiume......
     
  7. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Direi di non insistere verbalmente e con sms ma, a questo punto, provare ad inviare una raccomandata di messa in mora con l'intimazione a lasciare l'abitazione non senza aver saldato le pendenze relative ai mesi di affitto ed alle bollette dei consumi, preavvertendo che se ciò non avviene entro 15 giorni si darà avvio alle pratiche legali per lo sfratto ed il recupero forzoso del credito
    Può non ritirare la raccomandata, ma la notifica si intende effettuata trascorsi i 30 giorni di giacenza.
    A questo punto hai tutte le ragioni per agire con un legale per ottenere lo sfratto.
    Staccare le utenze chiudendo i rubinetti significa, per alcuni giudici, attuare un esercizio arbitrario delle proprie ragioni, perseguibile penalmente. Non te lo consiglio.
     
  8. affitto

    affitto Membro Junior

    Innanzi tutto grazie a chi ha risposto.
    Per fortuna sono riuscito a fargli firmare una lettera dove mi ha dato la disdetta anticipata con la riconsegna delle chiavi il 31 maggio (speriamo bene!). Quindi non mi ha dato il preavviso previsto dal contratto, ma da quanto ho letto sul forum devo essere contento che se ne vada.
    Ovviamente non mi ha pagato più e dovrò usare gran parte del deposito per il canone, le bollette e e qualche danno fatto.

    Quindi quando riaffitterò l'appartamento inserirò nel contratto l'obbligo di effettuare le volture delle utenze.

    Mi confermate che qualora l'affittuario non le paghi, io dopo nuova voltura al termine della locazione non dovrò nulla alle società fornitrici?
    Saluti
    Marco
     
  9. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certo, le forniture di acqua, luce e gas prevedono dei veri e propri contratti tra gli enti fornitori da una parte e l'utente dall'altra. Pertanto non vi sono terzi coinvolti quali garanti. Qualora la parte sottoscrivente il contratto di fornitura diventi inadempiente, l'ente può rivalersi solo su di essa e sui beni di sua proprietà, non certo sui beni di proprietà di altri e nemmeno negare il contratto di fornitura ad un terzo anche se questi è proprietario dell'immobile per il quale la fornitura non è stata saldata.
     
  10. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    dal New York Times:
    Tra un mese banche italiane bloccheranno prelievi dai conti correnti


    Il prossimo mese la Grecia esce dall'Euro e in Spagna ed Italia, le banche bloccheranno il prelievo dai conti correnti. E' l'ipotesi che scrive sul New York Times del 13 maggio 2012 Paul Krugman: non un giornalista qualsiasi, ma il premio nobel per l'economia nel 2008.

    questa e' l'ultima che ho scoperto in internet.....:soldi::soldi::soldi::soldi::soldi::soldi::soldi::soldi:
     
  11. miabaletta

    miabaletta Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    riguardo all'esercizio arbitrario delle proprie ragioni, se io non pago le bollette a me proprietario intestate e l'enel procede al distacco per morosità, legalmente c'è differenza?

     
  12. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Direi che c'è differenza. In questo caso chi provvede al distacco è autorizzato a farlo in base a un contratto di fornitura regolarmente sottoscritto.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La domanda si riferiva ad altra differenza.
    Tra:
    - richiesta del locatore al fornitore di distacco dell'utenza intestata al locatore stesso, ma utilizzata dal conduttore moroso
    e
    - locatore che fa in modo di diventare moroso, in modo che il fornitore stacchi l'utenza stessa.
     
  14. miabaletta

    miabaletta Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Esatto, proprio così
     
  15. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Infatti, intendevo dire che se il locatore fa in maniera di diventare moroso in modo che il fornitore stacchi l'utenza, chi provvede al distacco è autorizzato a farlo in base a un contratto di fornitura regolarmente sottoscritto, non a una richiesta o a un arbitrio.
    Non c'è in tal caso un'iniziativa diretta da parte del locatore nel chiedere o attuare il distacco, pertanto non dovrebbe potersi configurare un'azione arbitraria.
    Dico "dovrebbe" poiché la valutazione finale spetta sempre al giudice nel corso di un eventuale giudizio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina