1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Buona sera vorrei sapere se il preammortamento corrisponde ad un prestito antecedente il mutuo stesso od è una sua parte ? Grazie. Complimenti a Propit :applauso:
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Cara Clara,
    Il periodo di preammortamento è il "vuoto" che si determina fra la data di stipula dell'atto e il primo del mese successivo.
    Pertanto per questo periodo vengono fatti pagare solo gli interessi al tasso stabilito nell'atto
    La ragione di esistere il preammortamento è da ritrovare nel fatto di stabilire delle scadenze oramai "consolidate" cioè o fine mese ol il primo giorno di ogni mese.
    Infatti se non esistesse il preammortamento per un mutuo stipulato oggi 13 aprile le relative rate scadrebbero tutte il giorno 13 dei mesi successivi.
    Se invece si applica il preammortamento di 17 giorni,( da oggi alla fine di aprile) ,tutte le rate successive andranno a scadere alla fine di ogni mese.
    Pertanto al periodo normale dell'ammortamento si aggiunge quello del preammortamento
    L'importo degli interessi da pagare nella rata di preammortamento può essere così ottenuto:
    Giorni di preamm.to X Capitale erogato X Tasso / 36500
    P.S. trattandosi di interessi relativi ad un mutuo possono sempre essere riportati fra le detrazioni fiscali nelle denuncie annuali
    Ciao
    .
     
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Ci sono in commercio anche mutui con un preammortamento ( da non confondere con prefinanziamento) di due anni fatti per incentivare il soggetto a stipulare a condizioni inizialmente leggere ( i primi due anni si accumulano altri debiti quali p.es. l'arredamento per cui potrebbe avere un senso stipularli) . In tal caso le rate dei primi due anni sono piu' leggere visto che afferiscono ai soli interessi; dal terzo anno la rata si innalza perchè si inizia a pagare anche una quota di capitale.
    Alcune pessime finanziare li hanno utilizzati in passato ( e forse anche attualmente) per abbindolare i clienti ingenui che ritenevano la rata "leggera" definitiva (troppe persone non leggono preventivamente il contratto di mutuo anche perchè banche e finanziare sono ingiustificatamente restie a fornire preventivamente le bozze complete di quello che saranno chiamati a firmare davanti al notaio, ) e che a partire del terzo anno si sono ritrovati con la sorpresa dell " imprevisto " aumento
     
  4. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Grazie ad entrambi per le spiegazioni.:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina