• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giorgino

Membro Attivo
Ciao a tutti ho un problema...

Devo fare l'atto di un immobile che ho venduto di recente.
Si tratta di un appartamento da ristrutturare quindi l'impianto elettrico è vecchio degli anni '70 non conforme alla 46/90.

Nell'elenco di documenti che il notaio mi ha richiesto c'è il certificato di conformità dell'impianto elettrico :shock:
Certificato che potrei produrre solo rifacendo l'intero impianto elettrico! :shock:

Il venditore può per questo motivo rinunciare all'acquisto o farmi altri problemi? Può pretenderlo?
 

Oronzo Crescenzio

Membro dello Staff
Gli immobili vanno venduti con gli impianti elettrici a norma 46/90, è quanto dispone l'art. 9. comma 3 del D.P.R. 6 dicembre 1991, n. 447 (anche conservazione della documentazione). BYE bye :) :) :D :D
 

giorgino

Membro Attivo
Oronzo Crescenzio ha scritto:
Gli immobili vanno venduti con gli impianti elettrici a norma 46/90, è quanto dispone l'art. 9. comma 3 del D.P.R. 6 dicembre 1991, n. 447 (anche conservazione della documentazione). BYE bye :) :) :D :D
Mi stai quindi dicendo che non si possono vendere immobili da ristrutturare? :shock:
 

Oronzo Crescenzio

Membro dello Staff
Se hai fatto ristrutturazioni e messa a norma degli impianti,
devi consegnare documentazione (certificati) all'acquirente, ma se non lo hai
ristrutturato NON hai l'obbligo di mettere a norma gli impianti prima di vendere.
ok :)
 

giorgino

Membro Attivo
Re: Posso vendere un immobile senza il certificato di conformità

Ok ergo, non sono costretto a soddisfare il notaio quando mi chiede il certificato di conformità ... Ho capito bene?

Ricapitolando: Posso rispondergli che essendo l'impianto pre-esistente al 1990 non sono obbligato a fornire il certificato di conformità visto che l'acquirente ha acquistato come visto e gradito. E' corretto?
 

Maurizio Zucchetti

Membro Attivo
Potrebbe esserti utile questa dicitura, che inserisco nelle proposte d'acquisto (e nei preliminari) da quando il D.M. del gennaio 2008 rese OBBLIGATORIA la presentazione dei certificati di conformità al rogito ... poi l'obbligo è stato tolto, ma la dicitura l'ho lasciata (non si sa mai .... :fico: ). Tieni conto che all'epoca fu predisposta dal Consiglio del Notariato di Roma (se si fosse dovuto rispettare l'obbligo della presentazione a Roma non si sarebbe venduto più nulla! :? )

"Il PROPONENTE solleva il VENDITORE dalla necessità di dover prestare eventuale garanzia in ordine alla conformità degli impianti alla vigente normativa in materia di sicurezza, e di dover fornire la dichiarazione di conformità ovvero la dichiarazione di rispondenza ai sensi dell’art.7, comma 6, del D.M. n. 37 del 22 gennaio 2008, in quanto si obbliga fin d’ora ad assumere in sede di rogito notarile l’impegno ad effettuare la messa in sicurezza degli impianti a tutte proprie cure e spese."

;)
 

giorgino

Membro Attivo
Re: Posso vendere un immobile senza il certificato di conformità

Grazie Maurizio ;)

Non riesco a trovare l'abrogazione del DM 37/08... per essere certo che sia stato pubblicato in Gazzetta :occhi_al_cielo:
 

federobe

Nuovo Iscritto
Re: Posso vendere un immobile senza il certificato di conformità

giorgino ha scritto:
Grazie Maurizio ;)

Non riesco a trovare l'abrogazione del DM 37/08... per essere certo che sia stato pubblicato in Gazzetta :occhi_al_cielo:
Il D.M ( conosciuto anche come ultimo decreto galeotto di Bersani) non è stato abrogato ...ma , il nuovo governo ha eliminato solo l'articolo galeotto .
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto