• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

cec

Membro Attivo
Proprietario Casa
Salve, una curiosità.
Gestisco per conto di parenti diverse locazioni e ho un sacco di fogli in casa.
Un contratto di locazione cessato + documenti identità conduttori + cessazione contratto + F24 annuale per chi è in regime IRPEF...etc per quanto tempo devono essere conservati?
5 anni dalla scadenza della locazione o ci sono tempistiche diverse?
Grazie
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Io conservo l'intera pratica (contratto di locazione, ricevute registrazione-proroghe-risoluzione all'Agenzia delle Entrate, ricevute pagamento imposte di registro, documenti degli inquilini, disdette, verbali di rilascio, eventuale corrispondenza tra le parti, ecc) per 10 anni dalla data di risoluzione.

Non so dire se dal punto di vista legale ci sia una tempistica precisa.
Faccio così perché dopo 10 anni sicuramente le dichiarazioni dei redditi dei locatori non sono più soggette ad accertamenti del fisco, e perché 10 anni è il termine della prescrizione ordinaria.

Sono anch'io curiosa di sapere come si organizzano altri locatori!
 
  • Haha
Reazioni: cec

mapeit

Membro Senior
Proprietario Casa
Direi che 6/7 anni dalla cessazione della locazione dovrebbero essere sufficienti per gli accertamenti fiscali (5 anni più l'annualità in corso). Per eventuali altre "rogne" con gli affittuari, invece, (se ci sono ancora pendenze) meglio tenerli per 10 anni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto