1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ciao1982

    ciao1982 Nuovo Iscritto

    Buongiorno,

    ho un problema nel determinare se secondo la giurisprudenza sono parente o meno di una mia zia appena deceduta senza eredi.

    Mia nonna materna rimanendo vedova in giovane età con mia madre molto piccola, si è risposata con un uomo anche lui rimasto vedovo e anche lui con due bambine piccole (stiamo parlando degli anni a cavallo tra '20-'30).

    Mia madre e queste altre due bambine (pur mantenendo cognomi diversi e non avendo sangue in comune), sono cresciute assieme come sorelle, e a quanto diceva mia madre (deceduta da alcuni anni) era stata anche adottata-riconosciuta dal nuovo marito di mia nonna, anche se essendo passato molto tempo non ho nessun documento in casa che lo attesti.

    Tranne mia madre, le altre due sorelle non si sono mai sposate e non hanno avuto mai figli. Da alcuni anni sono decedute sia mia madre che una delle altre due sorelle, rimandone in vita solo una. E io per lei essendo l'unico affetto (sono anche figlio unico) ero considerato a tutti gli effetti come un nipote.

    Recentemente è deceduta anche quest'ultima "sorella" di mia madre senza lasciare testamento, ed essendo io l'unica parentela volevo sapere se potevo esser riconosciuto come erede.

    Grazie anticipatamente.
     
  2. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    insomma a farla breve, tua madre era una sorellastra di queste tue due zie. devi cercare il documento che attesti l'avvenuta adozione da parte del padre di queste. nel caso lo trovassi, se c'è lo trovi! credo che sì, tu sei legittimamente il nipote di primo grado delle due zie
     
    A Pagolino piace questo elemento.
  3. Pagolino

    Pagolino Membro Ordinario

    Professionista
    Se hai problemi procurati il documento che provi l'adozione perchè non esiste distinzione tra adottati e naturali, tra l'altro in fase di successioni il notaio stesso farà accertamenti. (Dovrebbe!!!:???:)

    a mio parere si! ma è solo il mio parere :daccordo:

    saluti cordialissimi
    pagolino
     
    A arcierone piace questo elemento.
  4. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    per quanto riguarda l'adozione devi recarti al comune dove si è avverato il fatto. Queste non erano più sorellastre, erano a tutti gli effetti sorelle, come ti ha detto anche pagolino
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    secondo me se trovi, (in tribunale dovrebbero poterti aiutare), tracce dell'adozione il problema non si pone, loro erano sorelle e tu sei erede. in caso contrario in assenza di testamento secondo me non puoi vantare diritti. per la legge tua madre e le sue sorelle sono delle estranee. e tu anche.
     
  6. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    purtroppo è così. ma chissà perchè, essendo tu l'unico parente rimasto a queste zie acquisite, non hanno fatto testamento a tuo favore, nè tu, che saresti dovuta stare in rapporti intimi, hai mai fatto questa richiesta. per pudore? per affetto? mannaggia la miseria!
     
    A laste piace questo elemento.
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    forse la mancanza di testamento si spiega con il fatto che le zie probabilmente anziane hanno erroneamente ma in buona fede ritenuto che la nostra amica non avrebbe avuto alcun problema. magari nemmeno ricordavano che formalmente non erano le sorelle della madre. succede quando si da valore ai sentimenti. peccato che la legge non faccia, e non possa fare, altrettanto.
     
  8. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    brava arianna. m piaci.
     
  9. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    All'atto dell'adozione, l'adottato assume il cognome dell'adottante. E se è così i problemi non dovrebbero esserci, come rileva anche la maggior parte degli intervenuti. Problema diverso c'è se invece si tratta di affiliazione. In questo caso l'affiliato aggiunge il cognome dell'affiliante al suo originario. In questo caso non so se ai fini ereditari si possano equiparare ai figli legittimi o adottivi.
     
  10. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    L'affiliazione, che non esiste più - è stata sostituita nel 1983 dal nuovo diritto di famiglia, con l'affidamento familiare - All'affiliante erano attributi i diritti e doveri della potestà genitoriale (assistenza, educazione e mantenimento). l' affiliazione non dà diritto alla successione. Così, l' affiliato chiamava l'affiliante fino alla morte papà , ma era considerato come un servo dalla legge. bella roba, eh?!!
     
  11. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non sempre è vero. spesso se si adotta un bambino ormai inserito nel suo contesto con il suo cognome d'origine il giudice si guarda bene, e giustamente, dal cambiarlo perchè è evidente che questo potrebbe causare problemi, relazionali e non, al bambino o all'adolescente. Al massimo, ma non sempre, ne aggiunge se le parti sono d'accordo, un altro. e pensa che lo stesso vake anche quando è lo stesso padre biologico a riconoscere il bambino in un secondo momento.
     
  12. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie ad arcierone ed a Arianna per le precisazioni "giuridiche" sugli istituti dell'affiliazione (anche se il diritto di famiglia mi risulta promulgato nel 1975...) e dell'adozione. Ma il succo della domanda, rispetto alla possibilità di ereditare, qual'è?
     
  13. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    se sei stato adottato sei diventato figlio a tutti gli effetti, eredità, mantenimento, obbligo di mantenere i genitori etc etc. l'affiliazione credo sia scomparsa dunque non rileva.
     
  14. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    L'affiliazione è stata abrogata dall'art. 77, I. 4-5- 1983. C'è da dire che nonostante l'abrogazione chi aveva aggiunto il cognome dell'affiliante continua a mantenerlo, ma non aveva e non ha diritto alla successione. Questa decisione, del legislatore ottocentesco, senza cuore e senza morale, continua a vigere con l'istituto dell'affidamento. Diciamo che possiamo equiparare il tutto alla proposta di legge messicana sul matrimonio in prova per due anni, ci sposiamo però ci possiamo lasciare senza garanzie. così un signore fa da padre a tutti gli effetti, patria potestà compresa però il "figlio" non ha diritto alla successione. i moderni schiavi dell'epoca contemporanea, senza neanche contributi, tasse, tredicesima e ferie. solo vitto e alloggio. mi pare un affare, no?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina