1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Come sapete il Tar del Lazio ha rimandato alla Consulta il testo della riforma allo scopo di verificarne la costituzionalità o meno.
    In sintesi queste le argomentazioni.
    A)La M.avrebbe limitato il diritto di accesso alla giurisdizione.Pertanto palese violazione dell'art.24 della Costituzione in forza del quale "Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti ed interessi legittimi".
    B)Si sostiene che competenza e professionalità non sarebbero garantite:qui in effetti solleviamo qualche riserva sulla "professionalità";a modesto parere dello scrivente a prescindere dalla "diplomazia" dell'incaricato,nozioni di diritto sono necessarie anche perchè le trattative si svolgono con la parte accompagnata da un legale.E,quindi,verrà compreso il linguaggio a dir poco criptico? Basteranno quelle poche ore di formazione?
    C)Circa l'obbligatorietà si sostiene (in malafede) che questa è di matrice soltanto italiana.Non è vero:negli USA (California,Florida e Texas),a mo' d'esempio,è obbligatoria.
    D)Costi.Quelli italiani sarebbero i più gravosi.In effetti dalle tabelle che ho esaminato ci troviamo al secondo posto con un costo pari a ben il 21,8% del valore della controversia;per l'Ungheria siamo appena al 5%;Francia e Bulgaria:10,4 circa.
    E)Si insiste sulla natura di questo strumento che di fatto sarebbe obbligatorio e non volontario (processualmente si tratterebbe di una "conditio sine qua non" prima di iniziare la causa).
    E' vero,ma ove si accedesse alla volontarietà,praticamente la M.sarebbe pressochè inesistente e saremmo al punto di prima con le cause pendenti. Che giacciono nei Tribunali con rinvii da parte dei giudici al 2013 ed anche più!
    Sì,avete letto bene.

    Vi terrò informati,se vi farà piacere,degli sviluppi.

    Gatta
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certamente.
    Certo che i costi sono davvero alti. Personalmente avevo subito avuto questa impressione, ma non avevo mai quantificato l'esborso in relazione al valore della controversia.
    Oggi leggevo che Alfano ha convocato i rappresentanti degli avvocati... modifiche in vista?
     
  3. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Caro tovrm,ben rivisto;o, meglio, riletto.
    Vedremo le ulteriori novità sulle quali sono attento.
    Ciao.
    Gatta
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    I costi per la mediazione civile proposti sono irrisori.

    La mediazione civile è un ottimo strumento per risolvere le controversie. Io stesso già ora pratico la mediazione e la conciliazione per chi si ha problemi con il proprio amministratore di condominio.

    Ovviamente "tengo" per chi mi paga, ma il mio obiettivo è trovare un accordo con tutta la comunità residenziale.

    I problemi li pongono gli avvocati, che non vogliono perdere i privilegi a cui sono abituati da troppo tempo; pertanto lavorano con il fine di non far cambiare nulla!
     
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Puoi fare degli esempi concreti sui costi per entrambe le parti coinvolte nella mediazione?
    Hai delle statistiche circa le mediazioni andate in porto/fallite?
    Grazie
     
  6. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
  7. Thi Nguyet

    Thi Nguyet Nuovo Iscritto

    Buongiorno.
    Per quello che ne so io,non c' e' bisogno d' avvocato, ma solo, se il conciliatore giudichera' la diatriba troppo complessa e specialistica da gestire,di un esperto di settore che verrà pagato da entrambi i contendenti.Per cercare di sanare un problema inerente una cifra da 50 a 250 mila Eur, quantificato in 1000 eur(al lordo del costo della domanda) e per motivi di malasanita' ulteriormente scontati, non ci vedo il 21%.Se la controparte non si presenta, il contendente che l' ha richiesta paghera' , sempre sull' ipotesi dei 50/250.000 una cifra intorno ai 350 Eur ed alla luce del documento che gli verrà dato, quando il caso si presenterà in tribunale, la controparte non presentatasi al tentativo di conciliazione,partirà con un certo svantaggio agli occhi del giudice.BON....uno di questi giorni, pianto una bega conciliativa complessissima e la piantero' senza avvocato, poi,cerchero' di tenere informato per quanto mi sara' possibile, questo interessantissimo forum.
    Arrivederci signori e Buona Domenica
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina