1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gaemily

    gaemily Membro Ordinario

    Salve,
    vorrei un vostro parere per un problema serio che non permette a mia sorella di poter prendere possesso del proprio appartamento.
    Mia sorella ha acquistato 1 anno fa un appartamento (costruzione di 50 anni) con evidente macchia di umidità/infiltrazione in una camera.
    Sull’atto è stato scritto in modo chiaro che qualunche problema inerente l’oggetto sarebbe stata a carico dell’ex-proprietario. Ad oggi, sono stati fatti, dietro continui solleciti (solo da parte dell'interessata) 2 lavori per risolvere il problema (infiltrazione proveniente dal tetto). Il 1 senza esito positivo, il 2 (rimossa grondaia orizzontale rotta e sistemata nel primo intervento, in modo superficiale con silicone) da poco terminato, per il quale si attende verifica. Ora augurandomi che piova per poter capire se il problema è stato risolto, Vi chiedo:

    - è 1 anno che mia sorella rimanda i lavori di ristrutturazione dell’appartamento e comunque continuano
    a procedere lentamente proprio per questo problema (non risolto dal vecchio proprietario sin dalla
    firma del compromesso, pur avendolo specificato bene nel testo); occorre aggiungere, cosa non di
    poco conto che per questa ragione l'interessata è costretta da ben 1 anno ha sostenere ingenti
    spese (affitto e mutuo);

    - premesso che tutte le spese dei 2 lavori verranno addebbitati al vecchio propretario (così come
    stabilito anche nel rogito), posso chiedere risarcimento all’assicurazione del palazzo?
    e/o al vecchio proprietario per il disagio subito e non risolto da lui nell’arco di 8 mesi (dalla firma del
    compromesso alla firma del rogito), pur avendone le possibilità?
    e/o all’agenzia che ha fatto da intermediaria, tutelando, sin dal primo momento, solo la parte
    venditrice e non mia sorella che pur le ha versato la somma di 7000 euro?

    Grazie per l'attenzione
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non capisco perchè tirare in ballo l'agenzia, io posso voler vendere una catapecchia se qualcuno la compra loro cosa possono farci? la macchia, lo hai detto tu si vedeva bene, l'ex proprietario si è impeganto a provvedere alle spese, l'unico responsabile è lui.
     
  3. gaemily

    gaemily Membro Ordinario

    Forse ho omesso qualcosa per essere abbastanza sintetica.
    L'agenzia ha sin dall'inizio ha sostenuto le tesi del propetario: "Non si preoccupi è una macchia presente da precedente infiltrazione ormai sanata che non produrra alcun problema".
    Queste sono parole, già prima di firmare il compromesso e sostenute SEMPRE anche dopo la firma del rogito. E' l'agenzia, con cui si sono avuti i contatti sino alla firma del compromesso, la titolata a informarsi, sollecitare la risoluzione e tutelare entrabe le parti. Cosa mai fatta, mi risulta che la stessa prenda un buon compenso e questo le sembra che sia dovuto solo per aprire e chiudere un appartamento per farlo visionare ai probabili acquirenti ? E' tenuta a fare quello che le viene richiesto, accertandosi che non ci sia il danno descritto. Ha mentito sin dal primo momento, non solo non accertando quando richiesto per 8 mesi, dalla firma del compromesso in poi (si era chiesto di ripulire la parte per verificare la bontà della ristrutturazione, cosa non fatta) ma anche successivamente, RIPETO tutelando solo ed esclusivamente se stesso (INTERESSATO SOLOO A CHIUDERE LA VENDITA per accertare se si potesse sistemare il tutto prima del rogito. Ad oggi a distanza di quasi 2 anni non si è ancora risolto nulla, la casa non è terminata (ristrutturazione), viene pagato un affitto e un mutuo e COSA PEGGIORE non si sà quando sia possibile entrare.

    Quello da me richiesto è solo il proprietario o, secondo me anche l'agenzia, dopo tutte le omissioni fatte e le rassicurazioni date a mia sorella (premetto che al momento dell'acquisto e del rogito mia sorella non era nel comune di ubicazione dell'appartamento) a cui deve chiedere i danni?
    Ogni altra risposta mi sarà utile anche perchè prima di intraprendere un'azione legale contro terzi, debba avere una ampia probabilità di vincerla.
    Grazie
     
  4. klimt

    klimt Membro Attivo

    Professionista
    Cara Gaemily tu dici :
    l'agenzia ha mentito sin dal primo momento, non solo non accertando quando richiesto per 8 mesi, dalla firma del compromesso in poi (si era chiesto di ripulire la parte per verificare la bontà della ristrutturazione, cosa non fatta) ma anche successivamente, RIPETO tutelando solo ed esclusivamente se stesso (INTERESSATO SOLO A CHIUDERE LA VENDITA per accertare se si potesse sistemare il tutto prima del rogito.
    Da noi si dice: "mittirisi i manu ne capiddi"
    Molto probabilemte ti aspettavi che l'agenzia prendesse una ditta per verificare le anomalie ed eventualmente la pagasse pure per risolvere il problema.
    Mi dispiace ma pur con tutta la diligenza che un agente puo' metterci, non puo' arrivare a questo.
    Gli accordi presi, che sembrano risultare anche dal rogito, sono di competenza esterna all'agenzia, e cioe' tra venditore ed acquirente.
    Qualunque giudice ti darebbe torto.
    Inoltre non pensi che il proprietario abbia potuto dare informazioni sbagliate all'agenzia dicendo di aver risolto il problema? E se tu hai acquistato comunque , è colpa dell'agenzia?
    L' agente immobiliare ha il dovere di verificare la documentazione necessaria per il passaggio di proprieta' e non puo' nascondere informazioni conosciute e occultate volontariamente.
    Detto questo, se gli accordi erano che il proprietario sanasse il difetto, anziche' continure a pagare mutuo ed affitto io al tuo posto mi sarei rivolta ad un legale.
    Spesso la sola lettera, fa immediato effetto.
    saluti Klimt
     
  5. Giovanni de Matteis

    Giovanni de Matteis Nuovo Iscritto

    Per chiamare in causa il terzo (ovverossia l'agenzia) occorrono quanto meno prove testimoniali o documenti scritti iin tal senso. Perchè potrebbe configurarsi anche l'ipotesi di reato -truffa o altro- per cui è bene procedere con i piedi di piombo sopratutto se lo scopo è quello di rientrare unicamente delle spese.
     
  6. gaemily

    gaemily Membro Ordinario

    Grazie per le risposte.
    La persona danneggiata è VERAMENTE NERA, con tutti:
    - in primis l'agenzia, sin dal primo momento è stata ambigua (quando veniva richiesto di vedere la cantina, anch'essa oggetto dell'acquisto, faceva in modo di evitare di mostrarla = mazzo di chiavi con 30 chiavi e.
    ... non si riusciva mai a trovare la chiave esatta, quindi si rimandava alla volta successiva. Altro modo ..
    . "ho lasciato le chiavi in agenzia, mi spiace !!! ma ... l'importante è l'appartamento !!! ")
    Chiaro che è stata molto l'ingenuità di mia sorella a fare il resto, ma allora non ci si può fidare più
    di nessuno ? si è pagato per il servizio, torno a ribadirlo. CONCLUSIONE: Cantina orrenda,
    non intonacata , senza base e con infiltrazioni di acqua dal piano strada. CHIARO ora perchè, trovato
    il ... pollo a chi rifilare ad un prezzo alto una casa che ne valeva sicuramente 20.000 in meno, si è
    fatto di tutto per chiudere la vendita!! La cantina sono riusciti a vederla solo dopo la firma del
    compromesso ( si è trovata facilmente la chiave e il modo di entrare), Ripeto sempre dovuta alla
    buona fede dell'acquirente. Il tutto è proceduto allo stesso modo, ecco perchè si è FURIOSI. Avevamo
    chiesto l'accertamento per quanto riguarda la macchia, NULLA da parte di nessuno.
    Ma dopo che ha intascato 7000 euro, l'agenzia chi è tenuta a tutelare ? ... solo se stessa? .... vendere
    e ....GUADAGNARE

    Le risposte ricevute sono date in modo oggettivo, in modo corretto, ma chi ha vissuto personalmente tutta la vicenda con ... mille falsità, bugie, raggiri e quant'altro non riesce a non provare rancore verso queste che non considero persone, ma ..... M...... !!

    Grazie
     
  7. klimt

    klimt Membro Attivo

    Professionista
    Sono solidale con te, anchio sarei arrabiata, poco serio il collega (ma non siamo tutti così) e purtroppo c'e stata una forte dose di ingenuità da parte di tua sorella.
    Buone feste a tutti.
    approfitto per ringraziare la redazione per gli auguri di buon compleanno.
    (veramente quest'anno avevo deciso di non compierli.:risata::risata::risata::risata:si stanno facendo veramenti tanti.
    Klimt
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina