1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. DNA

    DNA Nuovo Iscritto

    Nipote, zio e nonna sono comproprietari di un immobile. Il primo intende acquistare le quote dei due parenti, il secondo è d'accordo ma la nonna è incapace. Lo zio non è propenso a ricorrere all'ads per la vendita della quota di sua madre quindi vorrebbe vendere la sua al nipote e con un scrittura privata dichiarare ( facendo sottoscrivere tale dichiarazione anche alla moglie in comunione dei beni e alle due figlie) che un domani la quota di proprietà ereditata andrebbe a suo nipote senza più pretendere nulla. La donazione non tutela il nipote per il futuro. Quale istituto giuridico si può adottare? Un contratto di opzione per l'acquisto della quota della nonna a prezzo simbolico è nullo anche se gli eredi dello zio sono d'accordo? Grazie per l'attenzione.
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    credo che le vendite a prezzo simbolico possano dare problemi ma mi chiedo se la nonna è incapace possibile che non abbia un tutore?
     
  3. DNA

    DNA Nuovo Iscritto

    Il nipote ha proposto allo zio di presentare ricorso al giudice tutelare per nominare se stesso amministratore di sostegno della madre ma senza esito; lo zio ha già la delega per compiere gli atti quotidiani (riscossione pensione, pagamento casa di riposo...) senza dover dettagliare tutte le spese come gli imporrebbe la nomina di amministratore.
     
  4. Jakal

    Jakal Nuovo Iscritto

    Se non ho capito male DNA chiede come si possa disporre oggi della quota dell'immobile in proprietà della nonna ma incapace di intendere e di cui non si vuole provvedere alla nomina di un amministratore si sostegno.
    Al problema non ci sono purtroppo soluzioni valide ed esenti da rischio. Anche quella proposta dallo zio, acquisto della quota oggi con rinuncia ad ogni pretesa successoria da parte dei possibili eredi in favore del nipote, non è percorribile. Si tratterebbe infatti di un patto successorio nullo ex lege e quindi sempre impugnabile da chiunque vi abbia interesse. Mi spiace ma ritengo che l'unico modo perché il nipote possa acquistare la quota della nonna con tutte le garanzie e sicurezze sia procedere alla nomina di un AdS.
    Saluti.
    Jakal
     
  5. DNA

    DNA Nuovo Iscritto

    In effetti se lo zio rinunciasse alla sua quota la stessa andrebbe agli eredi. La rinuncia antcipata dell'eredità non se pò fa. Forse hanno trovato un espediente: preliminare per quota della nonna e preliminare e rogito per quota dello zio. Il preliminare con pagamento anticipato per la quota della nonna è firmato anche dagli eredi dello zio. Con quesa operazione un domani allo zio "nulla più è dovuto"... mha.
     
  6. Jakal

    Jakal Nuovo Iscritto

    Sì, ma se tu paghi oggi la quota della nonna che acquisti solo su preliminare e poi alla morte della nonna, quando dovreste fare il rogito tra nipote e zio nel frattempo è successo qualcosa (tipo allo zio?) oppure se lo zio per un motivo qualsiasi cambiasse idea e non venisse spontaneamente dal notaio? Tu per trasformare il preliminare in atto definitivo dovresti intentare un'azione. Le ipotesi, negative, haimé sono sempre dietro l'angolo: io ti consiglio solo di stare attento! Ciao Jakal
     
  7. DNA

    DNA Nuovo Iscritto

    Pensiamo positivo! Domani con 1/12 di quota dove vuoi che vada. Grazie for attention.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina