• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

trittico69

Membro Attivo
Proprietario Casa
Salve qualcuno puo chiarirmi quanto sotto se è giusto rispondendomi punto per punto?

a) la risoluzione va fatta con il recesso sia da parte dell’inquilino che da parte del proprietario.Il recesso come si comunica all’agenzia?(o è sempre la risoluzione che si chiama recesso se viene fatta prima della scadenza contratto?)

b)Se un successivo inquilino entra il giorno successivo a quello in cui il precedente inquilino ha lasciato, ed il contratto rimane quello stipulato col precedente inquilino, allora si dovrà comunicare ad Agenzia delle Entrate il subentro, o cessione se trattasi di proprietario.
Se un successivo inquilino entra il giorno successivo a quello in cui il precedente inquilino ha lasciato, prima della scadenza contratto, ma il nuovo inquilino entra stipulando un nuovo contratto di locazione, allora tu dovrai comunicare il recesso del contratto relativo all'inquilino che ha lasciato, ed inoltre dovrai procedere alla prima registrazione del contratto di locazione firmato col nuovo inquilino.
Se tra un inquilino e quello successivo trascorre un periodo temporale più o meno lungo, sempre prima della scadenza del contratto, dovrai provvedere a comunicare prima il recesso anticipato per l'inquilino precedente e poi alla stipula del nuovo contratto con l'inquilino successivo procederai alla consueta prima registrazione.


c) se il contratto è un 3+2 e l’inquilino va via al terzo anno, viene considerato recesso o scadenza contratto?

d) a scadenza contratto va comunicata la risoluzione?

e) i 67 euro li paga chi ha deciso di recedere il contratto?(proprietario o inquilino indipendentemente se cedolare secca?)

f) la risoluzione ci sono 30 giorni per farla, per comunicare all’agenzia delle entrate, dal giorno in cui vanno via gli inquilini?

g) L'ultimo giorno utile per registrare correttamente il recesso anticipato sono 30 gg dopo che è andato via l'inquilino?

h) Poi ho trovato questo su internet

l codice tributo 113T è quello che il contribuente deve versare con il modello F23 per il versamento dell’imposta di registro sui contratti di affitto o locazione, nel caso di risoluzione anticipata degli stessi
Nel caso di cessione del contratto, cambio di inquilino, il pagamento deve avvenire entro i successivi 20 giorni e il codice tributo da utilizzare è il 110T.

Ma il ravvedimento operoso non si paga con F24?
E i codici non sono questi?
codice 1503 >>> imposta di registro per risoluzione del contratto
codice 1509 >>> sanzione da ravvedimento per tardiva registrazione adempimento successivo
codice 1510 >>> interessi da ravvedimento per tardiva registrazione adempimento successivo

grazie
 

Francesca_carey

Membro Junior
Impresa
e) i 67 euro li paga chi ha deciso di recedere il contratto?(proprietario o inquilino indipendentemente se cedolare secca?)

f) la risoluzione ci sono 30 giorni per farla, per comunicare all’agenzia delle entrate, dal giorno in cui vanno via gli inquilini?
Per il punto E, la legge dice che si paga a metà indipendentemente da chi receda anticipatamente. Tuttavia io non ritengo giusto pagare metà bollo per un "capriccio" dall'inquilino, ragion per cui nel contratto scrivo che questa spesa è a carico loro.

Punto F, così sapevo anche io.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Si comunicano all'Agenzia delle Entrate solo le risoluzioni anticipate dei contratti di locazione, ossia quando il conduttore disdice il contratto prima della sua scadenza naturale.
Se invece il contratto giunge alla sua scadenza naturale (per esempio la fine del terzo anno se si tratta di un concordato 3 + 2) e non viene rinnovato, per l'Agenzia quel contratto è risolto e non occorre fare alcuna comunicazione.

La cessione/subentro significa che il conduttore uscente viene "sostituito" con un nuovo conduttore. Il contratto in essere prosegue alle stesse condizioni, non occorre risolverlo né stipularne uno nuovo, e il subentro deve essere comunicato all'Agenzia delle Entrate.

Le comunicazioni all'Agenzia (registrazioni, risoluzioni, subentri) devono essere fatte col mod. RLI (cartaceo da presentare allo sportello o telematicamente) entro 30 giorni dal verificarsi dell'evento.
I pagamenti, se e quando dovuti, si effettuano col mod. F24 elide (non col mod. F23) entro 30 giorni. Se si opera telematicamente l'importo viene addebitato sul proprio c/c indicando l'Iban sul mod. RLIWeb.

Quando un inquilino presenta disdetta per risoluzione anticipata del contratto di locazione (non in cedolare secca) io gli addebito l'imposta di 67 euro.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
l codice tributo 113T è quello che il contribuente deve versare con il modello F23 per il versamento dell’imposta di registro sui contratti di affitto o locazione, nel caso di risoluzione anticipata degli stessi
Nel caso di cessione del contratto, cambio di inquilino, il pagamento deve avvenire entro i successivi 20 giorni e il codice tributo da utilizzare è il 110T.
Quelli erano i codici utilizzabili solamente fino al 31 dicembre 2014, per i versamenti effettuati con il modello F23.
A partire dal 1° gennaio 2015 quei versamenti sono effettuati esclusivamente con il modello F24 ELIDE, e con i codici 15xx.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
risoluzone contratto cedolare secca non comunicata
Allora comunicala ora, anche se in ritardo.
La mancata presentazione della comunicazione relativa alla proroga, anche tacita, o alla risoluzione del contratto di locazione per il quale è stata esercitata l'opzione per l'applicazione della cedolare secca non è più sanzionabile dal 30 giugno 2019. Senza effettuare versamenti.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
l'articolo che cita ciò?
L'ultimo periodo del comma 3 dell'art. 3 del D. Lgs. n.. 23/2011, che recitava:
In caso di mancata presentazione della comunicazione relativa alla proroga, anche tacita, o alla risoluzione del contratto di locazione per il quale è stata esercitata l'opzione per l'applicazione della cedolare secca, entro trenta giorni dal verificarsi dell'evento, si applica la sanzione nella misura fissa pari a euro 100, ridotta a euro 50 se la comunicazione è presentata con ritardo non superiore a trenta giorni.
è stato soppresso dall'art. 3-bis del D.L. n. 34/2019, introdotto dalla legge di conversione n. 58/2019.
 

trittico69

Membro Attivo
Proprietario Casa
se l'inquilino ha lasciato l'abitazione il 16 giugno 2019 avendo 30 gg di tempo deve pagare la sanzione?
la risoluzione è stata fatta un mese fa
 

trittico69

Membro Attivo
Proprietario Casa
se vado
In questa pagina Calcolo di sanzioni e interessi per il ravvedimento - PMI.it scarico il documeto e Alla voce “tipo di imposta” metto- LOCAZIONI e II.II. CON F24
Codice tributo 1503 - Imp.Reg.Loc.B.Imm./risoluzione contratto
data dell’omesso versamento -( 30 giorni dopo chè l’inquilino è andato via) e cioè 16/07/2019
Data del ravvedimento operoso metto data di oggi
mi dice che devo pagare 0 euro

ma se metto una data andecedente all'articolo mi dice sempre 0 euro
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Presenta il Mod. RLI per comunicare l'avvenuta risoluzione anticipata del contratto.
Non devi fare altro.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Non mi sono chiare le date:
l'inquilino ha lasciato l'abitazione il 16 giugno 2019
la risoluzione è stata fatta un mese fa
Io capisco che un mese fa (a luglio 2020, quindi circa un anno dopo che l'inquilino aveva rilasciato l'immobile) @trittico69 ha "fatto la risoluzione" nel senso che ha presentato il mod. RLI all'Agenzia delle Entrate.

Inoltre se il suo caso è quello che aveva scritto nel primo post:
se il contratto è un 3+2 e l’inquilino va via al terzo anno
non occorre fare alcuna comunicazione all'Agenzia. Perché il contratto è giunto alla sua scadenza naturale.

In entrambi i casi ora non deve fare nulla.
 

trittico69

Membro Attivo
Proprietario Casa
si è stato fatto con un anno di ritardo per dimenticanza e il contratto era un 3+2 ma l'inquilina ha fatto 3+2+6mesi, cedolare secca
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
è stato fatto con un anno di ritardo per dimenticanza
Allora se hai già presentato all'Agenzia delle Entrate il mod. RLI per la risoluzione, seppure in ritardo, ora non devi più fare nulla.

l'inquilina ha fatto 3+2+6mesi, cedolare secca
Se allo scadere del quinto anno la locazione è proseguita, avresti dovuto comunicare all'Agenzia, sempre col mod. RLI, la proroga di un ulteriore biennio.
Pare che tu non abbia comunicato la proroga, nel qual caso per l'Agenzia quel contratto è risolto alla fine del quinto anno (che era la sua scadenza naturale).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto