• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gimmiboy

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti
sottopongo la questione relativa ad una fusione di tre immobili in uno solo. Si tratta di una casa di campagna a due piani, piano terra e piano primo, precedente il 1939. La fusione è stata richiesta perchè si tratta di un solo immobile che durante la II guerra era di differenti proprietari, poi sono state fatte delle piccole modifiche e negli anni 80 presentata domanda di fusione.
Nelle planimetrie "antiche", nei 3 fogli i locali erano disegnati correttamente, come nella realtà. Nella planimetria unica che è stata creata, qualcosa non è preciso, ad esempio una scala per andare dal piano 0 al piano 1. ma fino ad oggi nessuno se ne era accorto.
Nella realtà e nella vecchia planimetria la scala non è a ridosso di un angolo, ma almeno a 50 cm da questo, nella planimetria nuova viene disegnata a ridosso dell'angolo.

Ora come ci si deve comportare volendo vendere ? Si tratta di una piccola differenza poco importante ?
serve una nuova planimetria "correttiva" dove vanno riprese le misure di tutta la casa.. ?
Grazie mille, Enrico
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
L'immobile oggetto di atto pubblico deve essere regolare sia sul lato urbanistico che catastale. Pertanto, un tecnico potrebbe verificare se esistono discordanze con i documenti depositati presso i rispettivi uffici e se del caso procedere a regolarizzare l'esistente. Ovviamente questa operazione potrebbe sanare un eventuale abuso o la sua eliminazione qualora non fosse possibile.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Oppure come già detto in altri casi e lo ripeto, ma solo per informazione generale, quando sono modifiche interne nessuno verrà a controllare cosa avete fatto, se invece trasformate delle finestre in balconi il discorso è differente perché è sotto gli occhi di tutti, pertanto nella situazione tua di una piccola difformità di misura, e come Gianco e anche Griz in alcuni casi hanno precisato, ci sono delle tolleranze, chi potrebbe avere qualcosa da dire è il perito della banca in caso di richiesta di mutuo, altrimenti chi compra soldi in mano il notaio non andrà a controllare.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Lorca ha scritto sul profilo di FioreAle.
Ciao,
ho letto della tua disavventura circa l'affitto. Spero di cuore che si sia risolto tutto.

Mi chiedevo come fosse andata con AffittoAccurato perche stavo prendendo anche io in considerazione di fare un contratto con loro.
Puoi condividere qualche suggerimento?
Buongiorno a tutti, sto ristrutturando una casa indipendente, per i pavimenti (legno) e le porte mi sono affidato ad un artigiano della zona, fatto il preventivo e firmato per accettazione ora mi chiede un'acconto del 60 % piu' IVA, considerando che i lavori cominceranno a ottobre è una procedura normale quella di richiedere acconti di questa entità?
Grazie
Alto