• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Recupera quel verbale e verifica puntualmente che cosa prevede.
Il telo è il classico verde. Lamminustratore si rifà di un verbale di assemblea del 2007.
Fatti mandare copia del verbale per conoscenza, ma se il divieto non è riportato dal regolamento contrattuale l'assemblea non può deliberare norme che interessino la proprietà privata.
Una delibera che "regolamenta" non necessita dell'approvazione unanime (1000/1000) ma sarebbe "inefficace" al pari di un RdC contrattuale se non viene richiamata o) nel Rogito.

In tale "assenza" l'unica contestazione che potrebbe(ro) muovere è la "lesione al decoro"...causa molto opinabile e difficilmente accoglibile (per un ombreggiante)

Questione diversa la "pretesa" di privacy on un giardino albpiani terra.
Non puoi nemmeno pensare di salvaguardare la tua "intimità" perché 9 su 10 il Regolamento Edilizio ti vieta pure la siepe a confine ad altezza sufficiente per inibire lo sguardo del "passante".
 

Sjlvia

Membro Junior
Proprietario Casa
Una deliberazione che limita i poteri e le facoltà spettanti ai condomini sulle parti di loro esclusiva proprietà, sì.
...ma pur adottata all'unanimità credo avrebbe valore solo verso chi l'ha approvata; in caso di vendita l'acquirente non sarebbe tenuto a osservarla, a meno che non sia richiamata nel rogito. Sbaglio, @Nemesis ?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Una deliberazione che limita i poteri e le facoltà spettanti ai condomini sulle parti di loro esclusiva proprietà, sì.
se estrapoli la frase tagliando è ovvio che sembra assurda.

Una delibera che "regolamenta" non necessita dell'approvazione unanime (1000/1000) ma sarebbe "inefficace" al pari di un RdC contrattuale se non viene richiamata o) nel Rogito.
Quindi anche se avessero deliberato con 1000/1000 tale clausola non sarebbe vincolante per @AnnaFranca neppure se la clausola fosse stata inserita in RdC in forza di quella delibera...salvo che nel Rogito si sia precisato l'esistenza di tale delibera (o RdC) con accettazione da parte del compratore.
 

vittorievic

Membro Assiduo
Proprietario Casa
..ma pur adottata all'unanimità credo avrebbe valore solo verso chi l'ha approvata;
non direi proprio. Comunque leggiti cosa 'è scritto nel tuo rogito ed i documenti che ne fanno parte. Perché il notaio potrebbe aver richiamato in forma generica il RdC dandolo per accettato, con l'acquisto dell'appartamento.
 

AnnaFranca

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie per la risposta. Cercherò quel verbale e, nel regolamento del condominio non vi è questo vieti.
Sono riuscita ad avere l’antico verbaledi assemblea dove dice che il telo si può mettere solo su separazioni fra giardini di proprietà, il lato esterno il condominio avrebbe messo gelsomino, che da me non hanno messo. Hanno comunque deliberato nel 2007 il telo per poter far crescere il gelsomino. Dalla mia parte vi è siepe di alloro, come ho piantato io ( ancora piccolo) ed il telo serve giusto per aiutare la privacy durante la crescita di esso. Quindi.... mi pare di aver fatto tutto a norma. Certo che il non poter più curiosare dentro a chi abita nella palazzina sicuramente infastidisce.
 

Sjlvia

Membro Junior
Proprietario Casa
Sono riuscita ad avere l’antico verbaledi assemblea dove dice che il telo si può mettere solo su separazioni fra giardini di proprietà, il lato esterno il condominio avrebbe messo gelsomino, che da me non hanno messo. Hanno comunque deliberato nel 2007 il telo per poter far crescere il gelsomino. Dalla mia parte vi è siepe di alloro, come ho piantato io ( ancora piccolo) ed il telo serve giusto per aiutare la privacy durante la crescita di esso. Quindi.... mi pare di aver fatto tutto a norma. Certo che il non poter più curiosare dentro a chi abita nella palazzina sicuramente infastidisce.
Nel mio rogito non è menzionato nulla a riguardo. Solo che acquisto appartamenti con giardino di proprietà
Premesso che è sempre difficile dare un'opinione senza vedere la situazione sul posto e senza aver letto la delibera, da quanto scrivi sembrerebbe che nessuno possa pretendere la rimozione del telo; anche perché, trattandosi di proprietà privata, il divieto avrebbe dovuto essere riportato nel rogito (oppure nel regolamento condominiale richiamato nel rogito).
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Io direi di parlarne tranquillamente e nel caso per accontentarli si potrebbe mettere una siepe finta è una sorta di rete con le foglie finte sopra intrecciate è molto realistica ha misura di un metro di altezza per 3 metri di lunghezza e se poi proprio insistono falli insistere, è antipatico prendere posizioni rigide ma anche i condomini dovrebbero essere un poco più elastici.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto