1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    ciao.stiamo pensando di ristrutturare un vecchio immobile,dovendo rifare anche i pavimenti e l'impianto di riscaldamento valutiamo l'ipotesi farlo a pavimento,è conveniente?il pavimento soprastante dovrà avere caratteristiche particolari? grazie
     
  2. sandro7942

    sandro7942 Nuovo Iscritto

    Sto notando che questo tipo di impianto inizia a prendere piede, per cui dei validi motivi ci sono sicuramente.
    Gli impianti moderni sono molto diversi come funzionamento da quelli che venivano installati anni addietro, infatti oggi il loro funzionamento sfrutta un discorso di "volano termico".
    Mentre in passato gli impianti a pavimento funzionavano nè più nè meno che come i termosifoni (si accendevano, l'acqua circolava sotto il pavimento a 70° e poi si spegnevano finchè il termostato non comandava di ripartire), gli impianti attuali fanno circolare di continuo l'acqua nella serpentina sotto il pavimento ma.... A UNA TEMPERATURA PIU' BASSA!
    Quindi, a seconda del calore che vorrò in casa e imposterò col mio termostato, l'acqua circolerà sotto il pavimento a temperature tra i 30 e i 35°, ma circolerà di continuo.
    Il vantaggio sta nel fatto che la caldaia consuma molto meno lavorando costantemente a temperature basse piuttosto che saltuariamente ad alte temperature.
    In pratica, questo non è un tipo di riscaldamento che ti permette di disattivarlo mentre sei fuori casa per lavoro (ci mette infatti molto di più dei termosifoni per portare a temperatura l'ambiente), ma questo non deve preoccupare!
    Altri vantaggi:
    1) elimino i radiatori e ho maggior spazio sulle pareti per arredamento
    2) calore distribuito uniformemente su tutto l'ambiente
    3) eliminazione moti convettivi che favoriscono il sollevamento di polveri
    4) ottimizzazione dello sfruttamento del calore che partendo dal pavimento non viene sprecato verso l'alto.

    Quanto alle caratteristiche del pavimento soprastante so che è meglio usare delle miscele particolari per i battuti, miscele che consentono una miglior diffusione del calore, voci contrastanti per quanto riguarda l'impiego del legno come pavimentazione...
    Spero di esser stato chiaro e corretto, in ogni caso un installatore saprà essere più preciso! ;)
     
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    complimenti sandro 7942 per questa risposta,molto interessante l'argomento. :applauso: :applauso:
     
  4. arula

    arula Membro Attivo

    per i motivi elencati da Sandro .... gli ecologisti lo consigliano molto ..... e non si sbagliano!!!
     
  5. Roby

    Roby Nuovo Iscritto

    IN effetti è anche un tipo di impianto di riscaldamento che lavora in simbiosi con i pannelli solari meglio degli impianti tradizionali, ma........ma il futuro è il fotovoltaico.
     
  6. Alessandro Cagnoni

    Alessandro Cagnoni Nuovo Iscritto

  7. toscogroup

    toscogroup Nuovo Iscritto

    Io ho il riscaldamento a pavimento da 3 anni ormai.
    Funziona benissimo, si puo' tenere una temperatura piu' bassa perche' il calore non si disperde(sale per circa 1,80 metri e poi si raffredda. Unico inconveniente e' che non si puo' accendere oggi per domani, bisogna dargli circa 3 giorni per andare a regime, da li in poi e' assolutamente perfetto (tra i vantaggi si puo' stendere la roba su uno stendino ed in poche ore e' tutto asciutto !!!). Per la convenienza non so, ho fatto costruire la casa gia' all'inizio con questo riscaldamento.
    Per quanto riguarda il legno non ci sono controindicazioni (anche se e' un isolante), poiche' non e' come i termosifoni che spingono forte e poi si spengono, qui e' tutto uniforme.
    Ultimo consiglio nei bagni fai mettere il riscaldamento convenzionale o termoarredo e dotali di un regolatore autonomo, la caldaia deve avere delle valvole speciali che costano un po di piu', ma nella mezza stagione e' piacevole entrare in un bagno caldo anche se non hai ancora iniziato ad accendere il generale.
     
  8. lm905ab

    lm905ab Nuovo Iscritto

    sono nel settore e pur andando contro i miei interessi l'impianto a pavimento con serpentine in molti casi porta ad avere una estitica immobiliare molto bella poiche' non ci sono i radiatori ma a molte persone porta un disquido di salute, il piu' frequende il gonfiore delle gambe sopratutto alle caslinghe che passano molto tempo nelle abitazioni o conosciuto persone in condomini che anno dovuto traslocare assolutamnte per questa anomalia. molti spingono a istallare tale impianto solo per quadagno. u altra cosa che ultimamente anno fatto come legge sono le valvole termostati che dicono fanno risparmiare gli utenti nei condomini anche qui qualcuno ne avuto il suo tornaconto provate aisallarle su un impianto di vecchia costruzione e poi vedrete, distindi saluti . n.b non per essere tradizionalista ma il miglior impianto e quello tradizionale caldaia e radiatoi in ghisa............
     
  9. alex870

    alex870 Membro Attivo


    Sul problema degli impianti a pavimento non saprei che dire perchè non mi è mai capitato di installarne o averne provati. Mentre quanto detto su contabilizzatori di calore sono pienamente daccordo con te! ;) Quasi tutti gli impianti condominiali che avevamo in manutenzione con la contabilizzazione sono man mano passati all'autonomo, proteste da parte di tutti gli i condomini a non finire, "Risparmio un par de ciufoli...!!!!" :risata:

    "Da un altro del settore" ;)
    Ciao
     
  10. galimba44

    galimba44 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Gli esperti ed i tecnici seri dicono che l'impianto a pavimento funziona benissimo coni pannelli solari che riscaldano l'acqua perchè i 30-35 gradi necessari sono pressochè continui. La caldaia deve funzionare SEMPRE per tenere la temperaturatura costante. Poi è assurdo mettere il parquet perchè il legno è un forte isolante e sarebbe difficile ottenere la temperatura confortevole. Senza dimenticare chi ha problemi circolatori e sta molto in casa.
    Come in tutte le cose c'è il pro ed il contro, è bene valutare tutto prima e farsi consigliare da una persona disinteressata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina