• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

arcy

Membro Attivo
buonasera,
In data 07 gennaio 2018 ho ricevuto dalla Regione Puglia un avviso bonario per la tassa automobilistica riferito al periodo agosto 2016 - luglio 2017 e mi invitava a sanare l'omesso pagamento per una somma complessiva di euro 198,58 nei termini previsti.
In data 08 gennaio 2018 ho prontamente onorato la pretesa tributaria provvedendo ad effettuare un pagamento tramite conto corrente postale della somma di euro 198,58 compreso di interessi e sanzioni ridotte al 10%.
Qualche giorno fa ho ricevuto un atto di accertamento n° 642053962212/2016 riferito al medesimo avviso per l'omesso versamento relativo al tributo dovuto invitandomi a regolarizzare la mia posizione tributaria con il pagamento della somma complessiva di euro 250,18 entro il termine di sessanta giorni.
Ho inviato, come da indicazione fornitami nello stesso atto di accertamento, una memoria difensiva poichè ritengo l'atto contestatomi illegittimo e del tutto infondato e pertanto ne ho chiesto l'annullamento.
Devo ricevere una risposta di accoglimento? O possono anche ignorare il tutto?
Qual'è il prossimo passo? Iniziare a valutare un ricorso in commissione tributaria?
Grazie per le vostre risposte
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Nell'avviso ricevuto era certamente indicato il termine per il pagamento della sanzione. L'hai rispettato o ti è stato notificato fuori termini? Nel primo caso, ti consiglio di mandare una raccomandata AR dove esponi i fatti ed indichi la regolarità del tuo operato. Attenzione che potrebbe essere riferita ad un altro periodo. Comunque segnala l'anomalia della seconda notifica. Verifica tutti i riferimenti.
 

arcy

Membro Attivo
ciao
ho effettuato il pagamento il giorno successivo alla ricezione, ho verificato i periodi ed è riferito a quello oggetto della contestazione.
Ho appena inviato una memoria difensiva tramite posta certificata agli indirizzi indicatomi dell'atto di accertamento.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Il dubbio che ho espresso era relativo alla notifica, eseguita probabilmente oltre la scadenza indicata nell'ingiunzione.
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Se trattasi d'un caso classico di duplicazione d'imposta la questione la puoi risolvere trattando direttamente con l'ufficio di riferimento esibendovi la prova documentata del saldo eseguito; altrimenti devi proporre tempestivo ricorso ai fini dell'archiviazione.
 

arcy

Membro Attivo
Se trattasi d'un caso classico di duplicazione d'imposta la questione la puoi risolvere trattando direttamente con l'ufficio di riferimento esibendovi la prova documentata del saldo eseguito; altrimenti devi proporre tempestivo ricorso ai fini dell'archiviazione.
ciao
è quello che ho appena fatto,
ovvero ho inviato tramite PEC una memoria difensiva all'ufficio preposto, indicatomi nell'atto, qualora ritenessi il tributo infondato e illegittimo .
Ho allegato la ricevuta di pagamento, e copia dei miei documenti personali chiedendo l'annullamento dell'atto poichè infondato.
Il mio dubbio è semmai non dovessero rispondere, so che in assenza di risposta posso proporre ricorso in commissione tributaria ma questa fase non interrompe i termini di pagamento...cioè dovrò pagare per due volte lo stesso tributo??
 

Solaria

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ho ricevuto anch'io un accertamento bonario dalla regione Puglia per mancato pagamento bollo auto 2017.Intanto sull'avviso è specificato che si potrà pagare con sanzione ridotta fino al giorno antecedente la notifica dell'atto, poi sull'avviso vengono indicati i recapiti da contattare in caso di avvenuto pagamento. Penso che comunicare telefonicamente o per fax gli estremi del pagamento sia più che sufficiente
 

arcy

Membro Attivo
Ciao
concordo pienamente il tuo pensiero, è tutto chiaro, nel mio caso sono stato fin troppo preciso ...ho pagato il giorno successivo alla ricezione dell'avviso bonario ma
il mio dubbio è se la Regione, non ha termini e/o scadenze per rispondere alla memoria difensiva a cui ho allegato la documentazione di pagamento, dato che io contribuente ho termine perentorio di 60 gg. avverso tale avviso..!!????2) In caso di previsione di un termine di risposta, posso considerare applicabile l’istituto del silenzio-assenso…???3) Devo nella peggiore delle ipotesi, ricorrere comunque alla Commissione Tributaria entro il termine di sessanta giorni qualora non ricevessi risposta alle memorie difensive?
Grazie per l'aiuto.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Devo nella peggiore delle ipotesi, ricorrere comunque alla Commissione Tributaria entro il termine di sessanta giorni qualora non ricevessi risposta alle memorie difensive?
Sì. La richiesta di annullamento in autotutela non sospende i termini per il ricorso.
 

Solaria

Membro Attivo
Proprietario Casa
Riporto testualmente quanto scritto sul retro della notifica: qualora Lei abbia corrisposto il pagamento presso punti di pagamento diversi da ACI, l'invio di questa nota porrebbe essere dovuto al fatto che, ad oggi, alcune strutture di riscossione non hanno ultimato la trasmissione dei dati, fra i versamenti non pervenuti potrebbe esserci il Suo. In tal caso La preghiamo di contattarci ai recapiti sopra indicati.
Se ancora non hanno sicurezze sui versamenti del 2017, figurarsi per i versamenti del mese scorso. Non penso che avranno il coraggio di procedere prima di aver concluso gli accertamenti sui pagamenti effettuati, comunque siamo in Italia e, come si suol dire, tutto è possibile
 

arcy

Membro Attivo
Riporto testualmente quanto scritto sul retro della notifica: qualora Lei abbia corrisposto il pagamento presso punti di pagamento diversi da ACI, l'invio di questa nota porrebbe essere dovuto al fatto che, ad oggi, alcune strutture di riscossione non hanno ultimato la trasmissione dei dati, fra i versamenti non pervenuti potrebbe esserci il Suo. In tal caso La preghiamo di contattarci ai recapiti sopra indicati.
Se ancora non hanno sicurezze sui versamenti del 2017, figurarsi per i versamenti del mese scorso. Non penso che avranno il coraggio di procedere prima di aver concluso gli accertamenti sui pagamenti effettuati, comunque siamo in Italia e, come si suol dire, tutto è possibile
ovvio,
il discorso fila ma non vorrei che fosse un gioco sporco per far scadere i termini e quindi inibire qualsiasi azione o ricorso dopo i fatidici 60 giorni per i contribuenti portandoti ad un unico scopo....fare cassa!!
 

arcy

Membro Attivo
appunto per questo la mia perplessità è se dopo aver presentato memorie difensive la Regione ha obbligo di rispondere entro 60 gg con un esito negativo e/o positivo.
 

arcy

Membro Attivo
buon pomeriggio,
il mio caso diventa sempre più difficile..
oggi sono stato contattato dal tizio dell'ufficio provinciale - tasse automobilistiche di Bari il quale mi ha riferito che da un controllo effettuato anche a livello centrale (Roma) non risulta il mio pagamento effettuato sul conto corrente postale 3707 (tasse automobilistiche regione Puglia) nonostante avessi fornito a corredo delle memorie difensive copia della ricevuta di pagamento....e mi ha chiesto di consegnare l'originale di quest'ultima presso il prefato ufficio.
La banca mi ha assicurato che è sufficiente la copia che stampo home banking sui movimenti contabili, in realtà ci sono tutti i dati che occorrono per le ricerche e verifiche del caso.
Come posso fare?
Possibile che sul ccp 3707 - tasse automobilistiche non risulta il mio pagamento?
dove sono andate a finire 198,58 euro ?
Cmq ho chiesto assistenza alla mia banca chiedendo di fornirmi una ricevuta di pagamento certificata, apponendo timbro e firma in originale del mio istituto bancario.
Altrimenti non ho altre soluzioni
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Il silenzio da parte dell'Ufficio regionale, ovvero qualunque suo riscontro di carattere meramente interlocutorio che come tale non si traduce in esplicita archiviazione della richiesta di pagamento della tassa, impone la presentazione del ricorso in termini dalla relativa notifica, altrimenti...ciccia!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Come faccio a leggere una risposta al quesito sottoposto
Alto