• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mafer

Nuovo Iscritto
BUONGIORNO ho cercato e letto nel web in merito alla plusvalenzada pagare i caso di vendita di un'area edificabile e ne sono uscito più confso di prima quindi provo a porre il mio quesito . MIA MADRE POSSIEDE UN TERRENO EDIFICABILE RICEVUTO PER SUCCESSIONE NEL 1980 TENENDO CONTO CHE DETTO TERRENO POSSIEDE LE CARATTERISTICHE DI EDIFICABILITA' GIA DAL 1957. COSA ACCADE SE SI DOVESSE DECIDERE DI VENDERLO? O MEGLIO COSA SI DEVE FARE PRIMA DI ACCETTARE UNA PROPOSTA DI ACQUISTO?
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Benvenuto in Propit, Mafer.
In attesa che qualche esperto o utente risponda al tuo quesito, ti ricordo che secondo la netiquette, scrivere in maiuscolo corrisponde ad urlare ed il regolamento del forum lo vieta.;)
 

mafer

Nuovo Iscritto
Non è assolutamente mia intenzione urlare o offedere nessuno il maiuscolo voleva soltantanto evidenziare il quesito, comunque mi scuso e resto in attesa di un eventuale risposta grazie Massimo
 
L

Loretta Grazia

Ospite
Ti conviene assolutamente utilizzare la rivalutazione del valore dei terreni prevista fino al 31.10.2010, quindi rivolgiti a un tecnico per una perizia giurata del valore al 01.01.2010, e su quel valore paga il 4% di imposta sostitutiva. In questo modo ridurrai moltissimo le imposte dovute sulla plusvalenza del terreno di tua madre, che dal 1980 ad oggi avrà senz'altro aumentato di molto il valore. Ciao, buona serata
 

mafer

Nuovo Iscritto
Ancora un chiarimento, è vero che si deve fare molta attenzione al valore rivalutato da attribuire in quanto che se poi risultasse superiore al reale futuro prezzo di vendita (vedi crisi) la rivalutazione sarebbe nulla e quindi si pagherebbe su tutta la plusvalenza, nel nostro caso dall'80 alla vendita?
 
L

Loretta Grazia

Ospite
Non mi risulta assolutamente un rischio del genere. Ciao, buona giornata
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto