• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sandy22

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve a tutti, cerco consigli e chiarimenti.
Due mesi fa è deceduto un mio cugino, da parte di mia mamma (è in vita); lui ha un figlio, un fratello con figlia, i suoi genitori (miei zii) deceduti entrambi. A causa della situazione debitoria importante del defunto, e nessun bene da ereditare , sia il figlio che il fratello insieme alla figlia (nipote del defunto) hanno provveduto a fare atto di rinuncia all'eredità presso il Tribunale, su consiglio di Legale o Notaio.
Mia mamma va incontro a cosa? ed io con mio figlio ? Mio fratello ha figli minori, e ci sono altri cugini come me (alcuni con genitori (zii del defunto, già deceduti). E' bene fare rinuncia all'eredità per tutelarci? abbiamo tempo o no visto che già gli eredi diretti hanno rinunciato? vi sono grata se qualcuno mi chiarisse un pò. grazie
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
è sufficiente che tua madre, zia del defunto, non presenti, o faccia presentare da parenti, alcun atto di successione nel quale lei figuri tra gli eredi, cioè tra coloro che accettano l'eredità del defunto.
 

Sandy22

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
è sufficiente che tua madre, zia del defunto, non presenti, o faccia presentare da parenti, alcun atto di successione nel quale lei figuri tra gli eredi, cioè tra coloro che accettano l'eredità del defunto.
Al momento i parenti, cioè il fratello ed il figlio hanno fatto atto di rinuncia....ciò significa aprire una successione o essere erede diciamo a "cascata" dopo di essi?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
è sufficiente che tua madre, zia del defunto, non presenti, o faccia presentare da parenti, alcun atto di successione nel quale lei figuri tra gli eredi, cioè tra coloro che accettano l'eredità del defunto.
Il solo fatto che uno presenti una dichiarazione di successione indicando gli eredi legittimi, in assenza di dichiarazione dei legittimari, non li vincola a subirne le conseguenze. Tuttalpiù sarà il sottoscrittore a risponderne.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Era un nipote di mia mamma, figlio del fratello defunto...cosa significa non c è alcun problema, non deve far nulla mia mamma?
Esatto...tua mamma non deve fare nulla...nemmeno qualsiasi azione che possa qualificarsi come accettazione tacita dell'eredità.

Quindi non deve occuparsi di pagare neppure una bolletta intestata del nipote, od utilizzare/occupare qualsivoglia proprietà dello stesso.
 

Sandy22

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Esatto...tua mamma non deve fare nulla...nemmeno qualsiasi azione che possa qualificarsi come accettazione tacita dell'eredità.

Quindi non deve occuparsi di pagare neppure una bolletta intestata del nipote, od utilizzare/occupare qualsivoglia proprietà dello stesso.
Mia mamma non fa e non farà nulla di ciò, non aveva immobili nulla a parte debiti ed un auto , la quale risulta essere ferma e da demolire, noi non tocchiamo nulla senz altro, la mia paura è che nulla facendo gli eredi rinuncianti eredità, vengano a cercare noi i creditori.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Mia mamma non fa e non farà nulla di ciò, non aveva immobili nulla a parte debiti ed un auto , la quale risulta essere ferma e da demolire, noi non tocchiamo nulla senz altro, la mia paura è che nulla facendo gli eredi rinuncianti eredità, vengano a cercare noi i creditori.
Come già detto, i creditori non hanno alcun diritto a cercare voi, praticamente, "emeriti sconosciuti".
 

Sandy22

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Come già detto, i creditori non hanno alcun diritto a cercare voi, praticamente, "emeriti sconosciuti".
Abbiamo interpellato un legale, il quale ci ha detto che è bene fare atto di rinuncia, senza fretta, ma bisogna farlo, così ci ha riferito, sia per mia mamma che per noi cugini del defunto....i parenti più stretti hanno già fatto e registrato rinuncia. Al fratello son già pervenuti diversi avvisi di pagamento per tasse, tasi, conti legali.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Abbiamo interpellato un legale, il quale ci ha detto che è bene fare atto di rinuncia, senza fretta, ma bisogna farlo, così ci ha riferito, sia per mia mamma che per noi cugini del defunto....i parenti più stretti hanno già fatto e registrato rinuncia. Al fratello son già pervenuti diversi avvisi di pagamento per tasse, tasi, conti legali.
Solo i legittimari sono per legge eredi, gli altri, legittimi, possono avanzare diritti. Può essere che fare l'atto di rinuncia possa garantire, ma mi da l'impressione, forse sbaglio, che la pratica comporta il pagamento degli onorari al consulente interpellato.
 

Sandy22

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Solo i legittimari sono per legge eredi, gli altri, legittimi, possono avanzare diritti. Può essere che fare l'atto di rinuncia possa garantire, ma mi da l'impressione, forse sbaglio, che la pratica comporta il pagamento degli onorari al consulente interpellato.
Al momento nessun onorario, possiamo procedere se vogliamo, direttamente in cancelleria al tribunale, comunque mio fratello avendo figli minori deve prima fare pratica per autorizzazione del giudice dei minori....per adesso farà lui per primo i documenti necessari, io vorrei aver già finito tutto, l'unico erede legittimo, il figlio del defunto ha rinunciato pochi giorni fa, il fratello sempre del de cuius già fatto insieme alla figlia, questa cosa mi disturba e non poco, ritrovarmi con pensieri a noi fin'ora sconosciuti. Le consulenze ricevute ad oggi sono state gratuite, ma ognuno ha detto cose diverse....se si stesse tutti su una stessa linea! Fatta la legge...l' interpretazione è sempre......scusate lo sfogo.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Solo i legittimari sono per legge eredi
Non è corretto.

Erede è chiunque sia chiamato alla "successione".

I "legittimari" sono una categoria speciale di eredi ai quali la Legge garantisce il diritto di non essere esclusi (in toto od in parte) dall'eredità da un testamento in favore di altri (siano "parenti" o perfetti estranei).

In assenza di testamento la Legge garantisce il titolo di "eredi" a chi abbia un rapporto di parentela entro il 6° grado (anche senza essere un legittimario).

Resta il fatto che gli eredi "potenziali" non succedono automaticamente...ma debbono fare "accettazione"... altrimenti decorsi 10 anni perdono ogni diritto.

Questione diversa per i "legatari" i quali diventano automaticamente proprietari di ciò che gli viene destinato ...cui debbono fare espressamente rinuncia per restarne esclusi.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Erede è chiunque sia chiamato alla "successione".
Certo! Il problema è se ci sono dei debiti lasciati dal de cuius, i legittimari sono automaticamente coinvolti se non fanno espressa rinuncia. Gli altri eredi saranno chiamati a rispondere del debito solo se accettano anche tacitamente l'eredità.
 

Sandy22

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Certo! Il problema è se ci sono dei debiti lasciati dal de cuius, i legittimari sono automaticamente coinvolti se non fanno espressa rinuncia. Gli altri eredi saranno chiamati a rispondere del debito solo se accettano anche tacitamente l'eredità.
Scusate, mi chiarite che tipologia di erede sono gli zii, cugini e figli dei cugini? Grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Eredi legittimi, non legittimari che sono: coniuge, ascendenti, discendenti, art. 536 del codice civile,
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
i legittimari sono automaticamente coinvolti se non fanno espressa rinuncia
No.
Chi "tace" non dice nulla.
E coke spiegato i "chiamati all'eredità" debbono esprimere le loro intenzioni con "dichiarazioni" o con "atti equivalenti".

E se proprio si volesse fare qualcosa ...allora meglio optare per una Accettazione con Beneficio d'inventario.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Evidentemente non riesco a spiegarmi.
Se uno viene a mancare i creditori possono rivolgersi ai legittimari che coinvolti solo se non fanno la rinuncia. Mentre gli altri eredi, legittimi, se non accettano l'eredità, non possono essere chiamati a rispondere dei debiti del de cuius.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

buonasera,
desidero sapere in quale posto del testamento viene collocata la sottoscrizione del testatore. Sembrerebbe, a seguito della sent. Cass. n.14119 del 20.01.2014, che la firma possa essere posta, se dovesse mancare lo spazio alla fine delle disposizioni, lateralmente o in altro posto del foglio. SEmbra vero?
Alto