• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
buonasera,
il condominio dove abito composto di 4 proprietari, si vuole dotare di amministratore seppur non ci sia alcun obbligo.
Domanda: l'amministratore deve essere confermato di anno in anno o con la maggioranza dei votanti dell'assemblea che rappresenti almeno il 50% dei millesimi?
nel caso non si raggiungesse il quorum decade dall'incarico?
Grazie
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
l'amministratore deve essere confermato di anno in anno o con la maggioranza dei votanti dell'assemblea che rappresenti almeno il 50% dei millesimi?
sì, perché l'incarico dato all'amministratore è di 12 mesi.
nel caso non si raggiungesse il quorum decade dall'incarico?
nel vostro caso, nel quale non c'é l'obbligo di dotarsi di un amministratore, se quello in carica non viene rinnovato, rimane in "prorogatio": che significa che continua nella sua attività, pagato, per seguire la ordinaria amministrazione del condominio, fino alla nomina di un suo sostituto. Il condominio non potrà fare delibere su atti di straordinaria manutenzione. Se però l'amministratore rassegna le sue dimissioni, chiude la contabilità alla data delle sue dimissioni e può non fare più nulla. Alla fine arriverete ad un punto tale che o uno di voi prenderà in mano tutta la situazione oppure sarete costretti a nominarne uno nuovo.
 

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
sì, perché l'incarico dato all'amministratore è di 12 mesi.

nel vostro caso, nel quale non c'é l'obbligo di dotarsi di un amministratore, se quello in carica non viene rinnovato, rimane in "prorogatio": che significa che continua nella sua attività, pagato, per seguire la ordinaria amministrazione del condominio, fino alla nomina di un suo sostituto. Il condominio non potrà fare delibere su atti di straordinaria manutenzione. Se però l'amministratore rassegna le sue dimissioni, chiude la contabilità alla data delle sue dimissioni e può non fare più nulla. Alla fine arriverete ad un punto tale che o uno di voi prenderà in mano tutta la situazione oppure sarete costretti a nominarne uno nuovo.
e se l'assemblea nel verbale specifica che al termine del mandato decade dall'incarico, occorre pagarlo cmq in ragiore della prorogatio?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
occorre pagarlo cmq in ragiore della prorogatio?
No, ha diritto solamente al rimborso delle spese se, al termine del mandato, sia stato già nominato un nuovo amministratore e si sia dunque in attesa che questi assuma effettivamente l’incarico.
Sì, se invece il condominio si trovi privo di un nuovo amministratore. Dunque, se al termine dell’incarico (per revoca, scadenza, ecc.) non avviene una nuova nomina.
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
se l'assemblea nel verbale specifica che al termine del mandato decade dall'incarico, occorre pagarlo cmq in ragiore della prorogatio?
siete un condominio che non ha l'obbligo di avere un amministratore potete dare l'incarico che prevede la decadenza e quindi al termine chiudere il rapporto: in questo caso sarebbe opportuno che venga indicato il condomino al quale consegnare tutti i documenti contabili e non della gestione fatta dall'amministratore "pro tempore". Secondo me non dovete mettere all'ordine del giorno la discussione sul rinnovo; perché se non si raggiunge il quorum previsto per il rinnovo e non avete/volete nominare un sostituto e, sopratutto, non raggiungete il quorum per la revoca l'amministratore rimane in "prorogatio".
 

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
siete un condominio che non ha l'obbligo di avere un amministratore potete dare l'incarico che prevede la decadenza e quindi al termine chiudere il rapporto: in questo caso sarebbe opportuno che venga indicato il condomino al quale consegnare tutti i documenti contabili e non della gestione fatta dall'amministratore "pro tempore". Secondo me non dovete mettere all'ordine del giorno la discussione sul rinnovo; perché se non si raggiunge il quorum previsto per il rinnovo e non avete/volete nominare un sostituto e, sopratutto, non raggiungete il quorum per la revoca l'amministratore rimane in "prorogatio".
quindi se nella fase della nomina dell amminisratore esterno , l'assemblea dice che al termine del primo mandato decade ed indica a quale condomino riconsegnare i documenti, lui è obbligato alla consegna ed andarsene?
ok poniamo che noi indichiamo che al termine del primo mandato decade l'incarico. ma se quando l'amministratore convoca l'assemblea annuale lui stesso mette all'ODG la conferma o meno dell'amministratore che si fa?
 
Ultima modifica:

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
potete dare l'incarico che prevede la decadenza
No. Se non revocato al termine di un anno, l'incarico si intende rinnovato per eguale durata, ex art. 1129, comma 10 c.c.
Ma il comma 14 dello stesso articolo recita:
L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.
Inoltre, il comma 2 dello stesso articolo recita:
Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata.
 

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
No. Se non revocato al termine di un anno, l'incarico si intende rinnovato per eguale durata, ex art. 1129, comma 10 c.c.
Ma il comma 14 dello stesso articolo recita:
L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.
Inoltre, il comma 2 dello stesso articolo recita:
Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata.
non ho capito: se l'assemblea al momento della nomina prevede che al termine del primo mandato l'incarico decade ed indica a quale condomino riconsegnare i documenti, rimane in prorogatio o deve andarsene?

il preventivo del papabile amministratore è forfettario, quindi passibile di nullità?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
se l'assemblea al momento della nomina prevede che al termine del primo mandato l'incarico decade
[/QUOTE]Non può. Deve essere indetta una nuova assemblea prima della scadenza dell'incarico, e l'incarico deve essere revocato.
 

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
se l'assemblea al momento della nomina prevede che al termine del primo mandato l'incarico decade
Non può. Deve essere indetta una nuova assemblea prima della scadenza dell'incarico, e l'incarico deve essere revocato.
[/QUOTE]
quindi se c'è un pareggio di voti per la riconferma o revoca va anti lui....?
ecco il preventivo: è regolare essendoci un compenso a forfait senza l'elenco delle spese?
 

Allegati

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non può. Deve essere indetta una nuova assemblea prima della scadenza dell'incarico, e l'incarico deve essere revocato.
quindi se c'è un pareggio di voti per la riconferma o revoca va anti lui....?
ecco il preventivo: è regolare essendoci un compenso a forfait senza l'elenco delle spese?
[/QUOTE]
UP
 

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non può. Deve essere indetta una nuova assemblea prima della scadenza dell'incarico, e l'incarico deve essere revocato.
quindi se c'è un pareggio di voti per la riconferma o revoca va anti lui....?
ecco il preventivo: è regolare essendoci un compenso a forfait senza l'elenco delle spese?
[/QUOTE]
UP
questo contratto quindi è appuntabile non essendo prezzate le singole voci ma essite solo l'importo con un compenso totale?
 

Allegati

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
secondo me ti stai fasciando la testa prima di essertela rotta.
il condominio dove abito composto di 4 proprietari, si vuole dotare di amministratore seppur non ci sia alcun obbligo.
nella assemblea per la nomina che dovrete indire voi, visto che non c'è un amministratore, siete sicuri di raggiungere i quorum, costitutivo e deliberativo, previsti dal c.c.
QUORUM COSTITUTIVI
Prima convocazione.
L’assemblea in prima convocazione è regolarmente costituita con l’intervento di tanti condòmini che rappresentino i due terzi del valore dell’intero edificio e la maggioranza dei partecipanti al condominio.

Seconda convocazione. L’assemblea in seconda convocazione è regolarmente costituita con l’intervento di tanti condòmini che rappresentino almeno un terzo del valore dell’intero edificio e un terzo dei partecipanti al condominio.

QUORUM DELIBERATIVI
Per la nomina, la riconferma e la revoca dell’amministratore di condominio sia in prima che in seconda convocazione: maggioranza degli intervenuti all’assemblea che rappresenti almeno la metà del valore dell’edificio.

Per le delibere assunte in condizione di irregolarità dei quorum, tanto costitutivi quanto deliberativi, la recente sentenza della Corte di Cassazione civile n. 24948 del 6 dicembre 2016,ha sentenziato che la nullità delle delibere vanno circoscritte a quei casi in cui la delibera abbia un oggetto impossibile o illecito. o esorbiti dalle competenze assembleari, oppure incida sui diritti o la proprietà individuale; in tutti gli altri casi si concretizza la annullabilità della delibera oppure di tutte le delibere in caso si irregolarità del quorum costitutivo.
Quindi nel tuo caso incominciate a vedere se parteciperete alla assemblea in un numero congruo per deliberare, durante l'assemblea regolarmente costituita: valutate, alla luce di quanto detto da @Nemesis per quanto concerne il dopo la nomina, se è il caso o meno di dotarvi di un amministratore.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
se l'amministratore rimane in "prorogatio" mantiene il il vecchio compenso?
Rileggi
 

mogheghe

Membro Attivo
Proprietario Casa
Rileggi
quindi?
rispiego se alla riconferma o revoca dell'amministratore per l'anno successivo c'è uno stallo nella votazione cioè di 2 contro 2 che non revoca e nonriconferma l'amministratore, questo rimane cmq in "prorogatio" svolgendo solo le ordinarietà. Chiedo: in tal caso occorrerà pagarlo con il compenso del periodo precedente?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto