• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Loredana

Nuovo Iscritto
UN APPARTAMENTO IN EREDITà A DUE FRATELLI, UNE DEI DUE VORREBBE TENERE L'APPARTAMENTO E SALDARE L'ALTRO FRATELLO.
Come e da chi si fa fare la valutazione dell'appartamento? La valutazione è di mercato o inferiore? le tasse in questo caso quanto incidono?
 
  • Mi Piace
Reazioni:

carlo.b

Membro Attivo
Buongiorno Loredana,
partendo dal presupposto che tra i due fratelli ci siano buoni rapporti, questi di comune accordo possono rivolgersi ad un tecnico di fiducia di entrambi (geometra, ingegnere o architetto iscritto al rispettivo Albo) ed incaricarlo di esprimere il più probabile valore di mercato dell'immobile.
E' facoltà del fratello cedente decidere se cedere la propria quota ad un prezzo inferiore a quello di mercato.
Circa la tassazione a cui è soggetto il passaggio di proprietà occorre sapere se chi rileva può beneficiare delle agevolazioni prima casa, ma per questo sarà senz'altro più preciso, anche con valori alla mano, il notaio al quale dovranno rivolgersi i due fratelli per il passaggio di proprietà.
Carlo
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
carlo.b ha scritto:
...... questi di comune accordo possono rivolgersi ad un tecnico di fiducia di entrambi (geometra, ingegnere o architetto iscritto al rispettivo Albo) ed incaricarlo di esprimere il più probabile valore di mercato dell'immobile.
Non dimentichiamoci che un serio agente immobiliare regolarmente iscritto al ruolo degli agenti di affari in mediazione immobiliare, è perfettamente in grado di fare un'esatta stima dell'immobile. :D
Saluti a tutti.
 

Leometra

Nuovo Iscritto
Jrogin ha scritto:
Non dimentichiamoci che un serio agente immobiliare regolarmente iscritto al ruolo degli agenti di affari in mediazione immobiliare, è perfettamente in grado di fare un'esatta stima dell'immobile.
Salve.
Il serio Agente Immobiliare dovrebbe tuttavia tener presente che il valore di mercato non è l'unico valore che esista.
Certamente è il migliore in caso di commercializzazione, quando cioè entrambe le parti intendono avere la massima soddisfazione istantanea, ma la divisione non è altrettanto "lineare" in quanto non è affatto detto che ambedue intendano disporre nel medesimo istante uno del bene e l'altro del denaro.
Ad esempio chi vende potrebbe desiderare farlo fra qualche tempo, a crisi passata...

Quindi è prudente usare un valore un po' meno sensibile alle fluttuazioni e, in definitiva, meno speculativo.
Qualcosa che si ottiene indagando il valore di mercato, ma anche quello di trasformazione (in ragione delle condizioni), il costo di costruzione e così via.

Insomma, è bene che l'Agente Immobiliare sia serio e esperto.

Proprio come dovrebbe essere il Professionista ;)

geom. Leonardo Gualandi
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Benvenuto Leometra :D
Mi sono dimenticato di scrivere nel mio post "anche" un serio agente .....
Non intendevo certo escludere geometri, ingegneri ed architetti che hanno sicuramente le competenze per stimare un immobile. ;)
 

nunzia

Nuovo Iscritto
Vi pongo un quesito forse un pò complesso come è mio solito :disappunto: Mio fratello sta usufruendo di un locale commerciale di proprietà di mio padre per svolgere la sua attività da ormai 18 anni,ovviamente non paga alcun affitto esiste solo un contratto dove si evince che mio padre da in comodato tale locale a mio fratello per svolgere la sua attività.Ora io mi domando quando questo immobile sarà di entrambi(almeno spero),non dovrei essere in un certo senso 'risarcita' dal fatto che mio fratello comunque ha usufruito dell'immobile già da parecchi anni???????Mentre io ne potrò godere solo all'atto della donazione!!!!!!!!!Forse è un pò veniale da parte mia come discorso ma a me da un pò tanto fastidio :rabbia:
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
...........Ora io mi domando quando questo immobile sarà di entrambi(almeno spero),non dovrei essere in un certo senso 'risarcita' dal fatto che mio fratello comunque ha usufruito dell'immobile già da parecchi anni???????Mentre io ne potrò godere solo all'atto della donazione!!!!!!!!!Forse è un pò veniale da parte mia come discorso ma a me da un pò tanto fastidio :rabbia:
Da un punto di vista legale non puoi prtendere alcunchè poichè tuo padre in vita (che gli auguro sia la più lunga possibile), può, se capace di intendere e di volere, fare del suo patrimonio ciò che vuole.

Al giorno del suo decesso, i suo beni immobili e mobili, andranno agli eredi senza tener conto dell'utilizzo precednte dei beni stessi.
Diverso è il disocorso sulle DONAZIONI per il quale sul forum ci sono molti argomenti aperti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto