• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
realizzando una piscina nel giardino di casa (o terreno a disposizione) questa poi alla fine dei lavori va accatastata segnalandola in planimetria catastale o no??...a me sembra di no.....grazie per l'aiuto
 

gcava

Membro Attivo
#2
Andrebbe accatastata come C/4 quando non ha fini di lucro e come D/6 quando riguarda impianti sportivi a pagamento. Nel tuo caso bisognerebbe optare per C/4, però questa categoria non rientra quasi mai tra quelle contemplate dai comuni, soprattutto se ci troviamo in paesi piccoli, per cui dovrai puntare per D/6. Non dimentichiamo che dev'essere inserita tratteggiata anche sul tipo mappale.
 
#3
allora nel caso la accatastassi come C/4 (mi rifiuterei di accatastarla D/6 come locale a fine di lucro!!!), devo darle anche un proprio subalterno, diverso da quello della casa alla quale fa da partinenza, dato che è considerata come u.i.u. a se stante?? giusto??..grazie mille
 

gcava

Membro Attivo
#4
assolutamente si. è logico quando dici "mi rifiuterei di accatastarla come D/6", purtroppo se consulti un tecnico del catasto, pur facendogli presente che nel tuo paese non esiste la categoria C/4 (o magari sei fortunato chissà), ti indicherà la via del D/6. è assurdo ma ho dovuto farlo perché comunque il cliente voleva che fosse regolarizzata perfettamente. è anche vero che se puoi realizzarti una piscina in muratura...puoi accettare di pagarne una rendita :occhi_al_cielo:
 
#5
si infatti, il discorso della rendita non fa una piega, proprio per questo (che sia C/4 oppure D/6) c'è il catasto che ai fini fiscali esige un contributo!!!....ma questo non giustifica il "fine di lucro", mica lo affitti se lo hai nel tuo resede, mica ci fai allenare la gente facendo pagare un abbonamento o robe del genere ecc ecc....cmq ti ringrazio. tutto chiaro
 

Pignata

Nuovo Iscritto
#6
accatastamento piscina

A me è capitato diverse volte di accatastare piscine private relative ad impianti collegati con case di proprietà singola (es. villini) o di proprietà condominiale.
All'Agenzia delle Entrate di Imperia non mi hanno mai chiesto di dare un sub. autonomo (e conseguentemente rendita autonoma) alla piscina ma è sempre stata inserita in cosnistenza con la corte esterna al fabbricato e/o insieme alla rendita del fabbricato stesso (nel caso del villino).
Ad esempio, nell'accatastamento di un fabbircato ad uso abitazione, nel tipo mappale si inserisce il contorno del fabbricato e quello della corte ed all'interno di quest'ultimo si vettorizza in linea trattegiata la piscina; in corso di compilazione del Docfa, nella descrizione dell'immobile, 1NB parte II, occorre inserire la presenza di pertinenze esclusive che prevedono esplicitamente (in quanto presenti nei campi da spuntare), l'eventuale presenza e relativa superficie di corti, camminamenti, giardini e piscine.
Queste indicazioni non faranno altro che causare l'aumento, in corso di attribuzione della rendita, della categoria e della classe dell'immobile.
Se avete bisogno di qualche esempio esplicito, contattatemi e sarò ben felice di inviarvene una copia
 

gcava

Membro Attivo
#7
concordo e chiedo scusa per l'equivoco! Riguardando il caso che mi era capitato ero stato costretto a trattarlo (insieme agli spogliatoi) come immobile a sé perché era su una particella lontana 500 metri dall'immobile...nella fattispecie infatti la piscina rientrava nell'economia di un minialbergo che faceva servizio navetta fino alla piscina. Mea culpa per l'informazione errata!:occhi_al_cielo:
 

adimecasa

Membro Storico
#8
se la costruisce ex nova dovrai fare un scia ed una variazione al catasto se invece la costruisci contemporaneamente alla casa dovrai presentare nella richiesta a costruire un disegno allegato completo di piscina, l'agenzia nel dare una rendita dovrà tener conto di questo ciao:daccordo::idea:
 
#9
grazie a tutti per le informazioni esaurienti

Aggiunto dopo 5 minuti :

quindi riepilogando.............se la l'immobile al quale fa da pertinenza la piscina realzizata è già esistente, al momento dell'accatastamento della piscina, servirà fare il TIPO MAPPALE indicanate CON LINEA TRATTEGGIATA l'ingombro della piscina e il fabbricato esistente con relativo resede, e successivo docfa con planimetria catastale indicante con LINEA CONTINUA il bordo della piscina e tutto il resto della proprietà??? grazie
 

kenzen

Membro Attivo
#11
Salve,
desideravo sapere se l'accatastamento è obbligatorio solamente per le piscine in muratura, e se le piscine prefabbricate (quelle a pannelli metallici, per intenderci) sono esentate.
Grazie.
 

monolis

Membro Junior
#16
Scusa, ma con quale titolo edilizio ha realizzato la piscina?
Se hai fatto una DIA/SCIA devi dare la fine lavori e il tecnico deve certificarne il collaudo allegando l'avvenuto accatastamento.
 

kenzen

Membro Attivo
#17
Io mi sono fidato della ditta che mi ha venduto la piscina.
La piscina è del tipo prefabbricato, struttura autoportante a pannelli metallici e telo in pvc.
Mi ha detto che non necessitava di alcuna autorizzazione ne pratica edilizia.
Dovevo invece dichiararla e catastarla ?
 

monolis

Membro Junior
#18
Se è stato fatto uno scavo, ritengo che l'opera doveva essere realizzata previa presentazione di una pratica edilizia. Quale pratica dipende dalla zona in cui si trova l'immobile; se, puta caso, ci fosse un vincolo paesistico o addirittura archeologico, l'opera poteva anche essere non autorizzabile. Ti consiglio di rivolgerti ad un tecnico per verificare la cosa.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto