• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

dobon

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno. Puo’ una coppia sposata e convivente richiedere che il contratto d’affitto venga registrato a nome di uno solo dei coniugi? Ringrazio in anticipo tutti i preparatissimi membri del gruppo
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
il contratto d’affitto venga registrato a nome di uno solo dei coniugi
Per registrare il contratto di locazione all'Agenzia delle Entrate occorre compilare il mod. RLI, sul quale devono essere indicati i dati del/dei locatore/i e del/dei conduttore/i.

Quindi se il contratto è intestato ad entrambi i coniugi, ritengo sia corretto registrarlo a nome di entrambi.

Inoltre nel titolo della discussione hai scritto rinnovo (non registrazione) del contratto. Se si tratta di un rinnovo, deve essere rinnovato a nome degli intestatari.
 

dobon

Membro Attivo
Proprietario Casa
Per registrare il contratto di locazione all'Agenzia delle Entrate occorre compilare il mod. RLI, sul quale devono essere indicati i dati del/dei locatore/i e del/dei conduttore/i.

Quindi se il contratto è intestato ad entrambi i coniugi, ritengo sia corretto registrarlo a nome di entrambi.

Inoltre nel titolo della discussione hai scritto rinnovo (non registrazione) del contratto. Se si tratta di un rinnovo, deve essere rinnovato a nome degli intestatari.
Si tratta di un contratto 3+2 che sta per scadere, attualmente intestato a entrambi i coniugi. Per il rinnovo gli inquilini chiedono che venga intestato a uno solo di essi. Mi rendo conto che in questo caso non si può parlare di rinnovo ma di nuovo contratto con la relativa gestione che ne consegue. Ritorno alla mia domanda, è legalmente e fiscalmente ammesso quanto loro richiedono?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Ritorno alla mia domanda, è legalmente e fiscalmente ammesso quanto loro richiedono?
Continuo a non capire il senso della domanda. Se fai un nuovo contratto lo stipuli con chi e quanti sono disposti a sottoscriverlo.

Non esiste alcun obbligo che il contratto sia intestato ad entrambi i coniugi.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Per il rinnovo gli inquilini chiedono che venga intestato a uno solo di essi.
Se il contratto si rinnova (lo schema dei contratti concordati è: 3 anni + 2 + 3 + 3 + 3..) gli inquilini non possono pretendere che il rinnovo venga fatto a nome di uno solo.
Affinché ciò avvenga è necessario che:
a) Uno dei due conduttori recede prima della scadenza (con il tuo consenso) e di conseguenza il contratto viene rinnovato a nome dell'altro.
Oppure:
b) Il contratto non viene rinnovato alla scadenza, quindi per l'Agenzia delle Entrate esso è risolto (finito).
Tu stipuli un nuovo contratto con un solo conduttore.

Se uno dei due coniugi non sarà più intestatario del contratto non sarà neppure obbligato in solido al pagamento del canone di locazione e degli oneri accessori, anche se continuerà a risiedere in quell'immobile.
Tienine conto se decidi di continuare la locazione a nome di un solo conduttore (verifica che costui sia il più solvibile dei due coniugi!), perché avrai meno garanzie.
 

dobon

Membro Attivo
Proprietario Casa
La mia perplessità riguarda la detraibilita’ fiscale. Se io accetto di intestare il contratto solo a uno dei coniugi, questo potrebbe beneficiare appunto della detraibilita’ fiscale per le spese di affitto e non sono sicura che sia corretto. Grazie a tutti per i pareri
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Se io accetto di intestare il contratto solo a uno dei coniugi, questo potrebbe beneficiare appunto della detraibilita’ fiscale per le spese di affitto e non sono sicura che sia corretto.
Perché non dovrebbe essere corretto? Soddisfatti tutti i requisiti, la detrazione sarà calcolata in base al periodo dell’anno in cui l’immobile è destinato ad abitazione principale e al numero dei cointestatari del contratto di locazione.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
A livello fiscale e burocratico nulla, ma tu sai chi e quante persone metti in casa. Nei contratti c'è sempre una frase del tipo: "..che accetta per sè e per le seguenti persone con lui conviventi...".
Di solito nei contratti è già evidenziato a chi viene dato in locazione
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
ALFONSO LANZARA ha scritto sul profilo di Rosanna Ricci.
Ciao Rosanna ti contatto per l'annuncio del tuo immobile su questo forum. Io rappresento un' agenzia immobiliare. Saresti disponibile a collaborare con noi per la vendita?
Alto