• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

rogallo65

Nuovo Iscritto
ho in corso un piano di ammortamento per un mutuo a tasso fisso stipulato nel 2007.
Ora un mio collega ha richiesto anch'esso un mutuo e lo stesso Istituto gli ha proposto un tasso più basso dello 0,80 % circa in meno; Qualcuno sa dirmi se è possibile sostituire il mutuo nell'ambito dello stesso Istituto sostanzialmente cambiando il tasso percentuale di rimborso? se si quali sono le procedure ed eventualmente i costi da affrontare?
Grazie!
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
La legge n.40 del 2.4.2007 ( c.d. Legge Bersani) ha introdotto la possibilità che il mutuo divenga " portabile" , alla stessa stregua per intenderci dei numeri telefonici. I clienti in sostanza, cosi' come avviene per i gestori telefonici appunto, possono cambiare l’istituto bancario che ha erogato il mutuo, il tutto senza costi . In sostanza il mutuo rimane quello a cui è conseguita quella iscrizione ipotecaria ; diversamente parleremmo di " sostituzione del mutuo" che prevede una nuova onerosa accensione.

Con l'operazione suddetta (surrogazione) non viene cancellata la vecchia ipoteca come invece avveniva ante legge Bersani , cosa che comportava costi notarili. La clausola "di portabilità" deve figurare nel contratto di mutuo ed è gratuita; In pratica una volta acceso il mutuo nella banca nuova sarà la stessa a prendere in carico il saldo del vecchio mutuo, in modo che il cliente venga sollevato da ogni incombenza burocratica.
Con la portabilità del mutuo c’è anche la possibilità contestuale di RIVEDERE le condizioni di mutuo vigente, cosi da poterle adeguare a nuove esigenze.
La clausla (portabilità e surroga) è limitata ai mutui contratti solo per l’acquisto, la costruzione, il completamento o la ristrutturazione della prima casa.
In sintesi, a parere di chi scrive, alle condizioni sopradescritte anche presso la stessa banca è possibile
rivedere le condizioni del mutuo vigente.
cordialità

www.realessandro.it
 

angeloameglio

Membro Attivo
se ti può interessare, posso assisterti gratuitamente nell'operazione di surroga e/o sostituzione.
[INTERVENTO DI MODERAZIONE: PER MOTIVI DI PRIVACY E SICUREZZA NON SI POSSONO PUBBLICARE SUL FORUM INDIRIZZI, e-mail E NUMERI DI TELEFONO. PER CONTATTARE GLI UTENTI APRI UN TOPIC O USA LA MESSAGGERIA PRIVATA DEL FORUM. GRAZIE]
 

davide1980

Nuovo Iscritto
rogallo65 ha scritto:
ho in corso un piano di ammortamento per un mutuo a tasso fisso stipulato nel 2007.
Ora un mio collega ha richiesto anch'esso un mutuo e lo stesso Istituto gli ha proposto un tasso più basso dello 0,80 % circa in meno; Qualcuno sa dirmi se è possibile sostituire il mutuo nell'ambito dello stesso Istituto sostanzialmente cambiando il tasso percentuale di rimborso? se si quali sono le procedure ed eventualmente i costi da affrontare?
Grazie!
Visita qualche istituto di credito alla ricerca dello spread più basso, poi avrai due alternative: la prima è di surrogare (ovvero traslocare) il tuo mutuo al nuovo istituto bancario senza alcun tipo di spesa (ne notarili, perizia tecnica, istruttoria, imposte) e godere pertento di una rata più bassa.

Se invece non vuoi abbandonare la banca con cui hai comunque un ottimo rapporto, puoi far presente che hai in mano la possibilita' di surrogare pertanto fai richiesta di rinegoziazione ad uno spread più basso (se sei un buon cliente, ovvero danaroso, non ti negheranno questa opzione).

Attenzione: rinegoziare non significa rifare un nuovo mutuo con tutte le spese accessorie che ne conseguono, ma sottoscrivere semplicemente un accordo fra le parti a modifica del contratto di mutuo precedentemente stipulato nel 2007.

Per la cronaca esistono alcuni istituti che attualmente applicano spread intorno allo 0,90 - 1,00 %, ed altre che inseriscono la possibilita' di passare da variabile a fisso gia' in contratto.

Stai solo attento al fatto che entrambe le opzioni suindicate normalmente non sono remunerative per le banche, il loro unico incentivo sara' averti o mantenerti come cliente.

Spero di essere stato esauriente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Alto