• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

adele de blasi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ho un inquilino che doveva entrare il 15 di febbraio e mi ha dato metà affitto decurtandolo di 300 euro. Questo mese non ha pagato doveva pagare entro il 5 e siamo al 21. ho mandato molti whatzup ma mi dice solo bugie che devo fare meglio andare all'Upi o alla federconsumatori e fare una lettera di un avvocato. Io sono a Roma qualcuno mi puo aiutare. Grazie
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
se entro il 5 di maggio non paga tutto mandagli una lettera raccomandata con la quali gli comunichi l'intenzione di chiedere lo sfratto dell'appartamento per non aver pagato 3 mensilità (anche la prima pagata parzialmente è come se non fosse stata pagata). La lettera la fai scrivere da un tuo avvocato di fiducia o da un avvocato dell'UPPI, ti dovrai comunque iscrivere a questa associazione.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Art. 5 della legge n. 392/1978:
Salvo quanto previsto dall'articolo 55, il mancato pagamento del canone decorsi venti giorni dalla scadenza prevista, ovvero il mancato pagamento, nel termine previsto, degli oneri accessori quando l'importo non pagato superi quello di due mensilità del canone, costituisce motivo di risoluzione, ai sensi dell'articolo 1455 del codice civile.

Pertanto, il locatore può intimare lo sfratto già dopo il mancato pagamento di una sola mensilità del canone, se siano decorsi venti giorni dal termine convenuto.
E il conduttore è considerato moroso anche quando si autoriduce unilateralmente il canone.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
meglio andare all'Upi o alla federconsumatori
Se non conosci un avvocato esperto di locazioni, ti consiglierei di rivolgerti ad un'Associazione di proprietari immobiliari come l'Uppi. Dove ti possono indicare un legale al quale conferire il mandato per la pratica di sfratto per morosità.
 

adele de blasi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Mi consigliate di mandare una pec a mio nome o mandargliela da un avvocato UPPI ? o cercare di parlargli telefonicamente.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
cercare di parlargli telefonicamente.
Siccome la locazione è iniziata recentemente (nel primo post scrivi che l'inquilino doveva entrare il 15 febbraio) io cercherei di parlargli telefonicamente o, meglio ancora, di persona. Per capire che intenzioni ha, prima di iniziare una pratica legale.

Suppongo che alla firma del contratto ti abbia versato il deposito cauzionale; di quante mensilità?
 

Paolo Maria Capasso

Membro Junior
Professionista
Mi consigliate di mandare una pec a mio nome o mandargliela da un avvocato UPPI ? o cercare di parlargli telefonicamente.
Buongiorno, naturalmente (lo preciso perché il fraintendimento è molto diffuso) l’invio di una raccomandata non costituisce un atto necessariamente propedeutico all’avvio dell’azione.
Per lo più è una perdita di tempo.
Di queste costituzioni in mora ne scriviamo a decine. Ma servono solo a rassicurare l’inquilino moroso sul fatto che il rilascio del bene è ancora un evento lontano. Mi creda.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Gianco

Membro Storico
Professionista
E' consigliabile ed auspicabile un tentativo civile di risoluzione bonaria. I Tribunali sono troppo intasati... sarebbe meglio lasciarli riposare!
 

castellarin renzo

Membro Junior
Proprietario Casa
Come dice Gianco è opportuno valutare la via bonaria in quanto in Italia a causa del Legislatore,la prassi in un contenzioso fra il Conduttore e il Locatore si ripercuote comunque (a causa di STRESS- ENERGIE- TEMPO E DENARO) verso quest'ultimo. Solo in caso di ostruzionismo reiterato bisogna rivolgersi a un Avvocato che ti aspetterà a braccia aperte.
 

Gagarin

Membro Attivo
Professionista
meglio andare all'Upi o alla federconsumatori e fare una lettera di un avvocato
Ho come l'impressione che tu sia incappato in un "inquilino professionista", categoria sempre più diffusa (soprattutto a Roma) a causa sia della legislazione sulle locazioni tutta "spostata" a favore del conduttore, sia della ideologizzazione (a sinistra) della maggior parte dei giudici addetti al settore, sia, infine, della estrema lunghezza e ferraginosità dei processi di sfratto.
A mio avviso se prima ci parli, ti rendi subito conto delle sue intenzioni guardandolo negli occhi. In caso di dubbio o se capissi che le intenzioni fossero a tuo danno e solo se non avessi un avvocato di tua fiducia, potresti rivolgerti all'UPPI (tanto l'inquilino si rivolgerà quasi sicuramente al SUNIA, che, coi suoi azzeccagarbugli e sapendo che con lo sfratto per morosità non la spunterà, riesce sempre, comunque, attraverso mille cavilli, a portare la causa il più a lungo possibile) e iniziare le pratiche di sfratto.
Esperienza docet.
 

adele de blasi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ho parlato con l'inquilino che è un agente immobiliare in casa ancora non ci abita ha dato 2 affitti come cauzione, dice che metterà a posto tutto a fine mese ha avuto un problema, cerco di essere ottimista se no avvocato subito. quanto costa uno sfratto, meglio un avvocato esperto o l'UPPI. Gioca a mio favore il fatto che non ci abita.... Ho chiesto di vedere la casa dato che a contratto ha scritto che avrebbe cambiato i sanitari e allargata la cucina di 20 cm, si è fatto ribassare il canone locativo di 200 euro. Che devo fare se non mi fa entrare?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
quanto costa uno sfratto, meglio un avvocato esperto o l'UPPI.
E' meglio un avvocato esperto in locazioni; se non ne conosci, puoi rivolgerti all'Uppi che te ne indicherà uno. Però dovrai tesserarti versando la quota associativa, e pagherai l'avvocato in base alle tariffe professionali solite. Magari informati prima presso l'Uppi della tua città: qui a Torino i loro avvocati non concedono sconti sulle parcelle agli associati.

Il costo dello sfratto è difficile da preventivare, dipende da molti fattori tra cui il numero di udienze alle quali l'avvocato dovrà presenziare. Alcuni anni fa avevo pagato circa 1.300 euro: l'inquilino non si era presentato in tribunale e il giudice aveva convalidato subito lo sfratto senza rinvii ad altre udienze.

Però ti conviene aspettare inizio maggio prima di attivare la procedura, e vedere se l'inquilino mantiene la promessa pagando il dovuto.

Che devo fare se non mi fa entrare?
Normalmente nei contratti c'è una clausola che recita:
"Il conduttore dovrà consentire l’accesso all’unità immobiliare al locatore, al suo
amministratore nonché ai loro incaricati ove gli stessi ne abbiano, motivandola, ragione."
Appellati a quella clausola, motivando la tua richiesta di accesso per controllare se i lavori previsti nel contratto di locazione sono stati eseguiti.
 

adele de blasi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
si glie l'ho chiesto più volte rimanda sempre penso che possa aver fatto qualcosa che non poteva fare, nel contratto c'è scritto tutto ma io ho bisogno di vedere la casa è un mio diritto e siglato nel contratto
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
glie l'ho chiesto più volte rimanda sempre
Allora scrivigli una raccomandata ar motivando la tua richiesta di accesso all'appartamento.
Invitalo e diffidalo a fissare un appuntamento entro una data precisa, appellandoti espressamente alla clausola contrattuale da lui sottoscritta.

Se poi non ritira la raccomandata, non risponde o comunque non è disponibile, consigliati con un avvocato su come procedere. Considerando questo inadempimento oltre all'eventuale morosità se continua a non pagare i canoni.
 

adele de blasi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ho mille ansie e dubbi ma se l'inquilino non abita la casa e non ha la residenza a casa mia questo gioca a mio favore. Sto prendendo informazioni sul suo conto
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
ALFONSO LANZARA ha scritto sul profilo di Rosanna Ricci.
Ciao Rosanna ti contatto per l'annuncio del tuo immobile su questo forum. Io rappresento un' agenzia immobiliare. Saresti disponibile a collaborare con noi per la vendita?
Alto