1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Ciao ho una domanda da fare agli esperti,acquistando un appartamento nuovo da impresa questa mi propone di accollarmi il mutuo esistente,ci sono dei rischi? Grazie.
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Spesso quando si acquista un immobile da un costruttore esiste già un mutuo (mutuo edilizio) garantito da ipoteca iscritta sul terreno da costruire richiesto dalla impresa Al momento della vendita degli appartamenti l'impresa chiederà alla banca di frazionare il mutuo e di ripartirlo su tutte le unità. Il compratore in questo caso ha due possibilità :
    - accollarsi la quota di mutuo già esistente (pari all'80% del valore dell'immobile) alle condizioni già stabilite
    - oppure ricorrere al finanziamento tramite un'altra banca, se migliori
    I motivi per cui di regola il costruttore offre al compratore l'accollo di un mutuo sono,secondo me,:
    - il costruttore evità così di estinguere la quota di mutuo e può pertanto investire i contanti ricevuti nella sua azienda evitando così ,se tutti rifiutassero l'accollo, il tracollo della sua impresa
    - ripartire tutte le spese sopportate per la richiesta del mutuo per costruire tutto il fabbricato tra tutti gli acquirenti
    Se le condizioni del mutuo da accollarsi sono competitive con quelle offerte da altre banche, per il compratore può essere conveniente perchè in questo caso, con l'accollo, evita tutte le spese che esistono per la richiesta (istruttoria, perizia di stima,notaio,,imposta sostitutiva,ecc) perchè già pagate dalla impresa.
    Quindi viene da porsi la domanda . ma allora è proprio conveniente l'accollo di un mutuo del costruttore?
    Subentrare ad un mutuo esistente è una operazione che spesso conviene perchè si risparmiano diverse spese.
    L'importante è conoscere bene le vere condizioni del finanziamento. Quindi se si opta per l'accollo è importante inserire nella proposta di acquisto la clausola che " vi riservate la facoltà di accettare o meno l'accollo" in maniera tale da avere tutto il tempo necessario per fare le necessarie ricerche presso altre banche ed i confronti.
    Da tenere presente che le spese totali per la richiesta di un mutuo si aggirano intorno a 3.00,00 euro.
    Inoltre in caso di accollo fare molta attenzione affinchè tutti gli interessi del mutuo prima dell'accollo restino a totale carico dell'impresa
    Se poi il venditore è un soggetto al fallimento : Se il soggetto fallisce entro i due anni successivi alla stipula dell’atto, si corre il serio rischio che il curatore fallimentare, avvalendosi della "revocatoria fallimentare" , acquisisca l’immobile acquistato quale patrimonio del fallito, che servirà a pagare i creditori.

    Una precauzione per evitare tale procedura è quella di chiedere al venditore il "certificato fallimentare", oppure di mantenere documentate tutte le fasi della transazione e di registrare il 100% di compravendita in atto notorio.
    Ciao
     
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    buongiorno sig.Fontanelli, grazie molto per la risposta.
     
  4. Marco017

    Marco017 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Quindi il rischio è sostanzialmente riassumibile in 2 punti:

    1) Il costruttore non salda la sua quota di mutuo, relativa alla parte dell'immobile da me già pagata
    2) Il costruttore fallisce entro 2 anni dall'accollo e il curatore fallimentare acquisisce l'immobile.

    E' corretto?

    Come mi cautelo? Per il punto 1 posso chiedere alla banca e verificare? Mentre per il punto 2 devo informarmi chiedendo il certificato fallimentare e sperare che il costruttore non abbia problemi finanziari per 2 anni? Dopodichè posso stare tranquillo?
     
  5. Girbo

    Girbo Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera, mi chiedevo... nel caso in cui nel compromesso non si fa alcuna menzione in merito al pagamento degli interessi passivi e delle rate di preammortamento del mutuo fondiario che sarà accollato previo frazionamento (accollo previsto nel compromesso)... è legittima la richiesta di rimborso, avanzata dal costruttore al promittente acquirente, di tali interessi passivi e delle rate di preammortamento maturati prima del rogito (e quindi prima del perfezionamento dell'accollo)?
    In sostanza, vi è un obbligo in capo all'acquirente dell'immobile di pagare interessi passivi e rate di preammortamento? In caso positivo da quando decorre tale obbligo? Dal frazionamento del mutuo fondiario? Dalla stipula del definitivo di vendita con accollo? Da prima? Grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina