• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

PERASPERAADASTRA

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti,
da sempre innamorato di Roma, non ho potuto realizzare il mio sogno di viverci per il costo esorbitante delle case. Quasi tutti gli anni faccio delle brevi vacanze nella città eterna e puntualmente quando rientro in Lombardia, controllo l'andamento dei prezzi sui vari siti e rimango allibito. Nei quartieri semicentrali un app.to da 100 mq non costa meno di 300 mila euri , ma spesso anche molto di piu. E comunque con 300 mila euri si trovano case messe maluccio ( mobili da gettare via e bagni da ristrutturare ). Allora mi sono orientato verso metrature piu piccole, 40 mq, giusto per trascorrere a Roma le vacanze , ma anche in questo caso, con 100 mila euri si trovano solo scantinati ( parlo sempre di zone semicentrali, non le periferie che - senza offesa - mi spaventano ) . Quello che mi chiedo è : il prezzo delle case è giustificato da un mercato del lavoro estremamente inclusivo e produttivo ? Nella mia famiglia ( abbiamo 2 figli ) entrano 3700 euri netti al mese e per comprare 100 mq effettivi avrei dovuto fare un mutuo di almeno 20 anni, che avrebbe pregiudicato la mia possibilità di garantire eventuali studi universitari ai figli. I prezzi che vedo in rete sono solo indicativi ( poi con le trattative si strappano prezzi migliori ) o costano davvero tanto ? Come fanno le famiglie di 4 persone ? Una coppia di dipendenti statali da 1400 ( 2800 netti al mese ) come fa ?
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
I prezzi che vedo in rete sono solo indicativi ( poi con le trattative si strappano prezzi migliori ) o costano davvero tanto ?
Magari si può trattare un po', ma certo non tanto da cambiare l'ordine di grandezza.
A Milano, in zone semicentrali, per 100 mq spendi anche il doppio; chi non può permettersi certi prezzi, deve necessariamente cercare in altre zone, o fuori città, o stare in affitto.
I prezzi sono giustificati ? Per ora il mercato dice di si; in futuro, chissà...
 

vittorievic

Membro Assiduo
Proprietario Casa
E comunque con 300 mila euri si trovano case messe maluccio ( mobili da gettare via e bagni da ristrutturare ).
non è vero: dipende da cosa intendi per semicentrale. Prova con quartieri serviti dalla metro A o B.
Allora mi sono orientato verso metrature piu piccole, 40 mq, giusto per trascorrere a Roma le vacanze , ma anche in questo caso, con 100 mila euri si trovano solo scantinati
altro errore, non è che riducendo la metratura risparmi proporzionalmente.
Poi chi ha stabilito l'equivalenza 100 mq a 3.000 €/mq e 40 mq a 2500 €/mq? manco a Bergamo funziona così.
 

PERASPERAADASTRA

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Magari si può trattare un po', ma certo non tanto da cambiare l'ordine di grandezza.
A Milano, in zone semicentrali, per 100 mq spendi anche il doppio; chi non può permettersi certi prezzi, deve necessariamente cercare in altre zone, o fuori città, o stare in affitto.
I prezzi sono giustificati ? Per ora il mercato dice di si; in futuro, chissà...
Milano però - almeno per me - non ha il fascino della città eterna. A 45 anni ho terminato di pagare il mutuo e sebbene ami Roma, non me la sento di trasferirmi per ricominciare col mutuo. Solo nei pressi nel GRA ho visto che un 100 mq ( 3 camere da letto + 2 bagni ) costerebbe addirittura meno di quel che ho pagato io. Nell'ultima vacanza ho visitato il quartiere Coppedè, dove siamo sui 4 mila al mq. Negli altri quartieri semicentrali si scende come prezzo, ma dovrei fare un mutuo di almeno 100 mila euri che ovviamente con gli interessi diventerebbero 130 - 140 mila. Preferisco risparmiarli per i figli. Poi , come dicono i miei amici / parenti che vivono a Roma, c'è da considerare anche le enormi distanze. Magari per lavoro mi sbatterebbero a 15 km da casa e impiegherei 60 / 80 minuti .... mi devo rassegnare a visitarla di tanto in tanto....
 

PERASPERAADASTRA

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
non è vero: dipende da cosa intendi per semicentrale. Prova con quartieri serviti dalla metro A o B.

altro errore, non è che riducendo la metratura risparmi proporzionalmente.
Poi chi ha stabilito l'equivalenza 100 mq a 3.000 €/mq e 40 mq a 2500 €/mq? manco a Bergamo funziona così.
Ciao, usando i normali siti immobiliari, faccio fatica a trovare buone sistemazioni a meno di 300 mila euri. Si trovano a 260 mila con i due bagni da ristrutturare e i mobili degli anni 60. Discorso diverso nei pressi del GRA, dove i prezzi sono ottimi. Per tre camere e due bagni siamo sui 160 mila. Poi ovviamente occorre vedere cosa si intende per buona sistemazione a Roma. Ho amici e parenti che ci vivono e - senza offesa - non posso vivere in appartamenti da 70 mq ( 4 persone ). Il mio è di 105 calpestabili e mi sembra piccolo. Probabilmente i romani sono abituati e ovviamente non percepiscono le difficoltà che percepirei io, cresciuto in una casa di 160 mq ( dei miei genitori ). E' una questione di abitudine alla fine. La mia ex era abituata a percorrere il tragitto in auto di 60 minuti per arrivare sul posto di lavoro. Io ne impiego 15 ; 60 per me sarebbero una enormità.
Comunque invidio i romani e devo dire che, almeno nell'ultima vacanza fatta pochi gg fa, non c'era neanche la sporcizia di cui si parla in tv.
 

vittorievic

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Si trovano a 260 mila con i due bagni da ristrutturare e i mobili degli anni 60.
cioè tu vuoi comprare una casa a Roma, arredata, non vuoi fare quei lavori che tradizionalmente si fanno prima di prendere possesso dell'appartamento. Lo vorresti di 140 mq (legge Tupini) con doppi ingressi e doppi servizi, in zona semicentrale e lo vorresti pagare max 250K euro.
Hai dimenticato che ti serve anche un box/posto auto (legge Tognoli) altrimenti quando arrivi, non essendo residente, in zona semicentrale passerai almeno un'ora a cercare un posto a pagamento tutte le volte che sposti l'auto.
Io credo che tu stia ragionando con il principio "Bergamus caput mundi".
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
Milano però - almeno per me - non ha il fascino della città eterna.
Questa però è un'opinione, mentre i prezzi sono un dato di fatto.
Non volevo innescare un dibattito su dove è meglio vivere, perché ognuno di noi (perfortuna), ha i suoi gusti.
Personalmente a Roma non vivrei mai, e soprattutto mai ci lavorerei; naturalmente la trovo splendida da visitare, ma nulla più.
Discorso diverso nei pressi del GRA, dove i prezzi sono ottimi
Siccome nessuno regala nulla, non sono i prezzi a essere ottimi ( se non come cifra inferiore rispetto ad altri quartieri), ma le case che valgono molto meno che in altre zone.
Se poi si vuole rivendere, forse si fa più fatica che non in centro; quindi è un investimento peggiore...
 

PERASPERAADASTRA

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Questa però è un'opinione, mentre i prezzi sono un dato di fatto.
Non volevo innescare un dibattito su dove è meglio vivere, perché ognuno di noi (perfortuna), ha i suoi gusti.
Personalmente a Roma non vivrei mai, e soprattutto mai ci lavorerei; naturalmente la trovo splendida da visitare, ma nulla più.

Siccome nessuno regala nulla, non sono i prezzi a essere ottimi ( se non come cifra inferiore rispetto ad altri quartieri), ma le case che valgono molto meno che in altre zone.
Se poi si vuole rivendere, forse si fa più fatica che non in centro; quindi è un investimento peggiore...
Ciao, condivido la tua opinione, ognuno ha idee ed opinioni proprie, come è giusto che sia. A me Roma piace molto, ne apprezzo il fascino, l'atmosfera, però conosco gente che ci vive che ne sottolinea gli aspetti negativi e da come ne parla sembra che sia una sofferenza starci. Il mio intervento era più che altro indirizzato a capire come faccia una famiglia dal reddito normale ad acquistare casa nelle zone semicentrali. Era proprio un discorso economico. Probabilmente però il mio punto di vista è errato, nel senso che io ragiono da persona che vorrebbe viverci , mentre chi ci lavora non ha altra scelta e quindi da lì poi deriva tutto ( mutuo e sacrifici ).
 

PERASPERAADASTRA

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
cioè tu vuoi comprare una casa a Roma, arredata, non vuoi fare quei lavori che tradizionalmente si fanno prima di prendere possesso dell'appartamento. Lo vorresti di 140 mq (legge Tupini) con doppi ingressi e doppi servizi, in zona semicentrale e lo vorresti pagare max 250K euro.
Hai dimenticato che ti serve anche un box/posto auto (legge Tognoli) altrimenti quando arrivi, non essendo residente, in zona semicentrale passerai almeno un'ora a cercare un posto a pagamento tutte le volte che sposti l'auto.
Io credo che tu stia ragionando con il principio "Bergamus caput mundi".
Ciao, credo tu abbia frainteso molto del mio intervento. Bergamo è una città tranquilla, con ottimi servizi, ma ovviamente non può competere col fascino di Roma, come d'altronde Roma non può competere col tessuto lavorativo della Lombardia.
Io non pretendo nulla. Semplicemente, apprezzando Roma ed avendo la possibilità di lavorare in qualsiasi parte della penisola, mi allettava l'idea di trasferirmici. Avendo dato spesso un'occhiata ai prezzi, facendo due calcoli ho capito che con meno di 300 mila euri non si trova nulla di buono ( per quella che è la mia concezione di buono ). Poiché 300 mila euri sono una bella cifra per la maggior parte delle famiglie italiane, volevo capire se poi con le trattative si riusciva a spuntare prezzi migliori. Anche nel settore auto, il venditore che spara 10mila poi scende a 6mila.
Ovviamente la mia percezione nasce dal fatto che qui i prezzi delle case ( escluso il nuovo, al quale non puoi avvicinarti ) sono inferiori. E' un po' lo stesso discorso che farebbe un abitante di un paesino sconosciuto dove un 100 mq viene a costare 60 mila euri, ossia 1/3 di quello che costa qui. Riguardo al discorso box, in effetti qui molti ne hanno uno ( prezzo medio 18 mila euri; 25mila euri nella mia zona ) .
Concludendo - perché alla fine si deve sintetizzare - sì: vorrei un 100 mq, ristrutturato a 250 mila euri. Box escluso.
 

vittorievic

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Ciao, credo tu abbia frainteso molto del mio intervento. Bergamo è una città tranquilla, con ottimi servizi, ma ovviamente non può competere col fascino di Roma, come d'altronde Roma non può competere col tessuto lavorativo della Lombardia.
guarda che tu prima hai scritto che cercavi casa per farci le ferie , adesso scrivi che ci vorresti traferire. Vedo che tu insisti molto con il "semicentrale" e non disdegni il quartiere Copedè. Sappi che il Copedè è un quartiere deve gli edifici sono praticamente all'80% uffici e sedi di rappresentanze diplomatiche. Appartamenti da comprare a 2500 €/mq te li sogni, anche in quartieri "semicentrali". Io al "Copedé"non ci abiterei mai: per andare al supermercato non sai manco quanta strada devi fare; anche uscire dalla città per raggiungere il GRA, in certe ore della giornata può essere un problema.
Io sono nato ed ho vissuto a Milano per quasi 35 anni, poi ho accettato una proposta di lavoro e sono immigrato a Roma il 2 febbraio 1981.: sò cosa vuol dire girare con l'auto e con i mezzi pubblici a Milano e sò cosa vuol dire girare per Roma.. Dico solamente che mia moglie, lavorando al Gemelli come "strumentista di sala operatoria", ha scelto lei l'ubicazione dell'appartamento da comprare: non posso lamentarmi perché abbiano acquistato la parte padronale (poco meno di 90 mq) di un appartamento che era stato frazionato. Ed il posto auto era con la parte padronale.
 

Hellhell

Oggi è il mio Compleanno!
Proprietario Casa
Interessante notare che con il covid tutti prevedevano sfracelli per le zone centrali rispetto alle aree periferiche verdi. In realtà i prezzi mi sembrano addirittura aumentati, non vorrei fosse una bolla pronta a scoppiare.
 

PERASPERAADASTRA

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
guarda che tu prima hai scritto che cercavi casa per farci le ferie , adesso scrivi che ci vorresti traferire. Vedo che tu insisti molto con il "semicentrale" e non disdegni il quartiere Copedè. Sappi che il Copedè è un quartiere deve gli edifici sono praticamente all'80% uffici e sedi di rappresentanze diplomatiche. Appartamenti da comprare a 2500 €/mq te li sogni, anche in quartieri "semicentrali". Io al "Copedé"non ci abiterei mai: per andare al supermercato non sai manco quanta strada devi fare; anche uscire dalla città per raggiungere il GRA, in certe ore della giornata può essere un problema.
Io sono nato ed ho vissuto a Milano per quasi 35 anni, poi ho accettato una proposta di lavoro e sono immigrato a Roma il 2 febbraio 1981.: sò cosa vuol dire girare con l'auto e con i mezzi pubblici a Milano e sò cosa vuol dire girare per Roma.. Dico solamente che mia moglie, lavorando al Gemelli come "strumentista di sala operatoria", ha scelto lei l'ubicazione dell'appartamento da comprare: non posso lamentarmi perché abbiano acquistato la parte padronale (poco meno di 90 mq) di un appartamento che era stato frazionato. Ed il posto auto era con la parte padronale.
Hai avuto la fortuna di vivere in due metropoli. Probabilmente mi dovrò accontentare di un piccolo app.to dove trascorrere le ferie. Magari guarderò le aste, però prima devo studiare bene il mondo delle aste, per evitare brutte sorprese.
 

castellarin renzo

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ognuno ha le proprie opinioni dove vivere. Io ad esempio andrei in montagna anzichè in città in mezzo al traffico e quant'altro. Se vuoi,con 180.000 euro ti vendo la mia casa(in paese con tutto ciò che serve) composta di 2 camere,2 bagni,cucina,soggiorno,salotto,1 garage interno + uno esterno da 30 m.quadri,mansarda esterna.Il tutto a fronte di 160 metri quadri su un lotto di 1000 metri quadri di terreno. In provincia di Pordenone.
 

queenalexa

Membro Junior
Proprietario Casa
Abito a Roma e devo purtroppo intervenire a difesa e "offesa" di questa città. I problemi di Roma sono in sintesi: i politici, i preti e le truppe di occupazione turistica; visti i numeri di queste 3 componenti le risorse non bastano mai e, anche quando ci sono, ci si mette la Storia: basta grattare un pò la terra ed esce fuori la villa imperiale, la domus di un console e il sepolcro di un centurione con tanto di colonne, scheletri, ciabatte e mosaici. E giù blocchi, transenne, deviazioni di traffico e costi aumentati dell'edilizia).
Roma inoltre è molto polarizzata. accanto a quartieri stupendi (Gianicolo, coppedè, parioli, salario-trieste, garbatella, trastevere) ci sono quartieri dormitori dove effettivamente si va solo a dormire e l'immondizia ci rimane tanto da diventare concime.
Detto questo, a Roma esistono le famiglie in senso buono: se una coppia vuole comprarsi casa convoca la famiglia in senso largo (nonni, cugini e zii) e la banca. Ed esce la casa taglio medio (80 mq commerciali) tre camere cucina e bagno e se si è fortunati un posto auto a rotazione nel cortile condominiale. Prezzi dai 3500 al mq (partendo dalla zona censuaria 5, quella più esterna, casa da ammodernare) ai 7500 al mq (trastevere, monteverde vecchio, parioli zona censuaria 2 sempre da ammodernare). Un garage sotterraneo (piano parcheggi dell'inizio secolo) sta tra gli 80.000 e i 120.000 per una piccola monovolune, se lo si trova.
La bellezza di Roma, la sua superba offerta di meraviglie si paga. Ed ora, nell'era del Airbnb, è difficilissimo trovare case in affitto (infatti i canoni liberi stanno salendo) o case in vendita. Chi voleva vendere si è riconvertito a b&b per pagare il mutuo e il prestito al cugino. Chi non ha una famiglia in senso largo o un ottimo stipendio si arrangia in condivisione, cosa prima riservata agli extracomunitari e ora anche a coppie italiane.
Capito perchè i romani hanno tutti il doppio e triplo lavoro e guardano con sufficienza agli americani che si aggirano in infradito e zaino mormorando "picturesque picturesque" alla vista di qualcosa più vecchio di 200 anni?
Caro postante di Bergamo: si rassegni che Roma è come Parigi, New York e Londra pur rimanendo, al contrario di quelle, una città inefficiente e invivibile.
 

queenalexa

Membro Junior
Proprietario Casa
Abito a Roma e devo purtroppo intervenire a difesa e "offesa" di questa città. I problemi di Roma sono in sintesi: i politici, i preti e le truppe di occupazione turistica; visti i numeri di queste 3 componenti le risorse non bastano mai e, anche quando ci sono, ci si mette la Storia: basta grattare un pò la terra ed esce fuori la villa imperiale, la domus di un console e il sepolcro di un centurione con tanto di colonne, scheletri, ciabatte e mosaici. E giù blocchi, transenne, deviazioni di traffico e costi aumentati dell'edilizia).
Roma inoltre è molto polarizzata. accanto a quartieri stupendi (Gianicolo, coppedè, parioli, salario-trieste, garbatella, trastevere) ci sono quartieri dormitori dove effettivamente si va solo a dormire e l'immondizia ci rimane tanto da diventare concime.
Detto questo, a Roma esistono le famiglie in senso buono: se una coppia vuole comprarsi casa convoca la famiglia in senso largo (nonni, cugini e zii) e la banca. Ed esce la casa taglio medio (80 mq commerciali) tre camere cucina e bagno e se si è fortunati un posto auto a rotazione nel cortile condominiale. Prezzi dai 3500 al mq (partendo dalla zona censuaria 5, quella più esterna, casa da ammodernare) ai 7500 al mq (trastevere, monteverde vecchio, parioli zona censuaria 2 sempre da ammodernare). Un garage sotterraneo (piano parcheggi dell'inizio secolo) sta tra gli 80.000 e i 120.000 per una piccola monovolune, se lo si trova.
La bellezza di Roma, la sua superba offerta di meraviglie si paga. Ed ora, nell'era del Airbnb, è difficilissimo trovare case in affitto (infatti i canoni liberi stanno salendo) o case in vendita. Chi voleva vendere si è riconvertito a b&b per pagare il mutuo e il prestito al cugino. Chi non ha una famiglia in senso largo o un ottimo stipendio si arrangia in condivisione, cosa prima riservata agli extracomunitari e ora anche a coppie italiane.
Capito perchè i romani hanno tutti il doppio e triplo lavoro e guardano con sufficienza agli americani che si aggirano in infradito e zaino mormorando "picturesque picturesque" alla vista di qualcosa più vecchio di 200 anni?
Caro postante di Bergamo: si rassegni che Roma è come Parigi, New York e Londra pur rimanendo, al contrario di quelle, una città inefficiente e invivibile.
 

queenalexa

Membro Junior
Proprietario Casa
Abito a Roma e devo purtroppo intervenire a difesa e "offesa" di questa città. I problemi di Roma sono in sintesi: i politici, i preti e le truppe di occupazione turistica; visti i numeri di queste 3 componenti le risorse non bastano mai e, anche quando ci sono, ci si mette la Storia: basta grattare un pò la terra ed esce fuori la villa imperiale, la domus di un console e il sepolcro di un centurione con tanto di colonne, scheletri, ciabatte e mosaici. E giù blocchi, transenne, deviazioni di traffico e costi aumentati dell'edilizia).
Roma inoltre è molto polarizzata. accanto a quartieri stupendi (Gianicolo, coppedè, parioli, salario-trieste, garbatella, trastevere) ci sono quartieri dormitori dove effettivamente si va solo a dormire e l'immondizia ci rimane tanto da diventare concime.
Detto questo, a Roma esistono le famiglie in senso buono: se una coppia vuole comprarsi casa convoca la famiglia in senso largo (nonni, cugini e zii) e la banca. Ed esce la casa taglio medio (80 mq commerciali) tre camere cucina e bagno e se si è fortunati un posto auto a rotazione nel cortile condominiale. Prezzi dai 3500 al mq (partendo dalla zona censuaria 5, quella più esterna, casa da ammodernare) ai 7500 al mq (trastevere, monteverde vecchio, parioli zona censuaria 2 sempre da ammodernare). Un garage sotterraneo (piano parcheggi dell'inizio secolo) sta tra gli 80.000 e i 120.000 per una piccola monovolune, se lo si trova.
La bellezza di Roma, la sua superba offerta di meraviglie si paga. Ed ora, nell'era del Airbnb, è difficilissimo trovare case in affitto (infatti i canoni liberi stanno salendo) o case in vendita. Chi voleva vendere si è riconvertito a b&b per pagare il mutuo e il prestito al cugino. Chi non ha una famiglia in senso largo o un ottimo stipendio si arrangia in condivisione, cosa prima riservata agli extracomunitari e ora anche a coppie italiane.
Capito perchè i romani hanno tutti il doppio e triplo lavoro e guardano con sufficienza agli americani che si aggirano in infradito e zaino mormorando "picturesque picturesque" alla vista di qualcosa più vecchio di 200 anni?
Caro postante di Bergamo: si rassegni che Roma è come Parigi, New York e Londra pur rimanendo, al contrario di quelle, una città inefficiente e invivibile.
 

queenalexa

Membro Junior
Proprietario Casa
Abito a Roma e devo purtroppo intervenire a difesa e "offesa" di questa città. I problemi di Roma sono in sintesi: i politici, i preti e le truppe di occupazione turistica; visti i numeri di queste 3 componenti le risorse non bastano mai e, anche quando ci sono, ci si mette la Storia: basta grattare un pò la terra ed esce fuori la villa imperiale, la domus di un console e il sepolcro di un centurione con tanto di colonne, scheletri, ciabatte e mosaici. E giù blocchi, transenne, deviazioni di traffico e costi aumentati dell'edilizia).
Roma inoltre è molto polarizzata. accanto a quartieri stupendi (Gianicolo, coppedè, parioli, salario-trieste, garbatella, trastevere) ci sono quartieri dormitori dove effettivamente si va solo a dormire e l'immondizia ci rimane tanto da diventare concime.
Detto questo, a Roma esistono le famiglie in senso buono: se una coppia vuole comprarsi casa convoca la famiglia in senso largo (nonni, cugini e zii) e la banca. Ed esce la casa taglio medio (80 mq commerciali) tre camere cucina e bagno e se si è fortunati un posto auto a rotazione nel cortile condominiale. Prezzi dai 3500 al mq (partendo dalla zona censuaria 5, quella più esterna, casa da ammodernare) ai 7500 al mq (trastevere, monteverde vecchio, parioli zona censuaria 2 sempre da ammodernare). Un garage sotterraneo (piano parcheggi dell'inizio secolo) sta tra gli 80.000 e i 120.000 per una piccola monovolune, se lo si trova.
La bellezza di Roma, la sua superba offerta di meraviglie si paga. Ed ora, nell'era del Airbnb, è difficilissimo trovare case in affitto (infatti i canoni liberi stanno salendo) o case in vendita. Chi voleva vendere si è riconvertito a b&b per pagare il mutuo e il prestito al cugino. Chi non ha una famiglia in senso largo o un ottimo stipendio si arrangia in condivisione, cosa prima riservata agli extracomunitari e ora anche a coppie italiane.
Capito perchè i romani hanno tutti il doppio e triplo lavoro e guardano con sufficienza agli americani che si aggirano in infradito e zaino mormorando "picturesque picturesque" alla vista di qualcosa più vecchio di 200 anni?
Caro postante di Bergamo: si rassegni che Roma è come Parigi, New York e Londra pur rimanendo, al contrario di quelle, una città inefficiente e invivibile.
 

queenalexa

Membro Junior
Proprietario Casa
no cari. il computer ha deciso di fare le bizze o andare a prendersi il caffè. Me lo sono preso pure io e siccome non vedevo l'invio ho cliccato un pò. Scritto accorato? No. Ho approfittato del post bergamasco per spazzare via un pò di luoghi comuni su Roma e Romani.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho due entrate nella mia proprietà. Il numero civico va messo solo all'entrata pedonale o anche al carrabile? Sono separati da molto muro di recinzione e spesso postini e corrieri citofono al carrabile quando la cassetta della posta è al pedonale. Cosa posso fare? Grazie
Alto