• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Chissà che è la banca a stabilire la tempistica degli estratti o la possono chiedere i singoli correntisti?
Con le banche, da ricordi del 2002 so che la periodicità la può scegliere il correntista ma "entro certi paletti": a me ad esempio la fecero semestrale anche se la volevo annuale (un solo estratto conto l'anno). Con le Poste, l'estratto conto è mensile obbligatoriamente: l'unico grado di libertà che ha il correntista postale, è decidere se farselo spedire cartaceo a casa nella cassetta delle lettere, oppure se scaricarlo on line, dalla propria area riservata su www.poste.it, in formato PDF.
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Con le banche, da ricordi del 2002 so che la periodicità la può scegliere il correntista ma "entro certi paletti": a me ad esempio la fecero semestrale anche se la volevo annuale (un solo estratto conto l'anno). Con le Poste, l'estratto conto è mensile obbligatoriamente: l'unico grado di libertà che ha il correntista postale, è decidere se farselo spedire cartaceo a casa nella cassetta delle lettere, oppure se scaricarlo on line, dalla propria area riservata su www.poste.it, in formato PDF.
Grazie
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
... tra cui Postepay S.p.A. coi suoi conti BancoPosta. Mi è capitato personalmente di avere mensilmente una giacenza media dei miei due conti bancoposta complessivamente (= somma delle due giacenze medie mensili) superiore a 5000 Euro, e infatti ho pagato 1 mese di bollo su entrambi i conti correnti (34,20 euro / 12 = 2,85 euro di bollo su ognuno dei due conti correnti bancoposta di cui sono titolare).

Mi è accaduto perché dovevo fare un bonifico ristrutturazione edilizia, avevo a disposizione la somma ma il fornitore non si decideva a fatturare, e questa indecisione ha fatto aumentare i giorni di permanenza della somma sul conto corrente, da cui l'addebito del bollo mensile pro quota su entrambi.

EDIT: La periodicità degli estratti conto bancoposta è mensile.
Thanks
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Dim si scherza dai....e fallo 1 sorriso ogni tanto!
Mica sono un "replicante" ...che sorride

Comunque vedo alcuni nemmeno si erano accorti...e che tutti trovano scorretta l'interpretazione.

Ps.
Hanno fatto la stessa "porcata" con la bolletta elettrica.
Fino a qualche anno fa il "tetto" (mi pareva 2.700 Kwh) per la tariffa agevolata "uso residenziale/prima abitazione" s'intendeva per quota annua.
Ringraziamo Gentiloni e i "munifici" (eufemismo) governi di pseudo sinistra per aver modificato ripartendo la quota annua su base giornaliera.

Ps2
Da inizio 2020 ulteriore "adeguamento" a scapito di chi consumava poco...e bastonata per gli usi "non residente".
Servono risorse per chi usa fonti diverse.
 
Ultima modifica:

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
A questo punto vi chiedo un ulteriore aiuto: libretto genius di unicredit e libretto postale ai minori. Il primo, fino al compimento del 13 esimo anno di età è gratuito (anche l'imposta di bollo) e da un tasso di interesse dello 0.20%. Dopo il compimento dei 13 anni ci sono delle spese di tenuta conto e si paga inoltre l'imposta di bollo. Il libretto dedicato ai minori non da interessi ma è sempre gratuito ad eccezione dei bolli statali di 34.20 sempre se si superano i 5000.
Ecco la mia idea:
Aprirli entrambi quello di UniCredit chiuderlo al compimento del 13 esimo anno mentre quelli della posta lasciarli aperti ma non superare i 5000. Pensate sia 1 buona idea oppure meglio metterli sotto il materasso?
Grazie a tutti.
 

Allegati

BJMAKER

Nuovo Iscritto
Professionista
A questo punto vi chiedo un ulteriore aiuto: libretto genius di unicredit e libretto postale ai minori. Il primo, fino al compimento del 13 esimo anno di età è gratuito (anche l'imposta di bollo) e da un tasso di interesse dello 0.20%. Dopo il compimento dei 13 anni ci sono delle spese di tenuta conto e si paga inoltre l'imposta di bollo. Il libretto dedicato ai minori non da interessi ma è sempre gratuito ad eccezione dei bolli statali di 34.20 sempre se si superano i 5000.
Ecco la mia idea:
Aprirli entrambi quello di UniCredit chiuderlo al compimento del 13 esimo anno mentre quelli della posta lasciarli aperti ma non superare i 5000. Pensate sia 1 buona idea oppure meglio metterli sotto il materasso?
Grazie a tutti.
tutto questo casino per non pagare poco piu' di 35 euro all'anno?
fare un buono fruttifero alle poste? nella tua economia annuale le spese bancarie sono insormontabili? l'alternativa è metterli in casa , giusto? così ti ringraziano i ladri , manco avessi milioni di euro...mah
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
tutto questo casino per non pagare poco piu' di 35 euro all'anno?
fare un buono fruttifero alle poste? nella tua economia annuale le spese bancarie sono insormontabili? l'alternativa è metterli in casa , giusto? così ti ringraziano i ladri , manco avessi milioni di euro...mah
Perdonami perché casino? Visto che non ci sono interessi devo pure pagare 35 euro sinceramente non capisco dove possa essere la convenienza a tenerli "fermi"...inoltre se moltiplichi i 35 per 10 anni sarebbero 350 euro senza nessun movimento e non penso ci sia tutta questa convenienza....ovviamente ti parlo del caso in cui si superano i 5000 con il libretto alle poste. I buoni fruttiferi hanno un tasso bassissimo anche lì paghi l'imposta di bollo e in più non li hai neanche disponibili per parecchio tempo...quindi ai buoni dico no.
Se metto 5500 euro e li lascio fermi x 10 anni mi ritroverò 5150 euro circa giusto x fare un esempio. Non ho milioni ma soltanto vorrei mettere da parte qualcosa per i figli...è poco carino fare i conti in tasca agli altri; vorrei solo consigli tutto qui senza polemiche possibilmente. Grazie.
 
Ultima modifica:

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Mica sono un "replicante" ...che sorride

Comunque vedo alcuni nemmeno si erano accorti...e che tutti trovano scorretta l'interpretazione.

Ps.
Hanno fatto la stessa "porcata" con la bolletta elettrica.
Fino a qualche anno fa il "tetto" (mi pareva 2.700 Kwh) per la tariffa agevolata "uso residenziale/prima abitazione" s'intendeva per quota annua.
Ringraziamo Gentiloni e i "munifici" (eufemismo) governi di pseudo sinistra per aver modificato ripartendo la quota annua su base giornaliera.

Ps2
Da inizio 2020 ulteriore "adeguamento" a scapito di chi consumava poco...e bastonata per gli usi "non residente".
Servono risorse per chi usa fonti diverse.
Dim ti sei confuso con l'altro post :)
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Alto