• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

estate

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ciao a tutti,
sono alle prese con la dichiarazione di mio figlio e trovo qualche difficoltà che vi sottopongo. Mio figlio risiede in Inghilterra ed è iscritto all'AIRE. In Italia dispone di un reddito da locazione con cedolare e un reddito diverso da dichiarare nel quadro RL. Non avendo un sostituto d'imposta in Italia ho seguito quanto suggerito dal sito optando per Redditi PF web. La dichiarazione precompilata l'ho compilata tutta senza problemi. Alla fine però l'applicazione non genera gli F24 necessari ai pagamenti di saldo e acconto. L'applicazione Redditi PF web ha generato la completa dichiarazione UNICO è compilata e posso pure vederla nel pdf generato dopo la conferma e prima dell'invio. Mi chiedo: dov'è che sbaglio? Gli scorsi anni ho sempre fatto l'Unico on Line (non precompilato) e quello predisponeva gli F24 con i dati dei saldi e degli acconti generati dalla dichiarazione. Quest'anno invece ho optato per il modello precompilato perché c'è già tutto. Grazie a tutti.
 

estate

Membro Attivo
Proprietario Casa
Una volta inviata la dichiarazione è sufficiente selezionare "Pagamento F24".

Vedi l'allegato 6123
Guardando la videata che hai postato il pulsante Blu indica "Pagamento F24" e non Stampa F24. Non vorrei che mi chiede di pagare online con il c/c perché, come detto, mio figlio ha un c/c inglese. Se invece posso stampare l'F24 io lo pago dal mio c/c.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Puoi semplicemente stampare il modello F24 che l'applicazione ha già predisposto.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Quest'anno invece ho optato per il modello precompilato perché c'è già tutto.
Mia figlia è nelle stesse condizioni di tuo figlio, a parte la nazione di residenza, e da anni faccio la sua dichiarazione dei redditi ma, ad es, non è mai precompilata la sezione relativa all’indirizzo estero di residenza, che devo quindi aggiungere ogni volta. Analogamente manca la parte relativa a coniuge e figlia, indipendentemente che non comportino benefici fiscali.
 

estate

Membro Attivo
Proprietario Casa
Mia figlia è nelle stesse condizioni di tuo figlio, a parte la nazione di residenza, e da anni faccio la sua dichiarazione dei redditi ma, ad es, non è mai precompilata la sezione relativa all’indirizzo estero di residenza, che devo quindi aggiungere ogni volta. Analogamente manca la parte relativa a coniuge e figlia, indipendentemente che non comportino benefici fiscali.
I giovani italiani all'estero ed iscritti all'aire è come se fossero figli di un Dio minore. Mio figlio ha dei redditi di immobili in Italia su cui paga l'IMU e l'IRPEF. Stranamente non può detrarsi dall'IRPEF i contributi versati all'inps per il riscatto della laurea. pur avendo la capienza per i redditi prodotti in Italia. Mi sembra una vera e propria ingiustizia che non tratta in modo uguale contribuenti nella medesima situazione. Lui ha ancora un c/c intestato con me e la mamma che risale a quando stava in Italia. Se dovessi chiudere questo c/c per lui sarebbe difficile e costoso, quale non residente, aprire un c/c. A Londra, ci vado spesso per ovvi motivi, io e mia moglie abbiamo aperto un c/c in cinque minuti e lì non esiste il bollo o spese bancarie. Quindi è un conto a costo zero. Anche il rilascio della carta di credito non ha un canone annuale. Mio figlio in Italia non è più assistito dal SSN, tranne per emergenze o per nuove patologie improvvisamente insorte. E' uguale per noi in UK solo che qui pago un consistente ticket, in UK non pago ticket per l'età. Un ultima cosa, in UK fino al 10.000 gbp non si pagan imposte, in Italia si paga il 23%.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
non può detrarsi dall'IRPEF i contributi versati all'inps per il riscatto della laurea
Eh?
I contributi versati nell’interesse del soggetto fiscalmente a carico, il quale intenda esercitare il riscatto del corso di laurea pur non avendo ancora incominciato l’attività lavorativa e non essendo iscritto ad alcuna forma obbligatoria di previdenza sono detraibili.
Negli altri casi i contributi versati per il riscatto del corso di laurea costituiscono oneri deducibili.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Lui ha ancora un c/c intestato con me e la mamma che risale a quando stava in Italia.
Attenzione, un residente all’estero non può avere un conto cointestato con un residente Italia. Nostra figlia era nelle stesse condizioni e solo dopo molti anni banca Intesa si è accorta e lo ha segnalato. Per f24 lo faccio dal mio conto corrente con il suo codice fiscale.
 

estate

Membro Attivo
Proprietario Casa
Attenzione, un residente all’estero non può avere un conto cointestato con un residente Italia. Nostra figlia era nelle stesse condizioni e solo dopo molti anni banca Intesa si è accorta e lo ha segnalato. Per f24 lo faccio dal mio conto corrente con il suo codice fiscale.
Puoi dirmi che è successo quando la banca se n'è accorta? Ha semplicemente chiesto il cambio dell'intestazione escludendo tua figlia? Oppure ha segnalato la cosa a qualche autorità con problemi tipo multe o altro?
 

estate

Membro Attivo
Proprietario Casa
Eh?
I contributi versati nell’interesse del soggetto fiscalmente a carico, il quale intenda esercitare il riscatto del corso di laurea pur non avendo ancora incominciato l’attività lavorativa e non essendo iscritto ad alcuna forma obbligatoria di previdenza sono detraibili.
Negli altri casi i contributi versati per il riscatto del corso di laurea costituiscono oneri deducibili.
Era come dici tu fino a qualche anno fa. Mio figlio deduceva dal reddito prodotto in Italia i contributi certificati dall'Inps. Successivamente, credo nel 2014, i residenti all'estero possono dedurre questo onere soltanro se producono in Italia almeno il 75% del loro reddito complessivi. Vado a memoria e quindi posso essere impreciso. Nel caso di mio figlio il suo reddito è prodotto in UK e quello in Italia è una parte trascurabile. Tant'è che quando compilo i'unico precompilato questo già indica i contributo di riscatto tra gli oneri deducibili ma, se barro la casella della residenza all'estero, li elimina. All'inizio anni fa pensavo che fosse un'anomalia e mi lessi le istruzioni approfondite e lì era spiegato. E' una cosa vergognosamente ingiusta!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Buongiorno e grazie fin d'ora a chi potrà rispondere.
L'inquilino, sempre quello simpatico,ora prova a creare zizzania anche nei confronti di altri conduttori che finora, educatamente tacciono.Pensavo di convocare tutti in riunione stilando poi un verbale di accettazione delle regole (stavolta scritto nero su bianco e non solo verbale).Sarebbe la prima volta in trent'anni ma c'è pur sempre una prima volta!
Alto