1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. glav

    glav Nuovo Iscritto

    ciao,
    posseggo un terreno classificato nel PRG come
    "verde privato". Ora vorrei edificare la prima casa su
    questo terreno. Vorrei sapere quali possono essere
    i tempi per il passaggio a edificabile, considerando
    che si tratta di un piccolo comune ed il sindaco
    si è mostrato molto disponibile (mi preoccupano però
    i tempi tecnici)

    grazie
     
  2. CAFElab

    CAFElab Membro Attivo

    Professionista
    Il cambiamento di destinazione avviene in occasione della redazione del nuovo PRG.
    Dipende da quando il comune ha intenzione di redigere il nuovo piano

    Ciao
     
  3. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    dipende dalla volontà della A.C. per eseguire la variante al PRG, non serve aspettare la redazione del nuovo strumento urbanistico
     
  4. shemoon

    shemoon Nuovo Iscritto

    Certo che serve!

    Non so nella tua regione (ma ne dubito DAVVERO), ma in Regione Veneto CERTO che serve una Variante Urbanistica! E non al P.R.G., che in quanto tale non esiste più, e dal 2004 è stato sostituito dall'accoppiato strumento generale (P.A.T. o P.A.T.I.) e strumento operativo (P.I.=Piano degli Interventi). Per passare da verde privato a area edificabile serve che tale previsione rientri nelle modifiche introdotte&previste da una Variante al P.I. Ben difficilmente un'Amministrazione, per quanto piccolo sia il Comune, metterà in atto una Variante SOLO per la singola richiesta di un privato, che x di + non comporta alcun vantaggio e/o interesse pubblico: le varianti urbanistiche hanno costi che un'Amministrazione deve poter pienamente giustificare (oltre che sostenere, di questi tempi!). Diverso il discorso se l'Amministrazione in questione ha già in corso/in previsione una propria Variante Parziale e/o Generale del P.I., o magari è in ritardo coi tempi ed ancora in corso di adozione del suo primo P.A.T./P.I. In quel caso (se non ci sono particolari problematiche urbanistico/ambientali) potrà introdurre il cambio d'uso proposto dal privato fra le altre previsioni; cmq i tempi non sono certo brevi, quasi nella totalità dei casi c'è un affidamento esterno dell'incarico urbanistico, analisi ricerche etc. da produrre, un sacco di carte... poi due passaggi in Consiglio Comunale e i tempi di pubbblicazione. A farla breve, io di P.I. ne ho seguiti già 2, per il mio Comune, e la media è di 16 mesi.
     
  5. glav

    glav Nuovo Iscritto

    ho trovato il PAT del comune, nella tavola del PAT il terreno rientra nella
    aree di urbanizzazione consolidata che secondo la definizione:

    "individua le aree di urbanizzazione consolidata in cui sono sempre possibili interventi di nuova costruzione o di ampliamento di edifici esistenti attuabili nel rispetto delle norme tecniche;"

    quindi devo considerare il terreno edificabile? nel vecchio piano regolatore era segnalato come "verde privato" ma era circondato da aree edificate
     
  6. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    se così è il terreno è edificabile
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina