1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti... ho affittato l'anno scorso una villetta a una coppia (fin da subito un pò "strana", ma mi dissi di non affidarmi ai pregiudizi. Ora mi affiderò SOLO a quelli, vabbè), con figlia al seguito. Un simpatico 4+4. Regolarmente registrato.

    Fin da subito, ci furono problemi di ritardo nei pagamenti. Dopo una mia raccomandata, regolarizzarono la loro posizione e il 2009 si chiuse senza pendenze.

    Arriviamo ad oggi. Loro sono già fuori di 3 mesi (febbraio, marzo, aprile). La settimana scorsa gli telefono, lui mi assicura di aver trovato un lavoro e che entro fine aprile avrebbe saldato le 3 mensilità. Capendo che il periodo è quello che è, la crisi, e tutto il resto, decido di NON adire le vie legali e di attendere fiducioso la fine di questo mese (in fondo, bene o male, l'affitto lo pagavano...).

    Ma l'altra sera il colpo di scena. Mi manda un messaggio il mio commercialista dicendomi di leggere il tal giornale on line "sperando che l'inquilino non sia quello dell'articolo".

    Purtroppo, è quello dell'articolo e nella fattispecie si trova ora agli arresti domicialiari per spaccio. Per non farmi mancare niente, lei è incinta.

    Bene, premesso che lunedì mi recherò all'asppi per iscrivermi, richiedere consulenza, eccetera... ehm... qualcuno ha qualche suggerimento? Nella mia mente "malata" :D si è materializzato questo quesito: "ma se perviene lo sfratto esecutivo, essere agli arresti domiciliari significa rimanere comunque in casa fino alla formulazione del giudizio...?". Ditemi che la risposta è "no"... sarebbe il colmo.

    Grazie anche per il supporto morale che eventualmente perverrà.
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    In una Italia moderna, allo sfratto esecutivo gli arresti domiciliari dovrebbero essere spostati nel nuovo domicilio segnalato, casa della madre o altro.
    Di certo una esperienza non la conosco. D'altronde non avviare la pratica di sfratto mi sembrerebbe assurdo e inconcludente.
    Buona fortuna
     
  3. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta. Per ora sto facendo l' "indiano", nel senso che gli inquilini pensano che io non sappia, o forse SPERANO che io non sappia della notizia dell'arresto. Nel frattempo invierò raccomandata A/R come l'altra volta... mi è stato detto che, se dovessero comunque saldare l'affitto, rimarranno dove sono. E va bene. Non so con quali soldi, ma va bene...

    Tuttavia, da qualche parte ho letto che il locatore, in presenza di "gravi motivi", può rescindere il contratto immediatamente. Ho letto male io? Perchè se spacciava in casa mia, beh, quello per me è un più che giustificato motivo per sbatterlo fuori senza altri colli di bottiglia. Certo che se spacciava fuori, invece...
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    RISPOSTA PER ARCIBOLDO
    Arresti domiciliari non possono essere imposti da nessuno se lei non firma e non autorizza non può essere coattivato pertanto mi preoccuperèi di più per la compagna in cinta, che in caso di sfratto il giudice è molto sensibile in merito a questi problemi, in segiuto le faro avere altre dritte.
    geom. Bettinelli Studio adimecasa
     
  5. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Dunque, a sentir loro pare che siano stati saldati stamattina i canoni di febbraio, marzo, aprile... vedremo.

    Tuttavia, la compagna del personaggio agli arresti domiciliari, con un cipiglio che mi ha leggermente infastidito, mi diceva che, dopo essersi informata da un avvocato, nel caso in cui loro non riuscissero in alcun modo a pagare l'affitto io dovrei trattenermi a TITOLO DEFINITIVO il deposito cauzionale o parte di esso (che è stato pari a 3 mensilità). Corrisponde al vero questo fatto? Io in realtà sapevo che anche un solo canone saldato ti rende passibile di messa in mora.

    Oltretutto, nonostante l'avessi già sollecitata, credo non ci abbiano messo dentro l'imposta di registro, che avevo già provveduto a pagare a inizio anno.
     
  6. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Ordunque, mi sono informato presso un Avvocato.

    Premesso che hanno saldato le pendenze (quindi tutto risolto, a parte l'imposta di registro, vabbè... manderò sollecito) egli mi conferma 2 cose interessanti:

    1) il deposito cauzionale NON può essere utilizzato per pagare l'affitto, se non al termine del percorso legale che porta allo sfratto e comunque è, diciamo, una concessione del locatore

    2) se si arriva allo sfratto, bisogna avvisare PREVENTIVAMENTE la procura che sul soggeto sta per gravare uno sfratto, in modo da non trovarsi, quel giorno, l'ufficiale giudiziario che questiona con i carabinieri in quanto, a loro, l'individuo risulta agli arresti domiciliari. Ma ciò non deve gravare sul proprietario.
     
    A maidealista piace questo elemento.
  7. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Aggiornamento sulla situazione: un disastro. Gli inquilini non pagano da 4 mesi, ci avviamo verso il quinto, e ho dato mandato a un Avvocato, che mi sembra in gamba, di procedere con lo sfratto e il 6 ottobre c'è la prima udienza. La donna mi ha pure offeso telefonicamente... e pare si vanti con i vicini che, con 2 figlie, NESSUNO potrà mai mandarla via da lì.

    Beh, certo, puoi avere il termine di grazia, eccetera, ma non puoi stare all'infinito nella casa senza pagare l'affitto. Del resto mi diceva "se non ti paghiamo l'affitto tieniti il deposito di 3 mensilità... e siamo a posto". No bella, il deposito me lo tengo, dopo lo sfratto però...

    Inoltre l'uomo ha malmenato una delle 2 figlie, mandandola all'ospedale, e pure la compagna le prende (forse l'unica buona notizia...).

    Sempre per non farsi mancare niente: per OLTRE UN ANNO non hanno messo a ruolo il contratto dell'acqua per cui sono arrivate bollette insolute a nome di mia nonna (deceduta, dalla quale ho ereditato appunto l'immobile). Almeno questa cosa comunque è stata sistemata!!! Ma ho dovuto corrergli dietro IO per un paio di mesi!!

    Infine, udite udite, hanno RIFIUTATO una sistemazione in una casa popolare, messa a disposizione dal Comune, per via del... cane... Sì, avete letto bene. Il Comune si è interessato della loro precaria situazione (2 figlie, nessuno dei 2 lavora, o forse lui ora lavora saltuariamente, che ne so...), ci sono di mezzo anche i servzi sociali, e una volta trovata una sistemazione questi la rifiutano. E ovviamente continuano ad abitare a scrocco nell'immobile di mia proprietà.

    Mh, cercherò di non perdere l'ottimismo che comunque ho ancora...! :D
     
  8. viva

    viva Nuovo Iscritto

    ho una situazione analoga alla tua...! leggevo tra le risposte quella di bettinelli "Arresti domiciliari non possono essere imposti da nessuno se lei non firma e non autorizza non può essere coattivato pertanto mi preoccuperèi di più per la compagna in cinta, che in caso di sfratto il giudice è molto sensibile in merito a questi problemi, in segiuto le faro avere altre dritte.
    geom. Bettinelli Studio adimecasa

    C'è un codice di legge che si riferisce proprio a questo?? E' vero che nessuno può impormi un inquilino agli arresti domiciliari? Qualcuno può rispndeermi????
     
  9. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    @viva

    Mah guarda... per ora quello che posso dirti è che alla prima udienza, avvenuta in ottobre, l'inquilino ha chiesto il termine di grazia, che gli è stato concesso. Io non c'ero, rischiavo di mettergli le mani addosso.

    Seconda udienza proprio fra un paio di settimane e nel frattempo siamo già a 6 o 7 mensilità non saldate, ho perso il conto.

    L'avvocato mi diceva che non è tanto un problema di arresti domiciliari, appunto, ma di 2 minori. Alla fine la mia casa la riavrò, ne sono sicuro, ma... A QUALE PREZZO.
     
  10. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Sfratto convalidato al 10 gennaio. L'inquilino non si è presentato all'udienza, dopo aver telefonato al mio Avvocato dicendo che è... malato! Poverino!

    Beh, ho già capito una cosa: che il 10 gennaio l'inquilino dovrebbe consegnarmi "amichevolmente" le chiavi di casa e smammare. Secondo voi quante probabilità ci sono che ciò accada...?
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    RISPOSTA PER ARCIBOLDO.
    per quanto ne sò non ci sono probabilità che ciò avvenga pervia bonaria conclusione, cerca di stargli addosso con le buone e non firmare nussuna accettazione per gli arresti domiciliari, quando il giudice di chiederà la disponibilità. Non so quanti anni o mesi deve fare il tuo inquilino ma ti assicuro che quando ti presenti con l'Ufficiale Giudiziario lo traverai sempre ammalato e per esperienza presentati con un ufficiale medico, e vedrai che qualcosa si muoverà, ma stagli addosso??????? Ciao bettinelli
     
  12. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    @adimecasa

    Credo che gli arresti domiciliari siano già terminati, se non ho capito male gli diedero 6 mesi. L'avvocato mi ha detto che non dovrei fare nulla, solo attendere... Il chè mi rende sospettoso pure nei suoi confronti.
     
  13. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Aggiornamento. Oggi ho chiamato il conduttore, non certo per fargli gli auguri, ma per dirgli a voce, prima che gli arrivi la notifica, che dovrebbe consegnarmi le chiavi il 10 gennaio... Sembrava quasi stupito che avessero convalidato lo sfratto così presto, tanto che quando gliho detto "devi darmi le chiavi di casa il 10 gennaio" lui mi ha risposto "di quale mese?". Sì, siamo a posto, manco sa di essere al mondo 'sto qua.

    Vi risparmio i dettagli della conversazione: è stato semplicemente PENOSO, dicendomi che se non gli davo lo sfratto mi avrebbe pagato, che dovevo aspettare, che blablablablabla... Al chè gli ho detto... "Ma non paghi l'affitto per ripicca dunque...? Cioè tu mi stai dicendo di avere i soldi per pagare l'affitto e che in quanto ti ho dato lo sfratto, cosa DOVUTA visto che tra l'altro mi toccherebbe pagare le tasse su un importo che non ho percepito, non paghi l'affitto per RIPICCA? MI STAI DICENDO QUESTO?". No, non stava dicendo quello... non sapeva neanche lui quello che stava dicendo.

    Fatto sta che le chiavi non me le darà, io ho capito questo dalla conversazione.

    Gli ho quindi detto che farò in modo di mandargli la forza pubblica per farlo sloggiare (e via di altro migliaio di euro per proseguire...), ricordandogli che io fino al 10 gennaio non lo cercherò più. Ma sono davvero quelle cose che ti fanno passare la voglia di seguire la Legge e andare sul fai da te. Sulla mia pelle e sul mio portafoglio mi sono accorto che i proprietari non sono proprio PER NIENTE tutelati.
     
  14. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Come ipotizzavo, lato conduttore nessuno si è fatto vivo per restituirmi le chiavi e quindi l'immobile... Senza perdere tempo stamane mi sono recato presso l'Avvocato per proseguire con la seconda parte del procedimento, quello in cui verrà coinvolto inizialmente l'Ufficiale Giudiziario, e se neanche in quel caso si schiodano ci sarà la Forza Pubblica.

    Totale delle spese che ho dovuto finora sostenere: circa 2000 euro, compreso l'avvio della seconda istanza.
     
    A SteCa piace questo elemento.
  15. toscogroup

    toscogroup Nuovo Iscritto

    Continua a tenerci aggiornati, e' molto interessante e di aiuto per tutti sapere quali passi, quali tempi e quali costi bisogna sostenere per determinate vicende....

    Auguri.......
     
  16. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Di nuovo buonasera a tutti... l'altro giorno mi telefona il conduttore dicendomi che ha ripreso a lavorare e mi ha offerto 800 euro a condizione che io ritirassi lo sfratto esecutivo... e che poi, "pianopiano", avrebbe pareggiato i conti.

    Ho chiamato l'Avvocato che non ha saputo cosa dirmi così su 2 piedi... nel senso che sarebbe stata una mia scelta.

    Alla luce degli importi in gioco ho dunque richiamato il personaggio dicendogli che io andavo avanti e che gli 800 euro poteva tenerseli, a queste condizioni. O me ne dava almeno 1700/2000 o non se ne fa nulla.

    E' seguita la penosa scena del "ho 2 figli", "non so dove andare", "gli affitti sono troppo alti" (...!? Cosa?!?!? Allora il mio canone è troppo basso!!!!)

    Secondo voi ho fatto bene a non "cedere" a questa sottospecie di ricatto?
     
    A marisa ginzburg piace questo elemento.
  17. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Fatto bene!
     
    A marisa ginzburg piace questo elemento.
  18. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,
    mi viene un dubbio al riguardo: l'imposta di bollo su contratto, per il 2011, devo pagarla ugualmente??

    E come funziona ai fini dell'IRPEF se il conduttore non paga l'affitto da Giugno 2010?

    Grazie
     
  19. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x arciboldo la tassa di registro la devi pagare, fine alla risoluzione del contratto, x l'IRPEF vedi il decreto di sfratto il tuo commercialista o il caaf ti sapranno indirizzare, per quanto riguarda l'inquilino moroso, è un altra questione che va trattata separatamente ciao adimecasa ;):daccordo:
     
  20. arciboldo

    arciboldo Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta Adimecasa.

    Per "risoluzione del contratto" cosa si intende esattamente...? Cioe', se io ho in mano un'ordinanza di sfratto convalidato e' gia' di per se' "risoluzione del contratto"?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina