1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. smith

    smith Nuovo Iscritto

    Buongiorno a Tutti, un mio terreno agricolo nel 2000 con il PRG è stato trasformato in edificabile.
    Adesso vorrei vendere questo terreno ma leggendo il blog ho visto che bisogna rivalutare il valore del terreno passato da agricolo ad edificabile.
    Vi chiedo:
    - se la rivalutazione mediante perizia viene calcolata in 250.000 Euro , quanto devo pagare di imposta sostitutiva visto che nel 1995 il terreno mi è stato donato?
    - la finanziaria del 2010 ha riconfermato che si può pagare solo il 4% sul valore totale di perizia ?
    - se dovessi vendere il terreno prima della fine del 2010 ( con una perizia effettuata prima del 30/10/2010) ad un valore di 300.000 Euro ,quanto dovrei pagare di plusvalenza ?
    - esiste anche per i terreni la regola che se uno li vende dopo più di 5 anni da quando ne è venuto in possesso , non deve pagare la plusvalenza ?
    - se faccio fare una perizia entro il 30/10/2010 è questa la data da cui bisogna calcolare i 5 anni minimi di possesso per non pagare plusvalenze ?

    GRAZIE per la risposta che potrà darmi e GRAZIE anche ad altri che vorranno intervenire.
    Smith
     
  2. massaro tommaso

    massaro tommaso Nuovo Iscritto

    L'imposta sul valore da pagare al momento della perizia, rimane al 4%. Quindi, se viene valutato in € 300.000,00 bisogna pagare € 12.000,00.
    Pagato quanto sopra, non esiste altra spesa al momento della vendita (indicando nel rogito la stessa somma logicamente).
    Se non paga il 4% (che è una aliquota diciamo agevolata) può pagare al rogito però al 20% (diventerebbero 60.000,00 euro) ed addirittura al momento della denuncia dei redditi anno successiva, ma è ancora più alta, visto che si baserebbe sull'aliquota che paga per IRPEF, etc.
    Non esistono i cinque anni per plusvalenza, etc.
    Geom. Massaro Tommaso
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina