1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. clarissa

    clarissa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Nonna morta 20 anni fa.ora si vuol fare successione.tre figli vivi,due morti dopo di lei e uno prima (ha lasciato 2 figli).Si vuole cedere solo ad un figli:shock:ome fare e quanto costa?
     
    A acquirente piace questo elemento.
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI

    Quando una persona viene a mancare è sempre necessario predisporre la cosiddetta denuncia di successione, da parte degli eredi stessi. Attualmente la legge prevede che la successione venga presentata entro 12 mesi dalla data di morte (detta anche data di apertura della successione).
    il termine per la dichiarazione di successione è di un anno dalla data del decesso e probabilmente l' Agenzia delle Entrate mandera' con un Avviso di Liquidazione contenente l'irrogazione delle relative sanzioni proprio per la presentazione tardiva della domanda.
     
    A clarissa e arianna26 piace questo messaggio.
  3. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    In generale qualunque si la modalità di accettazione il chiamato all' eredità ha 10 anni di tempo per decidere se accettare o meno. Se entro 10 anni non si manifesta l' accettazione si perde ogni diritto sull' asse ereditario, che si devolve secondo le regole stabilite per legge.
    Art. 480 Codice Civile

    "Il diritto di accettare l' eredità si prescrive in dieci anni. Il termine decorre da giorno dell' apertura della successione
    Da quel che si legge il tempo trascorso è 20 anni, ne consegue che il diritto di accettazione è "prescritto."
     
    A acquirente, clarissa e arianna26 piace questo elemento.
  4. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    volevo ringraziare Clarissa per la reputazione negativa che mi ha dato ma volevo precisarle che non e' colpa mia se la Legge e ' questa, forse invece che prendersela con me dovrebbe prendersela con se' stessa.




    .
     
    A clarissa piace questo elemento.
  5. clarissa

    clarissa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sto cercando di risolvere una vecchia "rogna" vecchia di 22 anni.Come salvare una piccola casa di paese della nonna pacificamente con 20 eredi?Grazie
     
    A acquirente piace questo elemento.
  6. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    ti ha gia' risposto raflomb che e' molto piu' esperto di me e ti dice.................
    "Il diritto di accettare l' eredità si prescrive in dieci anni. Il termine decorre da giorno dell' apertura della successione
    Da quel che si legge il tempo trascorso è 20 anni, ne consegue che il diritto di accettazione è "prescritto."
    prescritto significa finito.
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    capisco che stia cercando di fare l'impossibile ma se quella piccola casa aveva un valore, sia pure solo affettivo, bastava accettare l'eredità. ricordarsene dopo vent'anni...
     
    A clarissa e acquirente piace questo messaggio.
  8. clarissa

    clarissa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    cara Arianna,quando ci somo figli unici il probblema non esiste,Quando bisogna mettere d'accordo tante persone.....si fa in tempo a morire!!!
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma l'eredità ognuno l'accetta per suo conto! ci mancherebbe solo che prima di accettare l'eredità di qualcuno tutti gli eredi debbano essere d'accordo. chi accetta eredita, chi tace vede il suo diritto di accettare prescritto e l'altro ereditare tutto. nel tuo caso o ha ereditato qualche parente più lontano o lo stato, che in assenza di eredi, si configura come erede necessario in quanto il ns ordinamento non ammette l'esistenza di beni di nessuno, o per dirla come i Romani, di res nullius.
     
  10. clarissa

    clarissa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    A volte chi spiega deve capire che chi chiede non sa!!Allora bisogna spiegare in modo semplice le cose.Vediamo:la successione la faccio.La casa viene divisa tra 20 persone.Vogliamo vendere la casa ,Chi la vende? Le 20 persone.oppure se c'è una rinuncia a favore di uno ,la vende solo quella persona?

    Aggiunto dopo 20 minuti :

    L'eredità si accetta presentando la successione e senza rinuncia vero?Se ad oggi non c'è succesione,ma la presento domani,la proprietà viene divisa. Quindi i 20 eredi diventano automaticamente proprietar?
     
  11. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Una Chance per Clarissa:
    quanto ho posstato in precedenza è corretto: art. 490 c.c. il diritto all'eredità si prescrive in 10 anni-
    Occorre però aggiungere che quando i chiamati ulteriori non abbiano accettato l'eredità (dopo i 10 anni) i precedenti chiamati potranno ancora accettare (se pur tardivamente l'eredità.
     
    A clarissa piace questo elemento.
  12. clarissa

    clarissa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    se un solo erede vuole accettare l'eredità deve presentare la successione? Gli altri eredi automaticamente rimangono fuori?
     
  13. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    E' una strada praticabile, anche se necessita di approfondimento. Sarebbe consona alla logica della prescrizione.
     
    A clarissa piace questo elemento.
  14. clarissa

    clarissa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    se un unico erede presenta successione in questa devono per foza essere indicati igli altri eredi oppure considerando gli anni passati non deve indicarli? (prescrizione)
     
  15. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    forse le mie notizie sono incomplete ma per gestire la vendita della casa bisognerà rivolgersi ad un notaio, che saprà sicuramente dipanare anche la matassa della titolarità. in linea di massima se dei 20 eredi solo uno ha accettato l'eredità il notaio gestirà le cose in modo da farlo risultare unico proprietario del bene. potrà a questo punto venderlo senza problemi.
     
    A clarissa e bianca luce piace questo messaggio.
  16. clarissa

    clarissa Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    chiedo: visto che non c'è stata successione,può un solo erede diventare proprietario per usucapione?
     
  17. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Si, purchè ricorrano i seguenti presupposti:

    I REQUISITI ESSENZIALI
    I due requisiti sempre indispensabili per l’avverarsi dell’usucapione sono il possesso della cosa e il trascorrere di un determinato periodo di tempo.
    Il possesso ad usucapionem deve avere determinate caratteristiche:
    deve essere continuato e non interrotto: è interrotto quando il possessore è stato privato del possesso per oltre un anno;
    deve essere pacifico e pubblico: non acquistato cioè in modo violento o clandestino;
    deve essere inequivoco: deve cioè consistere in modo né dubbio né incerto nell’attività corrispondente all’esercizio della proprietà o di altro diritto reale.
     
    A clarissa piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina