1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Sandrocchia

    Sandrocchia Nuovo Iscritto

    Nove anni fa ho comprato un appartamento in montagna. La seconda casa è un appartamento ristrutturato parzialmente in condominio di 25 appartamenti. 21 appartamenti hanno riscaldamento centralizzato a gasolio mentre 4 appartamenti (tra cui io) riscaldamento autonomo a Gas GPL (con bombolone interrato esterno e contatori personali). Io ho una certificazione di agibilità unica per tutto il condominio.
    Due anni fa è stata sostituita la caldaia centralizzata, a gasolio, con adeguamento del locale a norma. Noi del riscaldamento a Gas eravamo esclusi dalle tutte le spese, come da rogito.
    Ora i condomini del riscaldamento a gasolio hanno sollevato il problema del BOMBOLONE GPL in quanto non era stato fatto a suo tempo il sopralluogo dei Vigili del fuoco circa 20 anni fa e quindi dicono che non è a norma. Effettivamente se fosse installato ora dovrebbe avere più distanza dal condominio, più recinzione di sicurezza. Premetto che il BOMBOLONE è di proprietà della società di distribuzione del GPL (che è disponibile a metterlo a norma) ma il terreno è del condominio e vuole sapere dove riposizionare un nuovo Bombolone GPL. Altra cosa, il terreno per posizionare a distanza di sicurezza, con le nuove norme, il Bombolone GPL non c'è e rifare la nuova recinzione attorno al bombolone comporta l'utilizzo di tutto il parcheggio condominiale, già piccolo (6-8 posti auto).
    1 - Ora cosa possono obbligarmi a fare?
    2 - Unirmi alla loro caldaia a gasolio? (non voglio perché il mio impianto dentro la casa è nuovo mentre i loro tubi del riscaldamento hanno 40 anni e perdono e poi litigano in continuazione).
    3 - Possono obbligarmi a comprare un pezzo di terreno senza partecipare alla spesa? (comunque non saprei dove).
    4 - Ci sono soluzioni alternative (non c'è il gas di città)?
    Io non ho mai partecipato alle riunioni di condominio (sono completamente autonoma, con ingresso indipendente quindi esente anche da molte altre spese condominiali) quindi è nata una gelosia idiota sul fatto che sono indipendente e autonoma.

    Grazie a tutti per le risposte e i consigli, chiedo però un consiglio esperto.

    Sandrocchia

    [/COLOR][/COLOR]
     
  2. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    mi interessa l'argomento, grazie:sorrisone:
     
  3. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    L' amministratore ha titolo per chiedervi formalmente di mettere a norma l' impianto a GPL.

    Su come deve avvenire la messa a norma, l' iniziativa è vostra.

    Pertanto, vi consiglio di contattare un tecnico per immaginare una soluzione tecnica possibile, che sia condivisibile anche per gli altri condòmini non autonomi.

    Se la soluzione tecnica non esiste, valutate il modo migliore di restare autonomi senza l' ausilio del bombolone.
     
  4. Sandrocchia

    Sandrocchia Nuovo Iscritto

    Appunto questo volevo sapere ..... delle idee... alternative....:D:D .... innovative ....nuove ....che ancora non conosco ....i tecnici non hanno saputo rispondermi ..... vorrei anche un parere legale comunque.
    La certificazione di abilitazione generale del condominio è del 2006 ... 3 anni fa....
    In pratica il condominio risulta a norma.

    Grazie Sandrocchia
     
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    1-innanzitutto andrebbe valutato se effettivamente è o non è a norma l'impianto visto che ci sono due posizioni contrastanti ; l'ente piu' qualificato mi paiono i Vigili del Fuoco
    2-ammesso che non sia a norma, a livello tecnico verificare se esistono valvole di sicurezza non conosciute al personale tecnico ( spesso radicato sull'esistente per pigrizia). Si pensi all'impanto GPL : le auto con l'impainto vecchio non possono parcheggiare nel sottosuolo; quelle con l'impianto nuovo si, seppure limitatamente al primo piano; ....la tecnica evolve.
    3-scartata ogni possibilità non vedo altra soluzione che collegarsi all'impianto degli altri magari ponendo come condizione l'installazione di valvole termostatiche o contacalorie , soluzione mediana che dovrebbe andare bene a tutti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina