• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

masagu

Membro Attivo
Salve. Al momento solo un'informazione per piacere sulla seguente vicenda. Porto il mio pc in assistenza e viene fatto un preventivo di 90 euro per risolvere il problema in quanto si presume essere un problema relativo alla scheda video del pc. Accetto il preventivo per riparare il mio pc e firmo. Oggi il tecnico mi contattata dicendo che hanno sistemato la questione della scheda video del pc che però non ha portato alla risoluzione del mio problema (il pc ossia continua a non accendere e quindi a non funzionare nonostante la riparazione della scheda video) e che occorre intervenire sulla alimentazione probabilmente per risolvere il problema. Io ho fatto presente che non ho intenzione di spendere più di 90 euro cifra che mi è stata comunicata all'inizio per riparare il mio pc. La mia domanda è: se il tecnico mi chiede più di 90 euro per riparare il pc e non accetto in quanto il costo della riparazione è superiore rispetto a quanto pattuito posso riavere il mio pc non riparato senza pagare nulla visto che non hanno risolto il mio problema? In alternativa il tecnico per avere invece i 90 euro pattuiti può consegnarmi il pc riparato anche se ha speso più di quanto comunicato nel preventivo di riparazione?
Grazie mille e buona serata.
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Il tecnico, individuando sul momento la disfunzione del tuo p.c. nel guasto della scheda video, ha suggerito di installarvene una nuova preventivandotene il costo (per il pezzo e il lavoro) di € 90 che tu accetti. Però il p.c. non va lo stesso perché il problema, apparso in sede di lavorazione, sta anche nel difetto del sistema d'alimentazione. Logico quindi che dovendo pure intervenirvi la spesa preventivata debba essere diversa (come sarebbe stata in origine accertando pure tale guasto). Se l'accetti 'tout va bien'. Diversamente il tecnico avrebbe il diritto di dirti (come penso farebbe): bene, siccome la mia diagnosi iniziale non era adeguata, ricolloco la vecchia scheda e lei si riprende il suo p.c. senza nulla dovermi.
Non credo proprio che tu possa invece pretendere che lui proceda anche al successivo intervento col saldo degli € 90 preventivati per il primo.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Probabilmente potrà almeno farsi pagare per il disturbo, avendo riscontrato dove si manifesta il difetto che porterebbe ad un costo totale superiore al preventivato.
 

masagu

Membro Attivo
Il tecnico, individuando sul momento la disfunzione del tuo p.c. nel guasto della scheda video, ha suggerito di installarvene una nuova preventivandotene il costo (per il pezzo e il lavoro) di € 90 che tu accetti. Però il p.c. non va lo stesso perché il problema, apparso in sede di lavorazione, sta anche nel difetto del sistema d'alimentazione. Logico quindi che dovendo pure intervenirvi la spesa preventivata debba essere diversa (come sarebbe stata in origine accertando pure tale guasto). Se l'accetti 'tout va bien'. Diversamente il tecnico avrebbe il diritto di dirti (come penso farebbe): bene, siccome la mia diagnosi iniziale non era adeguata, ricolloco la vecchia scheda e lei si riprende il suo p.c. senza nulla dovermi.
Non credo proprio che tu possa invece pretendere che lui proceda anche al successivo intervento col saldo degli € 90 preventivati per il primo.
Non ho mai preteso nulla sulla seconda cosa che hai detto perché ho soltanto ipotizzato. Più logica invece la prima cosa che hai detto e con la quale concordo.... certo se parliamo di 30 euro in più si potrebbe chiudere un occhio e accettarlo anche se discutibile. Ma c'è una legge a tal proposito? CIOÈ il tecnico può pretendere che paghi il lavoro non preventivato? IN realtà qui si parla di un reflow della scheda video che a sua detta doveva risolvere il problema. IL reflow consiste nel saldare alcuni elementi della scheda video che potrebbero essere dissaldati ...ma se questo intervento non ha risolto il problema e non accetto il preventivo il tecnico dissalda quanto saldato e MI riconsegna il pc non funzionante? PER me va bene uguale. NON sono disposto a pagare tanto di più di quanto preventivato. Inoltre il fatto che secondo lui il reflow avrebbe risolto il problema ( ma cosi' non e' stato)cozza con il fatto che e' necessario un altro intervento per l'appunto non preventivato.
 

masagu

Membro Attivo
Probabilmente potrà almeno farsi pagare per il disturbo, avendo riscontrato dove si manifesta il difetto che porterebbe ad un costo totale superiore al preventivato.
IL preventivo e' gratuito..... al limite potrei solo dargli 30 euro ma mi chiedo la legge cosa dice in questi casi? Ho diritto a non pagare nulla e riavere il pc non riparato visto il preventivo non rispettato? Certo e' che se la differenza tra il preventivo e la risoluzione del problema e' 30 euro e se sono obbligato a pagare 30 per il lavoro avendo il pc non riparato tanto vale pagare la differenza avere il pc riparato e pace. Interessante sapere cosa dice la legge in questi casi..sentirò anche l'adiconsum se e' necessario.....vi farò sapere come va a finire.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
realtà qui si parla di un reflow della scheda video che a sua detta doveva risolvere il problema. I
È la classica "boutade" di tecnici che profittano dell'ignoranza (lecita) del consumatore.
Una scheda video nuova costa ben meno di 90 Eiuro salvo quel pc fosse dotato dell'ultimo modello di scheda video per giocatori "estremi"... e non mi sembri il tipo.

Se il problema di alimentazione dipende dall'alimentatore lo cambi con pochi euro (i 30 ci stanno) ... ma se poi risultasse la scheda madre fai prima a cambiare pc.

L'hardware informatico è il settore a più alta obsolescenza programmata.. il mondo ha sprecato risorse inverosimili per inseguire i pifferai magici.
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
In questi casi necessitano delle accortezze, tenendo conto che tutti i dispositivi col tempo degradano fino a chiudere i battenti. Questo succede anche negli umani, i medici fanno quel che possono, poi interviene il prete. Se il tuo pc è obsoleto e comincia a perder colpi c'è da pensare prima di spenderci sopra. In questo possono ben aiutarti le considerazioni in chiave tecnica di @Dimaraz. Certo che se al tuo posto, con una maggiorazione di 30 eurini e una riparazione garantita come tale il p.c. rifunzionasse, non avrei tanti scrupoli. In fin dei conti doverlo invece acquistare ha ben altro costo. Farei lo stesso calcolo per l'automobile o la lavatrice. Peraltro vedo che insisti nel sapere piuttosto "...cosa dice la
legge" (il che mi fa così presumere una tua intenzione d'armartici per avanzare le tue ragioni presso il tecnico riparatore poco avveduto nel rilascio dell'iniziale prognosi). Comunque sia, ti accontento. Con costui, nell'incaricarlo della prevista riparazione (cioè la sostituzione della scheda video), tu hai stipulato un "contratto d'opera" che, sul piano giuridico, ha una normativa alquanto affine a quello dell' "appalto".
Nello specifico il tuo caso rientrerebbe a mio avviso nella regola degli articoli 660-661 del codice civile, in tema di "variazioni necessarie del progetto iniziale". Per ragioni di spazio e tempo non li trascrivo ma siccome li può comprendere anche il profano, te ne suggerisco la lettura. In concreto se ne ricava che in ordine al successivo intervento (quello per l'alimentatore guasto) non previsto all'inizio il tecnico, se glie lo autorizzi, ha diritto di riceverne un "equo compenso" (consistente, come ovvio, nel prezzo maggiorato rispetto al preventivo iniziale).
Dunque in quest'ottica direi, ove la cosa a conti fatti non ti convenga, che se ti riprendi il p.c. guasto com'è e senza spesa hai già fatto un buon affare.
 

luciano1949

Membro Attivo
Proprietario Casa
Da più di ventanni mi diletto a assemblare PC e fare riparazioni ad amici e parenti, se mi capita un Pc che non si accende i sintomi principali sono controllare se viene alimentata la scheda madre, gli alimentatori hanno diverse uscite, a volte girano ventole e si accendo leed ma manca l'alimentazione alla scheda madre, in quel caso si prende un alimentatore esterno e si staccano le spine da quello interno e si sostituisco per vedere se la causa è l'alimentatore, se invece l'alimentatore è OK si passa alla scheda video, se è integrata sulla scheda madre il consiglio è cambiare pc se invece è una delle solite schede PCI si toglie la sche e se ne mette un'altra, se si accende il problema è quello, ovviamente si presume che il monitor funzioni, un tecnico qualificato nel suo laboratorio deve avere sempre dei componenti per fare queste prove, la scheda video non funzionante è sempre l'ultima dei problemi, e un tecnico che dice di aver saldato dei componenti è: o uno che ha attrezzatura per fare saldature nel campo dell'informatica oppure è un "faccio io sta tranquillo", saldature nell'informatica sono saldature che devono essere rapide, spargere poco calore e precise, e sono difficilissime da localizzare, solo che il tecnico serio ti deve anche dire se il tuo pc vale la pena o meno ripararlo, quanti anni ha, se è ancora attuale come prestazioni e dopo la riparazione che tipo di garanzia ti da, facci sapere come finisce....
;)
 

masagu

Membro Attivo
È la classica "boutade" di tecnici che profittano dell'ignoranza (lecita) del consumatore.
Una scheda video nuova costa ben meno di 90 Eiuro salvo quel pc fosse dotato dell'ultimo modello di scheda video per giocatori "estremi"... e non mi sembri il tipo.

Se il problema di alimentazione dipende dall'alimentatore lo cambi con pochi euro (i 30 ci stanno) ... ma se poi risultasse la scheda madre fai prima a cambiare pc.

L'hardware informatico è il settore a più alta obsolescenza programmata.. il mondo ha sprecato risorse inverosimili per inseguire i pifferai magici.
Concordo Dim e fin dall'inizio ero e sono tutt'ora convinto che il problema è la scheda madre infatti l'ho anche detto al tecnico ma lui non era convinto....ma adesso? Come se ne esce fuori? Posso avere il mio PC senza spendere €1 visto che il problema non è stato risolto?
 

masagu

Membro Attivo
In questi casi necessitano delle accortezze, tenendo conto che tutti i dispositivi col tempo degradano fino a chiudere i battenti. Questo succede anche negli umani, i medici fanno quel che possono, poi interviene il prete. Se il tuo pc è obsoleto e comincia a perder colpi c'è da pensare prima di spenderci sopra. In questo possono ben aiutarti le considerazioni in chiave tecnica di @Dimaraz. Certo che se al tuo posto, con una maggiorazione di 30 eurini e una riparazione garantita come tale il p.c. rifunzionasse, non avrei tanti scrupoli. In fin dei conti doverlo invece acquistare ha ben altro costo. Farei lo stesso calcolo per l'automobile o la lavatrice. Peraltro vedo che insisti nel sapere piuttosto "...cosa dice la
legge" (il che mi fa così presumere una tua intenzione d'armartici per avanzare le tue ragioni presso il tecnico riparatore poco avveduto nel rilascio dell'iniziale prognosi). Comunque sia, ti accontento. Con costui, nell'incaricarlo della prevista riparazione (cioè la sostituzione della scheda video), tu hai stipulato un "contratto d'opera" che, sul piano giuridico, ha una normativa alquanto affine a quello dell' "appalto".
Nello specifico il tuo caso rientrerebbe a mio avviso nella regola degli articoli 660-661 del codice civile, in tema di "variazioni necessarie del progetto iniziale". Per ragioni di spazio e tempo non li trascrivo ma siccome li può comprendere anche il profano, te ne suggerisco la lettura. In concreto se ne ricava che in ordine al successivo intervento (quello per l'alimentatore guasto) non previsto all'inizio il tecnico, se glie lo autorizzi, ha diritto di riceverne un "equo compenso" (consistente, come ovvio, nel prezzo maggiorato rispetto al preventivo iniziale).
Dunque in quest'ottica direi, ove la cosa a conti fatti non ti convenga, che se ti riprendi il p.c. guasto com'è e senza spesa hai già fatto un buon affare.
Grazie mille
 

masagu

Membro Attivo
Da più di ventanni mi diletto a assemblare PC e fare riparazioni ad amici e parenti, se mi capita un Pc che non si accende i sintomi principali sono controllare se viene alimentata la scheda madre, gli alimentatori hanno diverse uscite, a volte girano ventole e si accendo leed ma manca l'alimentazione alla scheda madre, in quel caso si prende un alimentatore esterno e si staccano le spine da quello interno e si sostituisco per vedere se la causa è l'alimentatore, se invece l'alimentatore è OK si passa alla scheda video, se è integrata sulla scheda madre il consiglio è cambiare pc se invece è una delle solite schede PCI si toglie la sche e se ne mette un'altra, se si accende il problema è quello, ovviamente si presume che il monitor funzioni, un tecnico qualificato nel suo laboratorio deve avere sempre dei componenti per fare queste prove, la scheda video non funzionante è sempre l'ultima dei problemi, e un tecnico che dice di aver saldato dei componenti è: o uno che ha attrezzatura per fare saldature nel campo dell'informatica oppure è un "faccio io sta tranquillo", saldature nell'informatica sono saldature che devono essere rapide, spargere poco calore e precise, e sono difficilissime da localizzare, solo che il tecnico serio ti deve anche dire se il tuo pc vale la pena o meno ripararlo, quanti anni ha, se è ancora attuale come prestazioni e dopo la riparazione che tipo di garanzia ti da, facci sapere come finisce....
;)
Grazie per le precisazioni....io ho infatti detto che non volevo spendere tanto e che secondo lui era la scheda video; nonostante avessi avanzato l'ipotesi della scheda madre lui l'ha attaccato ad un video esterno e mi ha preventivato che con molta probabilità era la scheda video per cui per €90 ho detto sì ma adesso non possono cambiare le carte in tavola no?
 

luciano1949

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie per le precisazioni....io ho infatti detto che non volevo spendere tanto e che secondo lui era la scheda video; nonostante avessi avanzato l'ipotesi della scheda madre lui l'ha attaccato ad un video esterno e mi ha preventivato che con molta probabilità era la scheda video per cui per €90 ho detto sì ma adesso non possono cambiare le carte in tavola no?
Mi piacerebbe sapere come ha attaccato a "un video esterno" e dire di sicuro che è la scheda video, devo dire che la scheda video tua e integrata nella scheda madre e se funziona con una scheda video esterna non vedo dove sia il problema, basta inserire in uno slot libero la scheda che funziona, qualcosa non mi quadra... e se ha saldato la scheda video integrata allora ha combinato un piccolo guaio lui.
aggiornaci quando puoi, ciao.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Quelli che dicevano di aver riparato radio e Tv rifacendo delle saldature..... , non mi hanno mai convinto. Specie se si tratta di schede saldate ad onda o a rifusione.

Quanto a l caso specifico, io diffiderei da chi fa un preventivo gratuito: più serio stabilire una cifra, comunque assorbibile a riparazione effettuata. Anche il preventivo richiede un minimo di sommaria analisi, quindi di tempo: altrettanto serio, a lavori in corso, comunicare la nuova situazione se quanto ipotizzato si rivela insufficiente e richieda una sostanziosa integrazione. Con patti chiari e trasparenza, direi che non sorgono in genere contestazioni.
 
Ultima modifica:

masagu

Membro Attivo
Mi piacerebbe sapere come ha attaccato a "un video esterno" e dire di sicuro che è la scheda video, devo dire che la scheda video tua e integrata nella scheda madre e se funziona con una scheda video esterna non vedo dove sia il problema, basta inserire in uno slot libero la scheda che funziona, qualcosa non mi quadra... e se ha saldato la scheda video integrata allora ha combinato un piccolo guaio lui.
aggiornaci quando puoi, ciao.
Ok:occhi_al_cielo:
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
In genere la quota per il preventivo di un elettrodomestico è fissa: e se poi uno non accetta il preventivo, gli viene restituita l'apparecchiatura.... sostanzialmente smontata.
Ovviamente tali indicazioni sono comunicate all'ingresso.
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Quelli che dicevano di aver riparato radio e Tv rifacendo delle saldature..... , non mi hanno mai convinto. Specie se si tratta di schede saldate ad onda o a rifusione.

Quanto a l caso specifico, io diffiderei da chi fa un preventivo gratuito: più serio stabilire una cifra, comunque assorbibile a riparazione effettuata. Anche il preventivo richiede un minimo di sommaria analisi, quindi di tempo: altrettanto serio, a lavori in corso, comunicare la nuova situazione se quanto ipotizzato si rivela insufficiente e richieda una sostanziosa integrazione. Con patti chiari e trasparenza, direi che non sorgono in genere contestazioni.
In questo, come in tutti i casi del genere, i patti chiari e la trasparenza sono essenziali.
Evidentemente nella circostanza riferita da @masagu hanno latitato. Peraltro da questa si evince che negli € 90 si intese ricomprendere il costo del preventivo assieme a quello della prevista riparazione che, a detta del tecnico/commerciante, avrebbe risolto il problema; cosa peraltro non verificatasi. Ci sarebbe quindi da discuterne con degli approfondimenti (quelli peraltro che ho alquanto forniti nel post //7) ma visto, che la questione è tutto sommato d'infima consistenza economica comunque vada, mi pare
se ne sia già discettato abbastanza. Sicché passo e chiudo.
 

luciano1949

Membro Attivo
Proprietario Casa
In questo, come in tutti i casi del genere, i patti chiari e la trasparenza sono essenziali.
Evidentemente nella circostanza riferita da @masagu hanno latitato. Peraltro da questa si evince che negli € 90 si intese ricomprendere il costo del preventivo assieme a quello della prevista riparazione che, a detta del tecnico/commerciante, avrebbe risolto il problema;
Qui non si sta discutendo sulla spesa generale ma su un lavoro preventivato e non eseguito, come dicevo in un mio post precedente, mangio pane e computer dal lontano '90, quando regnava win3.1, allora assemblare un pc era un'impresa e i pezzi erano preziosissimi, come erano complicate le riparazioni, oggi abbiamo la fortuna che ogni diagnosi è precisa e sempre controllabile, e mi ripeto sopra, un tecnico che si reputa tale dice al cliente, "mi lasci l'apparecchio e le faccio un preventivo," costo tot € per il preventivo che scalerò in una eventuale riparazione, poi le operazioni da fare impiegano pochi minuti, si guarda l'alimentazione, e successivamente le schede accessorie, audio/video e ogni scheda inserita negli slot, se nel monitor non si vedono segni di vita nemmeno all'avvio e non è la scheda video (integrata o esterna) e l'alimentazione è presente, il danno è la scheda madre, quindi la diagnosi la si riferisce al cliente e il cliente si troverà una cifra ben precisa e deciderà cosa fare, ma in questo caso ritengo che il tecnico interpellato sia un improvvisato con qualche nozione base, un improvvisato, e come tale deve restituire il pc al cliente e rinunciare anche al suo "onorario" perchè non è in grado di fare correttamente il suo lavoro, (senza escludere che possa aver causato anche ulteriori danni .......
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto