• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
in ogni caso, in questo momento non possediamo nessun originale che attesti la mia nomina
Se ritieni di essere stato leso, muoviti con un legale, e di corsa, anche.
Male hai fatto a non fare le foto del verbale a fine assemblea.
Lo consiglia molto spesso @Franci63 per evitare appunto che vengano modificati o spariscono inghiottiti magicamente dai buchi neri dell'universo.
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
cerco di ritornare al tema,

è quasi-reale la parte "Si verbalizza il tutto. L'amministratore ancora in carica fugge col verbale, di seguito non consegna copia del verbale a nessuno e intanto dichiara via email che l'elezione non è valida." - quindi IL VERBALE, con tutte le votazioni, che è stato firmato dal presidente e da altri condomini viene "stravolto" , scusate il temine, da dichiarazioni fuori-verbale ?

e il verbale, allora, a cosa serve e servirà in futuro ?

comunque, a questo punto, meglio indire quanto prima una nuova-assemblea e non permettere deleghe inopportune : si può chiedere un'altra assemblea, entro un mese giusto ?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma che modo di rispondere hai, stamattina?
Visto che dovresti conoscermi da tempo... prova a chiederti quando replico in tal modo...ma per farlo "estraniati" dal momentaneo risentimento per le dovute bacchettate e giudica quanto hai scritto.

Ad uno sprovveduto nuovo arrivato concedo sempre le attenuanti del caso (difendo sempre il diritto di intervento/parola...anche di chi non ha cognizione in materia)...ma da chi è frequentatore da tempo mi aspetto che abbia fatto tesoro e bagaglio di quanto spiegato nel corso degli anni.
E trasecolo quando leggo certe "stupidaggini" da chi solitamente è più avveduto.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
si può chiedere un'altra assemblea, entro un mese giusto ?
Ci sono 30 giorni per contestare il verbale una volta ricevuto. Se nessuno l'ha ancora ricevuto, ma nel frattempo è arrivata la mail dell'amministratore che dichiara nulla la tua nomina, direi che puoi iniziare a muoverti con un legale per contestare questa mail, se ritieni che i tuoi diritti siano stati lesi. Con l'occasione, tramite il legale fatti consegnare copia del verbale che è stato di fatto modificato con la mail dell'amministratore che annulla la tua nomina per presunti vizi nella votazione.
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
mi sono espresso male

la domanda è questa :
  • è vietato o impossibile, raccogliere da domani le firme per fare una nuova assemblea con specifico ODG "nomina nuovo amministratore" entro 1 mese ?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Se non sono avvocato significa che non devo controbattere le cose che scrivi tu che parli di delega all'amministratore che NULLA C'ENTRA?
Chi ha scritto (impropriamente) questo:


Ma se questa persona ha 3 deleghe? Può usarle per votare se stesso?
Non so la risposta, bisognerebbe fare una ricerca (molto mirata) su internet.
Se trovo qualcosa, lo posterò qui.
quindi LIMITATAMENTE alla nomina di amministratore, a mio avviso non può né votare a favore di se stesso, né tantomeno usare le 3 deleghe per ottenere 3 voti in più con relativi millesimi.
Libero di "pensare" quel che vuoi...ma io le stupidaggini le chiamo col loro nome e le evidenzio a prescindere dall'autore.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
mi sono espresso male

la domanda è questa :
  • è vietato o impossibile, raccogliere da domani le firme per fare una nuova assemblea con specifico ODG "nomina nuovo amministratore" entro 1 mese ?
Non è vietato. Sarà un'assemblea STRAORDINARIA che richiede le maggioranze previste.

FONTE: LA CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA DI CONDOMINIO: POTERI E DOVERI | Quotidiano del Condominio

La convocazione dell’assemblea straordinaria


Per quanto attiene all’assemblea straordinaria, la casistica è più articolata rispetto a quella ordinaria, potendosi suddividere le ipotesi di convocazione, a seconda del soggetto convocante, come segue: 1) quando l’amministratore ha il potere di convocarla; 2) quando l’amministratore ha il dovere di convocarla; 3) quando l’amministratore ha il dovere di convocarla su richiesta dei condomini; 4) quando più condomini insieme hanno il potere di convocarla; 5) quando il singolo condomino ha il potere di convocarla (mancanza dell’amministratore).


1) L’amministratore ha il potere di convocare l’assemblea straordinaria ogniqualvolta lo ritenga necessario (art. 66, co. 1, disp. att. cod. civ.).


2) L’amministratore ha il dovere di convocare l’assemblea straordinaria nei seguenti casi (A. Celeste, L’assemblea, in A. Celeste, A. Scarpa, Il condominio negli edifici, p. 356, Milano, 2017):


– quando abbia ricevuto una citazione o un provvedimento che esorbita dalle sue attribuzioni, per darne senza indugio notizia ai condomini (art. 1131, co. 3, cod. civ.);


– quando abbia ordinato lavori di manutenzione straordinaria che rivestono carattere urgente, per riferirne nella prima assemblea (art. 1135, co. 2, cod. civ.).


3) L’amministratore ha il dovere di convocare l’assemblea straordinaria su richiesta dei condomini nei seguenti casi:


– quando ne facciano richiesta almeno due condomini rappresentanti un sesto del valore dell’edificio, per deliberare su qualsiasi materia (art. 66, co. 1, disp. att. cod. civ.);


– quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, per deliberare, nel caso siano emerse gravi irregolarità fiscali o nel caso di mancata apertura ed utilizzazione del conto corrente condominiale, la cessazione della violazione e la revoca dell’amministratore (art. 1129, co. 11, cod. civ.);


– quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, per deliberare una innovazione vista favorevolmente dal legislatore, ovvero una di quelle indicate dall’art. 1120, co. 2, cod. civ. (art. 1120, co. 3, cod. civ.);


– quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, per deliberare sulla rettifica o modifica delle tabelle millesimali quando vi sia errore o alterazione, a seguito di mutamento delle condizioni dell’edificio, per più di un quinto del valore proporzionale di anche una sola unità immobiliare (art. 69, co. 1, disp. att. cod. civ.);


– quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, per deliberare, nel caso di attività che incidono negativamente ed in modo sostanziale sulle destinazioni d’uso delle parti comuni, la cessazione della violazione (art. 1117 quater cod. civ.).


4) Più condomini insieme hanno il potere di convocare l’assemblea straordinaria in questo caso: se almeno due proprietari rappresentanti un sesto del valore dell’edificio abbiano fatto richiesta all’amministratore di convocare l’assemblea straordinaria e questi non abbia provveduto, decorsi dieci giorni dalla richiesta i suddetti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.


5) Il singolo condomino ha il potere di convocare l’assemblea straordinaria nel caso in cui l’amministratore non vi sia (art. 66, co. 2, disp. att. cod. civ.). Si ripete qui quando detto sopra a proposito delle formalità che devono essere osservate.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Non vi è alcun conflitto di interessi per il proprietario che intende prestarsi a svolgere la mansione di Amministratore per il proprio Condominio..
Concordo
Se l'amministratore ha invalidato la TUA elezione ad amministratore, sei tu che devi iniziare a pagare circa 600 Euro per un tentativo stragiudiziale, diffidando l'amministratore dal rendere operativa questa invalidazione che ha operato a tuo danno.
L'amministratore non ha alcun potere di invalidare qualsivoglia elezione o votazione; deve eseguire quanto deciso dai condomini.
la mail dell'amministratore che dichiara nulla la tua nomina
Come sopra, una mail che non ha alcun valore
è vietato o impossibile, raccogliere da domani le firme per fare una nuova assemblea con specifico ODG "nomina nuovo amministratore" entro 1 mese ?
Non è vietato.
Ma potrebbe essere superfluo, partendo dal dato di fatto che una regolare votazione c'è già stata, e manca solo il verbale che lo attesti.
ci viene comunicato dall'amministratore, che "quell'ultima votazione" viene considerata nulla, oppure annullabile, oppure invalida per via delle mie 3-deleghe : senza esse, io non posso essere stato eletto regolarmente amministratore.
Questa "comunicazione" è avvenuta per iscritto ?
Allora, nel prendere in considerazione "l'ultima votazione", porta con se la dimostrazione che una votazione è avvenuta, e a voi deve solo interessare recuperare il verbale; gli assenti o contrari potranno impugnare, se lo vorranno ( non decide certo l'amministratore).
Io coinvolgerei chi ha fatto da presidente, che dovrebbe sollecitare l'amministratore ad inviare il verbale, e a consegnare la documentazione all'amministratore regolarmente eletto .
 
Ultima modifica:

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non è assolutamente automatico quanto dici tu.
E con questa ti becchi una profonda disamina degli sproloqui odierni:

Una persona chiaramente in assemblea non può votare per se stesso per candidarsi al ruolo di Amministratore.
Non si vota per candidarsi ...ma semmai per eleggere.

Ma se questa persona ha 3 deleghe? Può usarle per votare se stesso?
Non so la risposta, bisognerebbe fare una ricerca (molto mirata) su internet.
A quanto ho trovato sinora, la questione è ancora in sospeso:
Il condomino che si propone come amministratore e utilizza allo scopo 3 deleghe, a mio avviso, è evidentemente un "condomino portatore di interesse proprio" (l'interesse di prendere in mano il condominio), quindi LIMITATAMENTE alla nomina di amministratore, a mio avviso non può né votare a favore di se stesso, né tantomeno usare le 3 deleghe per ottenere 3 voti in più con relativi millesimi.
Quindi prima non sai la risposta, poi affermi che cerchi, poi che quanto che hai trovato è ambiguo/impreciso ...ma alla fine emetti una certezza.

No comment...o potrebbe sembrare che divento offensivo

Glissiamo sul citare come fonte un sito concorrente.
Ma vorrei far notare l'ambiguità di una sedicente avvocato che scrive in terza persona e in modo "teatrale":
Anticipiamo che chi scrive ritiene tale delega legittima in astratto, ma contestabile in concreto al ricorrere di determinate condizioni.

Ci sia concesso avviare il discorso citando il Don Cristoforo di manzoniana memoria,

Il nostro lettore potrà ben avvedersi, leggendo il presente contributo, di come il suddetto pensiero 'malizioso' appartenga al reame del pregiudizio, il quale, come si sa, è molto più vicino all'ignoranza che alla realtà.


Forse doveva iscriversi ad altro indirizzo

Poi...almeno ti prendessi la briga di leggere completamente e con attenzione quanto espone:

Il condòmino in conflitto di interessi ha diritto di votare e non ha il dovere di astenersi

L'elaborazione giurisprudenziale - poiché manca una norma ad hoc in materia condominiale - ha osservato che non sussiste un obbligo del condòmino in conflitto di interessi ad astenersi dal voto sulla materia che genera detto conflitto: egli potrà votare regolarmente ed anzi, la sua testa ed i suoi millesimi andranno conteggiati ai fini della doppia maggioranza necessaria per l'approvazione della delibera de qua
.

e sul merito non vado oltre.


A tal proposito la Cassazione ha affermato più volte che al condominio, con riferimento al computo delle maggioranze, va applicata la normativa prevista per le società con riferimento al conflitto dei interessi con la conseguenza che sono esclusi dal diritto di voto tutti quei condomini che sono portatori di interessi propri, rispetto a una delibera assembleare, potenzialmente contrastanti con quelli del condominio (cfr., ad esempio, Cass. n. 6853/2001).
Fonte: Il condomino che si propone come amministratore può votare per sé?
(www.StudioCataldi.it)
[/QUOTE]

Peccato che in tale sentenza si dibattesse di un evidente conflitto di interessi: una impresa che era al contempo anche condòmino aveva partecipato alla delibera di assegnazione di lavori condominiali votando per se stessa.
Tale "conflitto" va comunque dimostrato in Giudizio e si deve dimostrare che il voto per se stessa, oltre ad essere stato determinante, abbia nociuto al Condominio (prezzo superiore alla concorrenza).

La prossima volta che citi una sentenza ti invito a leggere l'integrale od astenerti da commentare in modo distorto la massima.



Ci vuole un legale per invalidare / annullare, non è automatica la cosa.
Se l'amministratore ha invalidato la TUA elezione ad amministratore,
Se nessuno l'ha ancora ricevuto, ma nel frattempo è arrivata la mail dell'amministratore che dichiara nulla la tua nomina
Deciditi....e poi spiega in base a quale "potere conferito" (norma DI LEGGE) una amministratore è autorizzato a considerare "nulla" una delibera regolarmente firmata.

iniziando a pagare i primi 600 euro per un tentativo di conciliazione stragiudiziale,
Se ritieni di essere stato leso, muoviti con un legale
Nessuna "conciliazione" ma ricorso al Tribunale (nessun "mediatore/conciliatore) perchè decreti la consegna immediata.
In assenza minacciare il ricorso ...si va sul "penale"....ed è la Legge (ben prima delle sentenze) a parlare chiaro.

Male hai fatto a non fare le foto del verbale a fine assemblea.
Lo consiglia molto spesso @Franci63 per evitare appunto che vengano modificati o spariscono inghiottiti magicamente dai buchi neri dell'universo.
Quindi doveva strappare i documenti dalle mani dell'amministratore mentre fuggiva?
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
@possessore l'amministratore ha il compito di amministrare i beni del condominio, deve indire almeno una assemblea per l'approvazione del bilancio consuntivo e per il bilancio preventivo sia della gestione ordinaria e sia del riscaldamento (quando questo è condominiale). Poi può indire altre assemblee, straordinarie, qualora ci fossero fatti che interessano i condomini nella loro globalità, oppure se sollecitato da alcuni condomini che abbiano insieme 166,67/1000. quando si svolge l'assemblea i partecipanti eleggono il Presidente ed il Segretario: cariche che quasi sempre nessuno vuole assumere. L'amministratore partecipa per spiegare, per consigliare ma non può obbligare il condominio a prendere delle decisioni contro la volontà della maggioranza del condominio perché l'amministratore è un esecutore delle volontà della maggioranza della assemblea. Quindi anche nel caso in cui l'assemblea deliberi qualcosa di sbagliato l'amministratore o si dimette seduta stante, oppure chiede di mettere a verbale la sua contrarietà al deliberato, sopratutto quando il deliberato può coinvolgerlo civilmente o penalmente.
Precisato questo non vi è ombra di dubbio che l'amministratore non possa invalidare una delibera assembleare perché non ne ha i poteri. L'unica iniziativa concessa all'amministratore è quella che si verifica nel caso in cui non fosse riconfermato nella carica e non fosse sostituito da altro amministratore, per cui rimanga in "prorogatio" in attesa di sostituto: in questo caso, se il condominio è costituito da più di 8 condomini, può rivolgersi al giudice affinché questo nomini un amministratore giudiziale.
Per quanto riguarda la votazione per la nomina dell'amministratore tra i condomini è vero che il candidato si deve astenere ma se il condomino candidato è portatore di deleghe ha il diritto-dovere di esprimere i voti dei suoi deleganti. Per cui anche se solo verbalmente ha avuto il favore del suffragio lo deve comunicare. Chiaramente questa votazione andrà fatta rendicontando i nomi dei favorevoli con i loro millesimi, i contrari con i loro millesimi e gli astenuti con i loro millesimi.
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
il vecchio-amministraore sta mandando questa per dire "siete sicuri che avete dato la delega al signor X, affinchè lui stesso possa diventare amministratore " ?

secondo lui, a posteriori, la vecchia delega "non era sufficiente e può essere da lui invalidata" (in quanto segretario) : richiede una controfirma con EVIDENTE il nome della persona da votare come nuovo-amministratore

e ci ha aggiunto norme di legge, anche se datate
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto