1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pipsilon

    pipsilon Membro Junior

    Salve a tutti......:Quesito della sera,
    dunque muore uno di 3 fratelli, padre in vita che provvede a dividere i beni del figlio deceduto, a favore dei figli viventi e dei nipoti, figlio deceduto non sposato e senza figli.
    Dopo un anno muore anche il padre e viene rinvenuto un testamento olografo fatto dal figlio defunto a favore di altra persona, estranea ai fratelli.
    Successione fatta quindi, cosa può reclamare oggi la persona che avrebbe dovuto ricevere i beni del fratello defunto?
    Grazie per le risposte che riceverò. Buona serata. Pipsilon.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Non ho capito bene, cerco di interpretare:
    1 padre
    3 fratelli
    1 dei tre muore (non sposato e senza figli)
    ti chiedo, il padre perchè ha diviso a favore di nipoti?
    I beni del de cuius vanno divisi tra il padre e i fratelli (art. 571 c.c.)

    Con testamento la quota di legittima (che deve andare comunque ai parenti, in questo caso il genitore e dunque ai suoi eredi poichè defunto) il 33,3% e la quota disponibile (che può lasciare a chiunque)
    il 66,6%.

    Può impugnare il testamento per invalidità, consiste nell'instaurare un giudizio davanti al Tribunale citando tutti gli altri eredi e legatari.
    La possibilità di invalidare un testamento con la figura di "nullità" non ha limiti di tempo.
    saluti
    jerry48
     
    A pipsilon piace questo elemento.
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Un testamento è invalido nelle sole ipotesi previste dalla legge. E nessuna di quelle ipotesi è stata prospettata nella presente discussione. Come parimenti non è stata prospettata nessuna ipotesi che potrebbe portare alla nullità di quel testamento.
     
  4. erwan

    erwan Membro Attivo

    la sua eredità...
     
    A valzer piace questo elemento.
  5. erwan

    erwan Membro Attivo

    la persona beneficiata dal testamento dovrebbe impugnarlo? solo in un attimo di pazzia! :D

    ricordando che stiamo parlando di un testamento che neppure è stato pubblicato, che c'entra la nullità?
     
    A pipsilon e valzer piace questo messaggio.
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Può impugnare il testamento per invalidità, consiste nell'instaurare un giudizio davanti al Tribunale citando tutti gli altri eredi e legatari.
    La possibilità di invalidare un testamento con la figura di "nullità" non ha limiti di tempo.
    saluti
    jerry48

    MODIFICA:
    ------------------------------------------------------------------------------
    Può impugnare la successione....
    ------------------------------------------------------------------------------
    La possibilità diimpugnare una successione con la figura di annullabilità (non "nullità).
    L'annullabilità che tende a salvaguardare gli interessi del soggetto colpito dal vizio del negozio (successione).

    saluti
    jerry48
     
  7. erwan

    erwan Membro Attivo

    non riesco ancora a seguire...

    1) se il testamento non è stato pubblicato che c'è da impugnare?

    2) perché il soggetto a cui favore dispone il testamento dovrebbe volerlo impugnare?

    3) in base a cosa il testamento in questione sarebbe invalido? o addirittura nullo?
     
    A valzer piace questo elemento.
  8. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'estraneo non può pretendere alcun che. Se ho capito bene, l'estraneo dovrebbe rivendicare la aprte del patrimonio del padre che non è pervenuta al figlio premorto in quanto lo stesso l'ha divisa tra gli altri figli. Se Tizio ha tre figli A, B, C e A scapolo senza figli gli premuore è ovvio che Tizio , nel suo testamento deve fare attenzione solo a non ledere il diritto alla legittima di B e C nulla dovendo a Caio, nominato da A suo erede. Caio potrà vantare diritti solo su quanto posseduto da A al momento della sua morte, patrimonio di cui non poteva far parte l'eredità di Tizio per il semplice, incontravertibile fatto che Tizio al momento della morte di A era ancora vivo.
     
    A pipsilon piace questo elemento.
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    questo bisogna chiederlo a pipsilon:
    da dove è saltato fuori? chi lo ha rinvenuto? (non i fratelli immagino, perchè contro i loro interessi). come se ne è venuti a conoscenza? era depositata copia presso un notaio?

    impugnare, fare opposizione, rendere nulla la successione.

    in quanto non sono state rispettate le volontà del de cuius (ripeto non il testamento ma la successione nel concedergli la sua quota disponibile).

    saluti
    jerry48
     
  10. erwan

    erwan Membro Attivo

    altroché...

    ha capito il contrario:
    l'estraneo dovrebbe rivendicare la parte del patrimonio del figlio attribuitagli dal testamento, e che invece è andata al padre che l'ha divisa tra gli altri figli e nipoti.

    oh, bene!
    allora perché sopra dice "non può pretendere alcun che"?
     
    A valzer piace questo elemento.
  11. erwan

    erwan Membro Attivo

    :disappunto:

    chi dovrebbe impugnare e perché?

    fare opposizione a cosa e come?

    di che nullità stiamo parlando?
     
    A valzer piace questo elemento.
  12. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Eredità e chiarezza??:shock: che casino...:risata::risata:
     
    A erwan piace questo elemento.
  13. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    perchè secondo me non può pretendere nulla dell'eredità del padre di cui, per come l'ho capita io, si preoccupava l'autore del quesito. Può pretendere solo quanto possedeva il figlio morto e questi, quando è morto, non era in possessa dell'eredità del padre perchè questo era vivo.
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    erwan,
    Allora, è stato rinvenuto dopo la morte del padre questo "benedetto" testamento olografo redatto da uno dei tre fratelli, il quale lasciava la sua quota disponibile 66,6% ad un terzo estraneo alla famiglia.
    Questa quota, assieme al 33,3% è stata suddivisa dal padre prima della sua morte, favorendo sè stesso e i suoi figli, anche nipoti che non c'entravano niente.
    Il testamento, al suo ritrovamento, ha dimostrato di aver leso i diritti del terzo.
    Il terzo potrebbe, a mio parere, attivarsi per veder riconosciuti i suoi diritti, in che modo? Chiedendo al Tribunale l'annullabilità della successione. Come? Facendosi assistere da un professionista esperto in successioni.
    L'OP non ci ha specificato: quanto tempo è passato dal rinvenimento del testamento? Per poter conoscere la prescrizione.
    saluti
    jerry48
     
    A pipsilon piace questo elemento.
  15. erwan

    erwan Membro Attivo

    vogliamo rileggere la domanda iniziale?
    cosa può reclamare oggi la persona che avrebbe dovuto ricevere i beni del fratello defunto?

    risposta:
    quanto possedeva il fratello defunto.

    dei beni del padre non parliamo neppure, non c'entrano nulla..
     
    A pipsilon e valzer piace questo messaggio.
  16. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Secondo me si sta discutendo della parte di quota disponibile del figlio premorto al genitore e non deli beni del genitore.
    saluti
    jerry48
     
    A pipsilon piace questo elemento.
  17. erwan

    erwan Membro Attivo

    non lo so: chi l'ha detto?

    scritta così sembra che il testamento abbia leso i diritti del terzo!
    semmai il contrario: il testamento ha attribuito diritti al terzo

    senz'altro!

    la dichiarazione di successione è un negozio giuridico soggetto ad annullabilità?
    la strada è un'altra...
    se è in possesso del testamento pubblicarlo, presentare denuncia modificativa, richiedere i beni a chi li detiene; e volendo si potrebbe persino pensare all'indegnità di chi avesse celato il testamento....
     
    A valzer piace questo elemento.
  18. pipsilon

    pipsilon Membro Junior

    Jerry 48, hai centrato in pieno la sitazione,, senza complicazioni ulteriori, il testamento è stato trovato 1 anno e mezzo dalla morte di colui che l'ha stilato, quando la casa del suddetto doveva essere liberata per essere affittata.
    Grazie mille. Buona giornata. Pisilon
     
  19. erwan

    erwan Membro Attivo

    manca l'elemento fondamentale:

    chi l'ha trovato? chi ce l'ha?
     
  20. pipsilon

    pipsilon Membro Junior

    Ma perchè indegnità, chi ha rinvenuto il testamento ha immediatamente avvisato i fratelli in vita di questo, da subito ne hanno avuto una fotocopia, il testamento originale è stato messo nelle mani subito di persona competente nell'attesa di raggiungere un accordo pacifico senza dover ricorrere a tribunali e situazioni varie. Anche perchè la situazione economica di un fratello è assolutamente catastrofica.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina