1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lucia

    lucia Membro Attivo

    Salve a tutti vi scrivo per conto di mio padre che è divenuto proprietario della casa dove abita in quanto ricevuta in eredità da mio nonno e voleva sapere, nel caso in cui volesse acquistare una nuova casa, se la stessa gli risulterebbe come seconda casa e quindi sarebbe costretto a pagare le relative imposte (ICI ecc...) oppure no, visto che la prima casa l'ha ricevuta in eredità.A suo dire esisterebbe una legge che in questa fattispecie considererebbe la casa acquistata per seconda come prima casa e proprio perchè la proprietà della prima è conseguita a seguito di successione ereditaria, ma è vero?se si, mi sapreste dire gli estremi della legge?Vi ringrazio anticipatamente.
    Lucia
     
  2. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    crcolare 38/2005 ministero finanze ; letteralmente:


    Non possidenza di altri immobili acquistati con i benefici della prima casa
    Per fruire del regime agevolato prima casa l'acquirente nell'atto di acquisto deve dichiarare
    di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale
    su tutto il territorio nazionale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e
    nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge
    con le agevolazioni di cui al presente articolo.
    La predetta dichiarazione va resa
    con riferimento a tutti gli immobili acquistati col beneficio prima casa, ivi compreso
    l'acquisto di una casa di abitazione non di lusso in corso di costruzione.
    L'intento del legislatore è di evitare un duplice godimento della agevolazione, che si
    realizzerebbe invece laddove non si tenesse conto dell'agevolazione goduta in precedenza
    per l'acquisto dell'immobile da ultimare.
    Ne consegue che risulterà mendace la dichiarazione di "non essere titolare su tutto il
    territorio nazionale dei diritti di proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo
    stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni di cui al presente articolo" resa
    dall'acquirente che invece abbia acquistato fruendo dell'agevolazione "prima casa"
    un'abitazione non di lusso in corso di costruzione.
     
  3. lucia

    lucia Membro Attivo

    Grazie mille!Quindi se ho ben capito al momento dell'acquisto del nuovo immobile essendo tenuto a dichiarare per legge che è proprietario dell'altro immobile sul quale gode dei benefici di prima casa anche se avuto in eredità, sul nuovo immobile acquistato non potrebbe goderedelle delle agevolazioni fiscali prima casa, trovandosi pertanto a pagare tutte le imposte gravanti sulle "seconde case", giusto?
     
  4. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    se in effetti è
    non spetta l'agevolazione.
    Faccia analizzare bene comunque l'atto precedente al Notaio che accerterà o meno l'effettivo già avvenuto godimento dei benefici
     
  5. arula

    arula Membro Attivo

    Che tipo di imposta di successione è stato pagato sulla casa ereditata?
    C'era in quel periodo la possibilità di pagare solo le imposte di successione fisse in caso si dichiarasse di ereditare una prima casa?
    Se si, credo che ora non possa acquistare come prima casa, in caso contrario credo di si.
    E' meglio comunque chiedere chiarimenti ad un notaio.
     
  6. Anche se tuo padre ha pagato l'imposta di successione a tassa fissa in quanto ha richiesto le agevolazioni "prima casa" , può ugualmente acquistare un altro appartamento come prima casa a patto che i due immobili si trovino in COMUNI DIVERSI. Altrimenti dovrà pagare le imposte sul nuovo appartamento con l'aliquota ordinaria del 10%. Ciao, buona serata
     
  7. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao Loretta Grazia, potresti spiegarmi meglio, perchè io ho sempre creduto, probabilmente sbagliandomi, che se possiedo i diritti di un immobile (proprietà, usufrutto, uso, abitazione), sia acquistato che pervenuto per successione, avendo già usufruito dei benefici "prima casa", non posso usufruirne nuovamente fino a quando non alieno il primo immobile, a prescindere dal comune ove è ubicato il secondo.
    Mi sto sbagliando?:domanda::confuso::domanda:
    Con stima.
     
  8. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    La possibilità indicata da Loretta è contemplata nella circolare del Ministero delle finanze di cui ti riporto uno stralcio:
    MINISTERO DELLE FINANZE
    AGENZIA DELLE ENTRATE
    CIRCOLARE 44/E DEL 7/5/2001
    omissi
    1) Agevolazioni per l'acquisizione della "prima casa". Modalità
    Come già illustrato al punto 2.2.10 della circolare 207/E, il contribuente, ricorrendone i requisiti, può avvalersi della possibilità di versare le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa per i trasferimenti della proprietà di case di abitazione non di lusso e per la costituzione o il trasferimento di diritti su detti immobili derivanti da successione o donazione. --,
    ..............
    Appare utile evidenziare che l'applicazione dell'agevolazione in argomento (n.d.a quella richiesta in sede di successione o donazione) non preclude la possibilità, in sede di successivo acquisto a titolo oneroso di altra abitazione, di fruire dei benefici previsti dall'articolo 1, comma 1, quinto periodo, della tariffa, parte prima, allegata al Testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro, per la diversità dei presupposti che legittimano l'acquisto del bene in regime agevolato.
    In caso di ulteriore acquisizione per successione o donazione, i soggetti che hanno già fruito dell'agevolazione in argomento non possono goderne nuovamente, salvo che il trasferimento abbia ad oggetto quote dello stesso bene.
     
  9. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Ringrazio Loretta Grazia ed Ennio Alessandro Rossi, per avermi chiarito l'argomento.:applauso:
    Non si finisce mai di imparare....è proprio forte questo Propit:^^::^^:
     
  10. In base alla circ. Agenzia delle Entrate n. 44/E del 7 maggio 2001, l'agevolazione "prima casa" in sede di successione o donazione non è tra quelle il cui godimento impedisce un futuro acquisto agevolato per atto a titolo oneroso, sempre che non venga ereditata un'intera piena proprietà, caso in cui non si può evidentemente acquistare nello stesso comune a titolo oneroso un'altra "prima casa" con agevolazioni. Credo che abbiamo sviscerato l'argomento da tutte le angolazioni! Buona giornata
     
  11. lucia

    lucia Membro Attivo

    Tante grazie per tutte le risposte.Un ultima precisazione giusto per intenderci: avendo ereditato mio padre non la piena proprietà dell'immobile, ma il 50% perchè l'altro 50% dell'immobile lo ha ereditato la sorella (mia zia), ben potrebbe acquistare a suo nome un secondo immobile nello stesso comune del primo e godere dei benefici prima casa, giusto?
     
  12. Giustissimo, dal momento che non possiede l'intera proprietà di un appartamento nello stesso comune in cui intende acquistare. Ciao, buona serata
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina