• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Ipotizziamo un figlio che ha 10.000 euro di redditi da locazioni immobiliari, NON ASSOGGETTATI A CEDOLARE SECCA.

Questo figlio ha anche un consistente deposito bancario sul quale però gli interessi sono assoggettati a ritenuta alla fonte.

Il figlio non lavora, è ufficialmente iscritto nell'elenco dei disoccupati, e ha 42 anni.

Madre e figlio sono conviventi da anni (sempre stato così), la madre è pensionata INPS.

Domanda 1: Il figlio può essere considerato a carico della madre pensionata INPS?

Domanda 2: Se sì, come va comunicato il figlio a carico all'INPS?

Domanda 3: Cosa va dichiarato nella precompilata?

@Nemesis se puoi dammi una risposta per favore. Grazie.
 
Ultima modifica:

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Ipotizziamo un figlio che ha 10.000 euro di redditi da locazioni immobiliari, NON ASSOGGETTATI A CEDOLARE SECCA.
Secondo me se ha un reddito di 10.000 Euro, cedolare o meno, non può essere a carico della madre..
Domanda 2: Se sì, come va comunicato il figlio a carico all'INPS?
L'eventuale ( per altre cause e non per il reddito) comunicazione può essere fatta online sul sito INPS oppure recandosi allo sportello.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Secondo me se ha un reddito di 10.000 Euro, cedolare o meno, non può essere a carico della madre..
Non ci si può basare sul "secondo me". La norma INCLUDE i redditi da fabbricati ASSOGGETTATI A CEDOLARE SECCA. Questa persona ha immobili affittati ma NON IN REGIME DI CEDOLARE SECCA.

Familiari a carico 2020: chi sono, limiti di reddito, importo detrazioni, novità | LeggiOggi

Somme da computare nel limite di reddito
Nel limite di reddito (2.840.51 euro o 4.000 euro) che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico, devono essere computate anche le seguenti somme, che non sono comprese nel reddito complessivo:

  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti centrali della Chiesa Cattolica;
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime forfettario per gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni.

@Nemesis se puoi fa' chiarezza. Grazie.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
un figlio che ha 10.000 euro di redditi da locazioni immobiliari, NON ASSOGGETTATI A CEDOLARE SECCA.
Il figlio NON è a carico.

Dalle istruzioni x la dichiarazione dei redditi dell'anno scorso:
Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Non rileva la natura di tali redditi, né che siano tassati in regime ordinario o con cedolare secca.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Somme da computare nel limite di reddito
Nel limite di reddito (2.840.51 euro o 4.000 euro) che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico, devono essere computate anche le seguenti somme, che non sono comprese nel reddito complessivo:
  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
Il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca va appunto computato nel limite di reddito del familiare perché possa essere considerato fiscalmente a carico, in quanto non compreso nel reddito complessivo (ai fini IRPEF).
Il reddito dei fabbricati non assoggettato alla cedolare secca (e quindi, soggetto a IRPEF) è già compreso nel reddito complessivo.
 
Ultima modifica:

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
devono essere computate anche le seguenti somme, che non sono comprese nel reddito complessivo:
I redditi da locazioni in cedolare secca NON si sommano agli altri redditi assoggettati ad IRPEF (perché la cedolare secca è una tassa piatta). Però vanno dichiarati e tassati appunto con cedolare secca.

Malgrado ciò, anche i redditi elencati nell'articolo che hai riportato vanno considerati per determinare se il familiare è a carico oppure no.

La norma esclude i redditi da fabbricati ASSOGGETTATI A CEDOLARE SECCA.
La norma INCLUDE i redditi da fabbricati assoggettati a cedolare secca al fine di determinare il reddito del familiare e verificare se supera il limite di 2.840,51 euro.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Ciò che hai riportato nel tuo post n. #3, che elenca le tipologie di reddito (non comprese nel reddito totale ai fini IRPEF) da includere per verificare se il familiare supera o no il limite di reddito per essere considerato a carico.

Quello è l'elenco dei redditi ESCLUSI dal reddito complessivo soggetto a IRPEF; ma INCLUSI nel reddito totale del soggetto per verificare se è a carico oppure no.

Se la persona di cui parli ha redditi assoggettati ad IRPEF che già superano il limite di 2.840,51 euro, bastano quelli affinché NON sia a carico del genitore.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Art. 3, comma 7 del D. Lgs. n. 23/2011:
Quando le vigenti disposizioni fanno riferimento, per il riconoscimento della spettanza o per la determinazione di deduzioni, detrazioni o benefici di qualsiasi titolo, anche di natura non tributaria, al possesso di requisiti reddituali, si tiene comunque conto anche del reddito assoggettato alla cedolare secca. Il predetto reddito rileva anche ai fini dell'indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E.) di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
In soldoni mi state dicendo che avendo fabbricati in regime IRPEF (non cedolare secca), per un incasso annuale al lordo delle tasse pari a 10.000 Euro, non può essere considerato a carico.

Se ho capito male, per favore, correggetemi.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
"Nel limite di reddito (2.840.51 euro o 4.000 euro) che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico, devono essere computate anche le seguenti somme, che non sono comprese nel reddito complessivo "

E' quel anche che ho sottovalutato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Non capisco perchè le risposte non mi arrivano x email quando sul mi account tutte le notifiche risultano attive..forse sbaglio qualcosa...ma allora ci vorrebbe un esperto che mi spieghi cosa controllare!
Buongiornop a tutti in merito al plafon cada legge 104 oggi mi è successo che la Banca intesa san paolo ha detto che non sa nulla in merito e altre due banche stessa cosa come si fa? ho provato amandare una mail alla cassa depositi e prestiti per segnalare il problema . grazie a tutti
Alto