1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cathreen6000

    cathreen6000 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti. Nell'arco di neanche un anno ho perso entrambi i genitori. Con la morte di mia madre io mio padre e i miei fratelli abbiamo suddiviso la sua proprietà secondo la successione legittima. Ancora non abbiamo presentato la nostra denuncia dei redditi variata in seguito a questo evento e perdo anche mio padre il quale ci lascia altre proprietà oltre la quota di legittima della mamma. Ora cosa dovremmo fare per non dimezzare il frutto dei loro sacrifici in parcelle tasse e marche da bollo inutili? Conviene fare la successione la divisione e l'assegnazione contestualmente dal notaio o intanto si deve presentare la denuncia di successione (eventualmente ad un CAAF)? E poi sapete dirmi se ci sono delle tabelle di riferimento riguardo le parcelle dei periti per la stima dei beni? Mi sono informata con alcuni e ognuno ha delle percentuali diverse. Come districarsi? Grazie a chi vorrà illuminarmi.
     
  2. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Per dissipare il meno possibile occorre evitare, se possibile. la comunione dei beni, pertanto necessita fare le varie stime dei lotti da assegnare a ciacun coerede. Per quanto concerne le parcelle dei periti, esse variano, oltre che da città a città, anche da perito a perito, l'importante è stabilre prima un preventivo di spesa, e concordarlo per non trovarsi a degli spiacevoli imprevisti.
    Se vi è accordo tra cooeredi nell'assegnazione dei lotti, che potranno essere anche tirati a sorte, una volte formulati per valore, con un pò di buona volontà potrete anche evitare di andare dal notaio, rivolgendovi direttamente all'ufficio dell'entrate.
     
  3. ag1953

    ag1953 Membro Ordinario

    Troppo facile:daccordo::daccordo:
    A me sembra un po' difficile che l'ufficio delle entrate possa accettare una situazione del genere...
    forse, trovando x caso:D un testamento olografo,e rivolgendosi ad un bravo notaio!!!

    N.B.
    Non sono un notaio ne' un tecnico e non rappresento nessuna categoria tranne quella di un semplice cittadino che deve cercare di districarsi nella giungla di leggi che ci circondano......,ma la soluzione prospettata dall'amico RAFLOMB mi è sembrata un po' troppo semplicistica
     
  4. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Talvolta sono proprio le soluzioni semplici che vengono sottovalutate perchè siamo portati a vedere le cose che non si affrontano quotidianamente come aliene a noi, ed è qui l'errore, nel sottovaluare e nel sottovalutarsi ad affrontare simili procedure. E' chiaro che ciò richiede un maggior impegno personale, se deleghi ad altri quello che puoi fare, devi pagare il servizio.
    Nel mio escursus, che prevede certe condizioni, le rilegga, tutto quanto è stato affermato è realizzabile. Occorre l'impegno, tutto qui, Si informi.
     
    A Thi Nguyet piace questo elemento.
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per Catrhreen6000, confermo quanto detto da raflomb. La dichiarazione di successione non è obbligatorio farla fare ad un Notaio. Potete farla voi eredi con l'aiuto dell'Agenzia delle Entrate. I moduli sono abbastanza semplici da compilare. Vi servirà semmai, l'elenco completo (fogli, particelle, subalterni ecc.) delle proprietà da ereditare ed i rispettivi valori catastali. Anche questi elementi non è difficile trovarli senza ricorrere ai Geometri. Segnalo un sito: "Home on line" sul quale, con modica spesa (a partire da circa 10 euro) ti trasmettono i certificati catastali sul tuo PC senza dover fare delle file estenuanti agli Uffici Catastali o dei Registri Immobiliari. L'importante è mettersi d'accordo fra eredi. Sperando per te che non siano troppi e, magari troppo "interessati". Auguri
     
  6. ag1953

    ag1953 Membro Ordinario

    Scusatemi:
    non metto in dubbio il fatto che io , o chiunque altro, possa presentarsi da se' la dichiarazione di successione, ma dalla risposta data mi è sembrato di capire che era possibile anche la divisione dei beni immobili ereditati, ed è su questo punto che ho i miei dubbi:
    tra l'altro, nel caso prospettato da Cathreen6000,c'è la morte prima della madre e poi del padre, e non credo che tutto possa essere risolto con il fai date...
    Avevo dato un... suggerimento... leggasi testamento olografo.... ma per la divisione o per l'eventuale esecuzione del testamento, mi sa che al notaio lei e i suoi fratelli dovranno pur rivolgersi... o no??????:daccordo:
     
  7. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Rileggiti quanto ho affermato sulla formazione dei lotti, qui sotto ti riporto una testimonianza tratta sul web che dimostra la non necessità del notaio per la dichiarazione di successione. Ripeto, tutto è rimesso alla volontà e alla praticità dell'individuo, e ripeto, se uno non se la sente, si rivolge ad notaio, o ad altro professionista e paga il servizio:

    ...io ho fatto tutto da solo in una successione di tre fratelli

    ho raccolto tutti i documenti e le certificazioni necessarie (tutto evinto da vari siti internet)
    ho presentato il modulo cartaceo compilato di tutto punto all'agenzia delle entrate

    per la voltura dei beni immobili ho utilizzato il software gratuito ministeriale "voltura 1" che permette, portando dischetto o chiavetta contenente l'elaborato all'ufficio del catasto, di volturare in tempo reale i vari beni immobili


    tutto liscio e senza problemi e tutto fatto da solo, dalla raccolta dei documenti alla voltura delle case, allo sblocco dei conti correnti in 20 giorni di calendario


    nota: ho seguito la vicenda personalmente e in maniera molto serrata e scrupolosa ,avendo avuto in quel periodo molto tempo libero

    nota 2 : rimane il fatto che la burocrazia associata a queste operazioni è ancora molto rilevante....ci sarebbero tutti i mezzi per fare tutto online in un terzo del tempo
     
  8. ag1953

    ag1953 Membro Ordinario

    Anch'io sono amante del fai da te,e proprio ieri sera ho caricato nel mio pc il programma voltura1 distribuito gratis dal ministero:
    tra l'altro, 32 anni fa, quando è morto mio padre,lasciando come eredi mia madre e i miei 4 fratelli, ho eseguito personalmente le volture, che tra l'altro erano molto complicate,in quanto comprendevano anche i beni provenienti a mio padre dalla successione di suo padre(8 figli)ed allora dovevano essere fatte scrupolosamente a mano, con il calcolo delle quote di spettanza da riportare con le frazioni:ciononostante non ho mai pensato che la divisione potesse essere fatta senza atto pubblico!!
     
  9. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Come ti avevo fatto presente in premessa, necessita la formazione dei lotti, con procedura estimativa, e che tutti i coeeredi siano in sintonia fra loro.
    Amche se non tutto, tanto è possibile.
    Ti sei convinta ora?
     
  10. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Considerazione per Raflomb: infatti più ci creano "pastoie" burocratiche, più cresce la necessità di rivolgersi agli "esperti". E spesso accade che non siano nemmeno tali.
     
  11. cathreen6000

    cathreen6000 Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti ora mi è un po' più chiaro. Volevo far notare: per le parcelle dei periti si va da una percentuale, che varia dallo 0,75 al 3%% del valore di stima, ad un forfait e la differenza è notevole!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina