• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Rocca

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno Vi ringrazio anticipatamente delle risposte.
Siamo 4 fratelli e nostra madre ai primi due fratelli 35 anni fa fece la donazione di un appartamento ciascuno con la clausola di non soggetto a collazione ed a me fece firmare un foglio che non avevo nulla a pretendere perché ricevevo 80.000 milioni di lire ( che non era vero!) Ad oggi stiamo assegandoci gli appartamenti rimanenti. Se non ci mettessimo d'accordo sull'assegnazione, posso mettere i loro appartamenti nel mucchio? E qualora non potessi, non ho diritto ad una legittima sui loro? Grazie
 

Gianco

Oggi è il mio Compleanno!
Professionista
Documenti alla mano ben poche pretese puoi avanzare. A meno che i tuoi fratelli non vengano a più miti consigli e riconoscano che tu i soldi non li hai mai incassati. Tieni presente che oggi non sono i fratelli, ma gli acquisiti che ti osteggeranno maggiormente.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
ed a me fece firmare un foglio che non avevo nulla a pretendere
E tu perché hai firmato?

Comunque qualunque "accordo" relativo ad una eredità futura con il "de cuius" ancora in vita è privo di valore .

Se ti avesse elargito la somma che indichi ci doveva essere un atto (donazione).
 

Rocca

Membro Junior
Proprietario Casa
80 milioni, sto' parlando di circa 35 anni .
Mi sto' preoccupando.
Firmai il foglio perché mia madre disse che poi mi avrebbe fatto un atto di donazione dell' appartamento dove vivevo ma per vari motivi ancora oggi non me lo ha fatto.
Lo farò entro la fine dell'anno , mi farò firmare anche io un "accordo" , grazie per le vs risposte.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Se non ti fa la donazione "promessa",cosa che non è obbligata a fare, cerca almeno di farti restituire questo famoso "foglio" , dove ammetti erroneamente di aver già ricevuto gli 80 milioni.
Senza questo "foglio" in giro, se anche non ricevessi una donazione di immobile come i tuoi fratelli, potresti far valere correttamente i tuoi diritti quando tua madre verrà a mancare.
 

Rocca

Membro Junior
Proprietario Casa
Non li ho ricevuti ne in nero ne con assegni quindi non può esserci traccia. Il perché si sia comportata così nei miei confronti bisognerebbe chiederlo a mia madre. Vuole lasciare le divisioni fatte bene, ma sta creando veramente il caos.
Ma la legittima va applicata su cosa?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma la legittima va applicata su cosa?
Art. 556 c.c.:
Per determinare l'ammontare della quota di cui il defunto poteva disporre si forma una massa di tutti i beni che appartenevano al defunto al tempo della morte, detraendone i debiti. Si riuniscono quindi fittiziamente i beni di cui sia stato disposto a titolo di donazione, secondo il loro valore determinato in base alle regole dettate negli articoli 747 a 750, e sull'asse così formato si calcola la quota di cui il defunto poteva disporre.

Pertanto:
- si forma una massa di tutti i beni che appartenevano al defunto al tempo della morte;
- si detraggono i debiti in modo da determinare l'attivo (relictum);
- si riuniscono quindi fittiziamente i beni di cui sia stato disposto a titolo di donazione (donatum), secondo il valore che avevano al tempo dell'aperta successione;
- dalla sommatoria di questi due valori (relictum + donatum), si forma l'asse su cui si calcola la quota riservata ai legittimari e, per differenza, quella disponibile.
Se tua madre lascerà solamente figli (e non anche un coniuge), la quota complessiva riservata loro è pari a 2/3 (quindi, 1/6 a ciascuno dei 4 figli). Di conseguenza, la quota disponibile è pari a 1/3.

Occorre anche osservare che le donazioni (non di modico valore) non fatte per atto pubblico (da notaio), sarebbero nulle.
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Jo3 ha scritto sul profilo di Dimaraz.
Grazie per la risposta :
Non mi interessa per ora cosa faccia il vicino nella sua proprietà, anche se quella struttura non ha ricevuto autorizzazione dalla commissione paesistica (tutta la zona è sotto vincolo paesistico), in quanto è una baracca.
A me interessa capire se sono nel giusto giusto qualora affermassi che sono violati i diritti dell'art 1102cc.
Rimango in attesa sua conferma.
i miei due figli sono proprietari (50% ciascuno) di una palazzina con 9 appartamenti e 4 negozi, volendo sostituire la caldaia centralizzata come e cosa possono fare per ottenere il 50%? grazie
Alto