1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mananni

    mananni Nuovo Iscritto

    Nel 2007 ho ereditato 1/4 di una piccola abitazione da un lontano parente. L’altro ¼ dell’appartamentino è stato ereditato da mio fratello, a seguito di successione ereditaria. Solo sulla metà rimanente grava una ipoteca legale conseguente una cartella esattoriale non sanabile, perché l’importo è abnorme. Per questa quota parte di ½ io e mio fratello abbiamo rinunciato alla eredità con atto notarile . Pubblico ufficiale della ipoteca legale è Equitalia che non procede in asta, e pare non voglia procedere , da 9 anni ( dal 2002) per la sua quota di proprietà . Così come stanno le cose io e mio fratello abbiamo il pieno possesso del piccolo appartamento, mentre Equitalia non vedrebbe, se non procede all’asta , un solo centesimo. Mi ero messo l’animo in pace , se non che ricevo una proposta di alienare la quota mia e quella di mio fratello, per una cifra inferiore al valore di mercato naturalmente, a favore di un gruppo di possibili,fantomatici investitori . Questo significa che alcune agenzie immobiliari sanno come far soldi in casi come questo dove c'è una ipoteca terrificante. Mi sorge il dubbio che, essendo il Il piccolo appartamento di incomoda divisione, “ i fantomatici “ investitori potrebbero procedere ( unica strada possibile a mio avviso )ad una citazione per lo scioglimento della comunione ( art.713 c.c.ovvero è la facoltà che la legge attribuisce a ciascun coerede di chiedere la cessazione della comunione ereditaria ) non amichevole, quindi giudiziale ( litisconsorzio necessario. Infatti : La norma ha riguardo alla divisione ereditaria la cui disciplina va ad integrare quella relativa allo scioglimento della comunione in generale [v. 1116]. All'asta con 1/2 di casa nelle mani le agenzie farebbero andar deserte le prime chiamate e liquiderebbero Equitalia con una cifra irrisoria dopo un paio di anni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina