• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

legalteam

Nuovo Iscritto
è prassi legittima far sottoscrivere al locatario obbligo di stipulare polizza assicurativa "per eventuali danni e/o omissioni che potrebbero derivare all'immobile anche da terzi"? e cosa comporterebbe la non stipula di tale polizza?
 

antonella de paolis

Nuovo Iscritto
Direi che questa polizza si può definire "polizza cauzioni" sottoscritta dal conduttore e a favore del locatore e che quindi sostituisce di fatto il versamento del deposito cauzionale. Si stipula con una compagnia assicurativa alla quale viene presentato il contratto di locazione registrato e l'ultima dichiarazione dei redditi o CUD del conduttore. I costi non sono elevati e consentono di non lasciare una cauzione in giacenza spesso infruttifera.
 

tommi

Nuovo Iscritto
Per esperienza diretta ti posso dire ce esistono due tipi di polizza per le locazioni:
1)Polizza fidejussoria a garanzia degli obblighi relativi alla locazione di immobili.
Essa tutela il locatore nell'eventualità che il conduttore non paghi le mensilità di fitto per più di due mesi, e fino ad un massimo di dodici mesi.
2) Polizza a responsabilità civile.
Sostituisce il deposito cauzionale e garantisce contro gli eventuali danni arrecati o arrecabili all'immobile. Nel caso in cui non si vogliasottoscrivere tale polizza bisognerebbe rilasciare comunque il deposito cauzionale.
I costi: 1)per la polizza fidejussoria, circa 6/700 euro a garanzia di una somma di euro 5.000 annui;
2)per polizza r.c. circa 150/200 euro, dipende per cosa si vuole chiedere la garanzia(+/- euro 2.000).
Ciao.
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
La Polizza fidejussoria (preferibilmente a "prima richiesta") rilasciata da una primaria assicurazione o primaria banca indennizza le perdite economiche conseguenti il rapporto locativo in relazione a canoni, spese condominiali, imposte, danni e altre omissioni . Se il conduttore messo in mora non paga conviene attivare subito la pratica di sfratto e fare scattare la polizza solo dopo l'infruttuosità della procedura giudiziale ( in tal modo l'importo garantito dovrebbe essere capiente)

2) Polizza Incendio, Scoppio, Responsabilità Civile Terzi.
E' possibile far gravare sull' inquilino l'onere di tali polizze perchè in caso di grave sinistro ( esempio scoppio o incendio) difficilmente il conduttore avrebbe la capacità economica di risarcire il locatore. Và prevista contrattualmente una specifica clausola contrattuale visto che sulla questione " spese addebitabili al conduttore" c'è la massima libertà di pattuizione ( salvo per i contratti convenzionati dove gli oneri a carico del conduttore sono rigidamente indicati in una apposita tabella )

cordialità
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto