1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Paolo62

    Paolo62 Nuovo Iscritto

    Buonasera,

    una rapida lettura a qualche post del forum e già mi sento in "buona" compagnia e per questo ancor più depresso...
    che sfiga, incappare in un inquilino moroso!
    Non sono molto convinto di avviare la via crucis dello sfratto anche perchè parlo di una famiglia composta anche da due bambini in età scolare...
    lui lavora ma non viene pagato (a sentire il suo datore pare proprio vero) lei è rimasta disoccupata (ma è mai stata occupata?) ... non pagano l'affitto da 5 mesi e neanche le spese condominiali (con arretrati pure dall'anno passato)...
    Mi chiedo: la presenza dei due bambini mi complicherà ancora di più le cose?

    Grazie,

    Paolo62
     
  2. Mariangela Morelli

    Mariangela Morelli Membro dello Staff

    Il giudice purtroppo ne terrà conto nella determinazione del giorno di convalida dello sfratto.
    Anche quando vi sarà l'accesso dell'Ufficiale Giudiziario, la presenza di minori è senza dubbio influente.
    Del resto se non inizi l'iter dello sfratto per morosità staranno dentro A VITA gratis e tu sarai costretto a pagare le imposte su canoni mai percepiti!
    Solo la convalida dello sfratto da parte del giudice ti consente di non pagare tasse su quanto NON percepisci, altrimenti, oltre a non prendere nulla, sei anche costretto a pagare l'IRPEF e la tassa di registro su quanto NON HAI PERCEPITO.
    E' molto ingiusto ma è così.:fiore:
     
    A enricotris piace questo elemento.
  3. smoker

    smoker Membro Attivo

    Mariangela ha ragione. Muoviti in fretta, altrimenti di fatto, il peso sociale dei tuoi inquilini, continuerà a gravare sulle tue spalle.

    smoker
     
  4. Salvatore Schiavone

    Salvatore Schiavone Membro dello Staff

    A fronte del perdurare della morosità, il giudice non avrà altra alternativa che convalidare lo sfatto, nonostante la presenza di due minori nel nucleo familiare. Piuttosto, è da evidenziare che la presenza di figli minori incide sulla fase successiva di esecuzione dell'ordine di rilascio dell'immobile mediante l'assistenza della forza pubblica. Infatti, a differenza degli adulti, i bambini non potranno essere messi in mezzo alla strada. Per tale motivo, nella prassi si verifica quasi sempre che l'Ufficiale Giudiziario rinvia l'esecuzione dello sfratto fino a quado i Servizi sociali del Comune non avranno trovato una nuova abitazione per il nuocleo familiare. Poiché le abitazioni (comunali) non sono facilmente disponibili, molte volte i Servizi sociali si obbligano a pagare il canone di locazione per un certo numero di mesi, fino a quando non avranno trovato una sistemazione alloggiativa per la famiglia. Nei casi estremi, ove non sia possibile trovare una soluzione, mi risulta che i bambini vengono allontanati dai genitori e affidati dai Servizi sociali ad una Comunità.
     
    A franca s piace questo elemento.
  5. Paolo62

    Paolo62 Nuovo Iscritto

    Accidenti, che prospettiva...
    sia per me che per loro!
    Anche se, davvero, non pensavo di affrontare questi ostacoli...
    Mi sono informato presso un legale: a Torino, tempistiche sfratti 6-7 mesi, costo della pratica 1200€...e una volta ricevuta la "grazia" del giudice, continuando a non pagare, si ricomincia tutto da capo...
    Grazie mille per l'assistenza. Vi farò sapere come è andata.
    Paolo62
     
  6. Mariangela Morelli

    Mariangela Morelli Membro dello Staff

    Ribadisco: meglio sempre ottenere la sentenza di sfratto come ti ha detto SCHIAVONE.
    Ciò ti consente almeno di non pagare l'IRPEF e la tassa di REGISTRO!
    Se non hai la convalida del Giudice, al danno si aggiungerebbe la beffa pagando le tasse su ciò che non percepisci!!!!!!!!!
     
  7. fabrizio

    fabrizio Membro Attivo

    molto utili le vostre esperienze ora però vi pongo io un altra situazione.
    Poniamo che io abbia dato in locazione un appartamento ad una persona sola.
    Questa in un secondo momento ( per esempio contratto 4+4 regolarmente registrato, un anno dopo ottiene un ricongiugimento familiare) in caso di morosità dato che la situazione è cambiata successivamente alla stesura del contratto lo sfratto sarebbe più sempilice oppure no???

    Grazie e un saluto a tutti.
     
  8. Salvatore Schiavone

    Salvatore Schiavone Membro dello Staff

    Se l'inqulino ottiene un ricongiungimento familiare (che, a mio avviso, non può essere impedito dalla proprietà), le cose non cambiano. Al più potranno complicarsi in presenza di figli minori.
     
    A CARDA e piace questo messaggio.
  9. CARDA

    CARDA Membro Junior

    Proprietario di Casa
    il mio avvocato è riuscito a sfrattare una famiglia con due bimbi.
    Mio figlio, proprietario, si è sentito in colpa, ma lui doveva pagare il mutuo ed io non potevo soatenere il peso di una famiglia non mia.
     
  10. CARDA

    CARDA Membro Junior

    Proprietario di Casa
    io ho pagato anche la tassa di registro e tra poco anche l'IRPEF. mi fate sapere se posso non pagare almeno l'IRPEF? In base a quale articolo di legge? Lo sfratto finora mi è costato 10.000 euro tra affiti non percepiti, onorario del legale e buonuscita pretesa per liberare l'appartamento.
     
  11. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Se c'è sentenza di sfratto l'IRPEF non si paga: è scritto nelle istruzioni del mod. Unico. Te le scarichi da Internet se non hai le vecchie. Se vai a presentare la denuncia dei redditi all'Agenzia delle Entrate con controllo della documentazione gli dai copia della sentenza di sfratto. (se vai a un Caf, la porti a loro)
     
  12. FamigliaGentile

    FamigliaGentile Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mi trovo ad avere un inquilino aggressivo, mezzo delinquente, che non paga da più di cinque mesi.

    Quando lo chiamo (chiedendo rispettosamente la situazione) mi risponde gridandomi parolacce e dice sempre che va via il mese prossimo, ma chiaramente ha intenzione di restare per parecchio.
    Dopo l'ultima chiamata mi ha anche detto che se continuo a chiamarlo, lui resterà ancora qualche anno senza pagare perché ha figli minori e puo' farlo.
    Sappiamo che maltratta moglie e figli, e' anche aggressivo, a volte manesco, con altre persone nel palazzo.

    Questo prende luogo a Napoli, dove non tutto funziona come dovrebbe.

    Quindi mi chiedo se qualcuno ha esperienze recenti in merito magari in Campania?
    Potrebbero intervenire i servizi sociali in questi casi?

    Grazie
     
  13. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Non ho esperienza della Campania ma credo che faccia poca differenza: non cercare più l'inquilino, mettiti in mano a un avvocato e parti con lo sfratto. Prima parti, prima risolvi.
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vero, con una precisazione aggiuntiva: la sentenza deve arrivare prima della relativa dichiarazione dei redditi.

    Se invece arriva dopo, si è costretti a dichiarare e versare le imposte anche per i canoni non percepiti.

    Quando poi arriva la sentenza, e la locazione era abitativa, si maturerà un credito d'imposta.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  15. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Giusto. Hai fatto bene a ricordarlo. Allora io non lo avevo fatto perché si era di febbraio quindi la dichiarazione dei redditi era ancora da fare mentre la sentenza c'era già, ma le cose stanno proprio così.
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Visto che siamo in vena di dettagli, occorre anche ricordare che si possono recuperare o non versare solo le IRPEF per le locazioni abitative. Per quelle commerciali l'imposta è comunque dovuta.

    OT: ieri ho imparato anche che in caso di decreto ingiuntivo per recupero del credito, lo stato pretende che la sentenza sia registrata, con imposta di bollo del 3% sul credito riconosciuto.
    Vero che presumo sia addebitato al debitore insieme alle spese legali, ma .... che lo stato faccia la cresta pure su questo .... !
    A domanda: perchè questo balzello non viene tassato alla fonte direttamente dal tribunale, la risposta dell'impiegato AdE è stata: viene liquidata da AdE perchè il tribunale non è in grado di calcolare l'importo!!!:shock:
    (In che classe elementare si impara a calcolare una percentuale?)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina