• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Scusa Frank ora ti sei fatto una idea di come la legge ripartisce le eredità fatevi stesso voi dei conti anche se non sono al centesimo saranno comunque una buona base di partenza, parlatene tra voi e trovate un accordo che si avvicini alla divisione che indica la legge, ma se tra voi non c'è un accordo, l'amore fraterno e c'è l'interesse stiamo solo parlando a vuoto qui non troverai la certezza del domani.
Con questo non voglio essere scortese ma realistico qui noi ti possiamo solo spiegare e prospettare e siamo a disposizione per i piacere di parlare anzi di scrivere, anche se qualcuno è un poco avido nelle parole.
🤓
 

Frak82

Membro Junior
Proprietario Casa
Si, volevi le conclusioni??
Il fine della favola, anche sè superfluo era mettere sul tavolo che quella palazzina non è la mia. A riguardo della spartizone, è sperare che il donatore faccia il testamento, anche se presumo che cio non avvenga mai, quindi le preoccupazioni vengono da quello. In alternativa senza dubbio, sè la legge e il sistema sbilancerà di conseguenza riequilibrieremo di comune accordo, non c'è nessun problema, e non ho l'intenzione di portare via l'esubero a mio fratello come giusto che sia.... ringraziandovi vi auguro una buona giornata, ciao :D
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
Nelle famiglie l'amore viene prime di tutto, è cosa risaputa. Mai sentito di litigi sulle eredità, anzi si fa a gara a lasciarle agli altri aventi diritto.
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
A riguardo della spartizone, è sperare che il donatore faccia il testamento, anche se presumo che cio non avvenga mai
Se il donante ( tuo padre, da quello che si è capito), alla sua morte avrà altri beni, questi andranno a tua madre e tuo fratello in misura maggiore che a te, che hai già ricevuto "un'anticipazione" maggiore.
Se fa testamento avrà la possibilità di decidere la cosa nel dettaglio, altrimenti farete secondo legge.
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
Si scannano per 4 spicci appena c'è qualcosa da spartire. Neanche finisce il funerale che litigano per dividersi quello che resta. A volte col defunto ancora caldo in casa.
Gli animali sono migliori di noi esseri umani
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Si scannano per 4 spicci appena c'è qualcosa da spartire. Neanche finisce il funerale che litigano per dividersi quello che resta. A volte col defunto ancora caldo in casa
Per esperienza i problemi sorgono, non perché gli eredi contestano le disposizioni del de cuius, ma spinti ed istigati dagli o meglio, dalle acquisite.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
In alcuni casi la mente è più veloce della mano pertanto si scrive di getto, comunque io direi di spiegare a Frank cosa prevede la legge, in caso di testamento, la legittima cosa è la collazione come comportarsi nel caso non si è d'accordo ecc. io non lo faccio perché parlo per esperienza vissuta e potrei commettere degli errori
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Più che sentire spiegazioni dovrebbe agire, gli e' stato già suggerito o consigliato di consultare un notaio.
E direi, dato i contesti non vi sia consiglio più opportuno
 

Frak82

Membro Junior
Proprietario Casa
Si scannano per 4 spicci appena c'è qualcosa da spartire. Neanche finisce il funerale che litigano per dividersi quello che resta. A volte col defunto ancora caldo in casa.
Gli animali sono migliori di noi esseri umani
Io non voglio scannarmi con nessuno, chiedo solamente trasparenza da parte del donatore, cosa che non ha nessunissima intenzione di fare. Li ho chiesto anche le quote e continua a dire che sono del 50%, ma dopo la suddivisione non rispetta tali direttive.....
Non sto a guardare il centesimo di metratura ok, ma voglio tutto spiegato per per bene come giusto che sia, sul futuro mio e dei miei familiari pretendo correttezza e non voglio fare il r@mpi*******i di turno, chiedo troppo??
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
chiedo solamente trasparenza da parte del donatore, cosa che non ha nessunissima intenzione di fare
Ed è nelle sue facoltà ...o vorresti che domattina un figlio 18enne pretenda di "comandare" sui beni dei genitori?
Fintanto che sei in vita (tu, tuo madre o chiunque altro) puoi disporre dei tuoi averi senza che tu debba rendere conto ad alcuno.
Tuo padre potebbe donarea tuo fratello/sorella il 100% senza che tu possa muovere obiezione...oppure potrebbe dilapidare tutto il suo patrimonio e lasciare solo debiti senza che tu possa impedirlo.

Il donante è ancora in vita, ma non ha ancora deciso di fare testamento, la domanda era posta nell'ipotesi per "successione legittima prevista dal c.c. "
Come sopra non ha alcun obbligo di stilare un Testamento.

Essendo io il figlio2 volevo assicurarmi che il figlio1 non recrimini in futuro, che il figlio2 NON ha un esubero, come da sempre rinfacciatomi ogni giorno.
Ma da quanto racconti:
Mettiamo che in vita il donatore ha fatto atti di donazione preventivamente ad Filgio1 (somma percepita 45000 €) e Figlio2 Palazzina (valore 250000€ regolarmente intestata)….

In futuro, il Figlio 1 potrebbe recriminare il fatto che il Figlio2 ha un esubero di 205000€ e quindi sottrarre tale cifra dal restante in eredità spettante? Anche se le donazioni risalgono a più di 10 anni or sono?
Tuo fratello ha tutto il diritto di rinfacciarti una disparità di trattamento visto che c'è una differenza di 205mila Euro ...oppure ci sono altre somme d cui non hai parlato?

Ben poca cosa tale "diritto"...mettiti nei suoi panni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto