Schottky

Membro Junior
Proprietario Casa
Buonasera a tutti, sperando di non avere sbagliato la sezione del forum, vorrei porre il seguente quesito.

Abito in un condominio con riscaldamento centralizzato.
Vorrei sostituire gli attuali termosifoni (vecchi di decenni), perché depositi vari e melma sul fondo ne inficiano la resa.
Da qualche anno a questi termosifoni sono state applicate le termovalvole e relativi ripartitori.
Siccome mi hanno parlato molto bene dei ventilconvettori, (o fan coil se si usa il corrispondente anglosassone) vorrei sapere se è possibile metterli al posto dei termosifoni.
Il mio dubbio principale è: accettano le termovalvole e relativo ripartitore?
Grazie a chi vorrà rispondermi.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Dovrai sostituire/ritarare i termocontabilizzatori.

Non vedo quali vantaggi nel passare a ventilconvettori che di certo provocano un aumento della polvere in circolazione, un aumento del rumore di fondo, un aumento dei consumi elettrici e possibili maggiori manutenzioni.

Abiti in un edificio con riscaldamento centralizzato ad uso residenziale.
 

vittorievic

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Vorrei sostituire gli attuali termosifoni (vecchi di decenni), perché depositi vari e melma sul fondo ne inficiano la resa.
è proibito smontarli, lavarli internamente e con l'occasione riverniciarli? Poi sappi che, con le termovalvole montate, i termosifoni, sovente, rimangono molto meno caldi nella parte inferiore; ma il calore ambiente è quello impostato dalla termovalvola. Infine sarebbe una buona regola fare ad ogni inizio di gestione del riscaldamento provvedere alla pulizia interna di tutto l'impianto condominiale.
 
Ultima modifica:

Schottky

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie Dimaraz e vittorievic per le vostre risposte.

Premetto che queste domande nascono dal fatto che ristrutturerò integralmente l'appartamento, altrimenti avrei lasciato stare.

@Dimaraz: si è vero che i fan coil sono più rumorosi e che consumano energia elettrica; per la polvere penso invece che il problema sia legato alla cura che si presta agli appositi filtri dei fan coil. Per contro i fan coil, portano in temperatura il locale molto più velocemente dei termosifoni e volendo, con un opportuno switch li puoi usare anche d'estate per il raffrescamento tramite il classico split esterno.

@vittorievic: in condizioni normali seguirei il tuo suggerimento, ma siccome ristrutturerò integralmente l'appartamento, altrimenti avrei lasciato stare.

Quello che invece per me continua a rimanere un mistero, è se esiste il modo di applicare ai fan coil il ripartitore che prima era agganciato ai termosifoni (per la termovalvola non credo ci siano problemi perché sarebbe la medesima dei termosifoni.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Per contro i fan coil, portano in temperatura il locale molto più velocemente dei termosifoni e volendo, con un opportuno switch li puoi usare anche d'estate per il raffrescamento tramite il classico split esterno.

Vero che permettono una azione più rapida...ma questa serve solo in immobili ad uso saltuario.

Quanto all'utilizzo come "raffrescamento" il termine non va confuso con "condizionamento".
Mai sentito di fancoil con predisposizione (doppio circuito) per collegamento a pompe di condizionatori...ed impensabile in un impianto centralizzato dove gli altri hanno radiatori.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Continua a leggere e istruisciti ma in genere i termosifoni ventilati, chiamandoli in Italiano, si usano quando si ha una carenza del riscaldamento per sbaglio di calcolo ecc. per i filtri si ci sono ma non certamente bloccano tutto e chi è allergico se la vedrà brutta e poi per pulirli devi chiamare un tecnico nella speranza che faccia bene il suo lavoro, per finire le valvole le hanno "inventate" per fare pagare il giusto in base ai consumi che si fanno e certamente in un appartamento normale non aiutano a riscaldare in più, nel caso di ristrutturazione se proprio vuoi cambiare i termosifoni usa quelli in alluminio di buona marca, anche li ci sono gli imbrogli, metti qualche elemento in più se vuoi più velocità di riscaldamento non istallare i termo arredo, sarebbero i termosifoni alti, non rendono, caso mai dai uno sguardo ai vetri doppi o tripli e agli infissi cosi si che avrai benefici e meno rotture di scatole nel tempo
 

Schottky

Membro Junior
Proprietario Casa
... in genere i termosifoni ventilati, chiamandoli in Italiano, si usano quando si ha una carenza del riscaldamento per sbaglio di calcolo ecc.
Beh, non è sempre così: mio fratello in marzo ha acquistato un alloggio in un condominio muovo (2020) e vi sono solo i termosifoni ventilati, perché la centrale condominiale è strutturata sia per fornire il riscaldamento che il raffrescamento; comunque questo non è il mio caso.

... se proprio vuoi cambiare i termosifoni usa quelli in alluminio di buona marca, ...
Questo mi interessa: esattamente che vantaggio hanno quelli in alluminio?

... caso mai dai uno sguardo ai vetri doppi o tripli e agli infissi cosi si che avrai benefici e meno rotture di scatole nel tempo
A questo proposito: è vero che ci sono vetri doppi o tripli dedicati all'abbattimento del rumore (strati fono assorbenti) ed altri dedicati all'ottimizzazione dell'isolamento termico, MA non ci sono vetri ottimizzati per entrambe le cose? Immagino poi vada anche isolato il cassonetto delle tapparelle.
Grazie
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Questo mi interessa: esattamente che vantaggio hanno quelli in alluminio?
Rispetto a quelli di una volta in ghisa, si scaldano più velocemente, ma si raffreddano anche più velocemente. Ed hanno in genere un minor ingombro, e ovviamente peso

Quelli in ghisa avevano una notevole inerzia termica: lenti ad andare a regime, ma anche lenti a raffreddarsi.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Le Ultime Discussioni

Alto